Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Esiste qualcosa nella quale a livello competitivo le donne dominano?

135678

Commenti

  • LandauerLandauer Veterano Pro
    modificato June 2017 Pubblicazioni: 979
    @Landauer da tutti i test a cui è stata sottoposta è risultato che non rientra nello spettro ma è iper razionale con qi di 129. Personalmente la sto incoraggiando a realizzare le sue vocazioni intellettuali e facendole capire che non è necessario fare la moglie e la mamma. Prima di tutto dovrebbe realizzarsi come persona totalmente autonoma e capace di sostenersi. Poi può scegliere che forma dare alla sua vita amorosa, solo quando lei saprà essere se stessa e realizzata nel lavoro o nelle sue passioni.
    Capisco, mi sembra una scelta molto intelligente e "aperta". 
    Direi, dal mio punto di vista, che mi sembra la migliore scelta possibile.
    Nelle facoltà scientifiche, comunque, m'è sempre parso di incontrare perlopiù ragazze con "mentalità maschile" tratto che m'è parso ancora più accentuato tra i professori donna (uno dei quali mi sa tanto d'AS).

    Del resto, faccio questo bizzarro esperimento mentale: mi immagino con la mia testa nel corpo di una donna, nell'atto in cui mi viene chiesto di fare la madre. Ci resterei secco: non so capire che cosa significhi.

    Si può sempre chiedere ad una persona di migliorare in un'abilità che può fare, ma è ingiusto chiedergli di fare qualcosa che assolutamente non può comprendere.
    LibellulaValenta
    Post edited by Landauer on
    Credo che non appena comincerai a vedere chiaramente dove vuoi andare, il tuo primo impulso sarà di applicarti allo studio. Per forza.
    Sei uno studioso, che ti piaccia o no. Smani di sapere. [...] comincerai ad andare sempre più vicino, se sai volerlo e se sai cercarlo e aspettarlo,
    a quel genere di conoscenza che sarà cara, molto cara al tuo cuore. Tra l'altro, scoprirai di non essere il primo che il comportamento degli uomini 
    abbia sconcertato, impaurito e perfino nauseato. Non sei affatto solo a questo traguardo, e saperlo ti servirà d'incitamento e di stimolante.                                                                         [J.D.Salinger - Catcher in the Rye]
  • LibellulaLibellula Andato
    modificato June 2017 Pubblicazioni: 697
    @Landauer ti sconvolgerà sapere ad esempio che l'ultimo dei miei fratelli è stato scelto come genitore prevalente nell'affido congiunto di sua figlia dal giudice a seguito della causa di divorzio perché mia cognata ha scelto di concentrarsi nel suo lavoro in banca. Quindi mio fratello fa il mammo e vive nella casa coniugale con sua figlia dodicenne! Cosa impensabile fino ad un decennio fa ed io avendo quarantasei anni ho visto L evoluzione del ruolo della mamma nelle cause di divorzio. Tutto ciò mi convince sempre più del fattore educazione che ha limitato le donne. L unica prevalenza certa degli uomini è la forza fisica per me
    LandaueramigdalaromiporSole
    Post edited by Libellula on
  • LandauerLandauer Veterano Pro
    modificato June 2017 Pubblicazioni: 979
    Non mi sconvolge troppo, io non credo di essere "tipico", credo che la mia mente sia fortemente dicotomica su molti aspetti (parametri calibrati alcuni troppo alti, altri troppo bassi).
    Per cui non credo che riuscirei, assolutamente, a fare il mammo anche volendolo o impegnandomi: penso che mi scorderei i figli in aereo, cose così.

    Ma non vuol dire (fortunatamente) che tutti siano come me.
    Libellula
    Post edited by Landauer on
    Credo che non appena comincerai a vedere chiaramente dove vuoi andare, il tuo primo impulso sarà di applicarti allo studio. Per forza.
    Sei uno studioso, che ti piaccia o no. Smani di sapere. [...] comincerai ad andare sempre più vicino, se sai volerlo e se sai cercarlo e aspettarlo,
    a quel genere di conoscenza che sarà cara, molto cara al tuo cuore. Tra l'altro, scoprirai di non essere il primo che il comportamento degli uomini 
    abbia sconcertato, impaurito e perfino nauseato. Non sei affatto solo a questo traguardo, e saperlo ti servirà d'incitamento e di stimolante.                                                                         [J.D.Salinger - Catcher in the Rye]
  • ValentaValenta SymbolPilastro
    Pubblicazioni: 10,632
    Però delle differenze cerebrali ci sono davvero tra uomini e donne, e non c'entrano niente con l educazione e i gusti.

    Differenze biologiche, sono provate.
    LandauerNemoamigdalaromiporAJDaisy
    Pronomi maschili (egli\lui\gli)- mi piace ricevere feedback ai miei interventi :)
  • Antonius_BlockAntonius_Block Pilastro
    Pubblicazioni: 3,524
    Tutto questo è interessante ma rimane teoria.
    A livello pratico ci sono risultati d'elite prettamente femminili in qualcosa di competitivo?
    LandauerAJDaisy
  • LandauerLandauer Veterano Pro
    modificato June 2017 Pubblicazioni: 979
    Tutto questo è interessante ma rimane teoria.
    A livello pratico ci sono risultati d'elite prettamente femminili in qualcosa di competitivo?
    Non trovo classifiche ufficiali, ma gli esempi al "top" di questa abilità che ho visto in rete provengono tutte da candidate femmine.
    Lei parla a più di 600 parole al minuto.

    Anche se, proprio ora, ho trovato questo(oltre 500 parole al minuto):

    Per rispondere, bisognerebbe riferirsi ad un contest con molti partecipanti.
    Antonius_Blockriot
    Post edited by Landauer on
    Credo che non appena comincerai a vedere chiaramente dove vuoi andare, il tuo primo impulso sarà di applicarti allo studio. Per forza.
    Sei uno studioso, che ti piaccia o no. Smani di sapere. [...] comincerai ad andare sempre più vicino, se sai volerlo e se sai cercarlo e aspettarlo,
    a quel genere di conoscenza che sarà cara, molto cara al tuo cuore. Tra l'altro, scoprirai di non essere il primo che il comportamento degli uomini 
    abbia sconcertato, impaurito e perfino nauseato. Non sei affatto solo a questo traguardo, e saperlo ti servirà d'incitamento e di stimolante.                                                                         [J.D.Salinger - Catcher in the Rye]
  • riotriot Moderatore
    Pubblicazioni: 6,266
    si legge spesso della provata migliore capacità multitasking nelle donne - non è una cosa da Aspie - e che ha a che fare con aspetti neurologici e non culturali.
    ValentaNemorondinella61amigdalaromiporSole

  • NemoNemo Moderatore
    modificato June 2017 Pubblicazioni: 3,719
    Difficile credere che il contesto competitivo, quando storicamente è prerogativa maschile, possa vedere primeggiare il genere femminile a breve.
    A naso, mi sembra improbabile che ciò possa accadere fino a quando non sarà risolto il gap dell'accudimento famigliare, per esempio.
    Antonius_Blockamigdalaromipormandragola77Sole
    Post edited by Nemo on
    Memento Mori
  • Antonius_BlockAntonius_Block Pilastro
    Pubblicazioni: 3,524
    riot ha detto:

    si legge spesso della provata migliore capacità multitasking nelle donne - non è una cosa da Aspie - e che ha a che fare con aspetti neurologici e non culturali.

    Questa però è una capacità "astratta", non un qualche forma di "gara" con persone che partecipano a fini agonistici.
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,754
    Personalmente credo ci sia ancora molto divario culturale da colmare. Tuttavia le differenze tra uomini e donne nella media esistono e sono significative. In particolare gli uomini presentano una maggiore varianza in tutte le caratteristiche, non solo l'intelligenza. Per questo motivo anche una volta spianate le differenze culturali È altamente improbabile trovare un campo in cui le donne possano primeggiare. A dire il vero se esistesse un campo in cui le donne primeggiano, mi verrebbe da pensare Che ci sono dei fattori culturali all'opera. Questo ovviamente non significa che non ci siano campi dove le donne possono essere in media più bravi degli uomini. Per quanto riguarda i casi singoli, non vogliono dire nulla, io sono sposato con una donna dal cervello maschile e sono sicuramente più a dente io di lei. Ma le eccezioni non fanno la regola, ci dicono solo che non possiamo e non dobbiamo limitare la libertà e gli interessi delle persone sulla base del loro sesso biologico. Viceversa pensare che la disparità di rappresentazione delle donne in lavori sport e posizioni di alto livello dipenda unicamente da fattori culturali è relativamente ingenua e anche pericolosa. In realtà il cosiddetto paradosso svedese ci insegna che la relazione tra emancipazione femminile e la partecipazione a lavori maschili non è diretta ma è fatta ad U. Questo perché quando le donne devono emanciparsi avranno maggiore probabilità di scegliere lavori maschili per dimostrare di essere emancipate, ma quando una popolazione è già emancipata non senti più questa necessità e sceglierà di fare quello che gli viene più naturale. Gli stereotipi sono sbagliati in quanto stereotipi ma hanno sempre un'origine nella realtà dei fatti. È sbagliato pensare che tutti gli uomini siano aggressivi, competitivi, interessati all'ingegneria. Così come è sbagliato pensare che tutte le donne siano epatiche, affettuose, a cui detti, interessate a parlare. Ma il fatto che non sia vero che tutti sono in un certo modo, non significa che non esista una differenza tra i due gruppi innata. Probabilmente sarebbe bello vivere in un mondo in cui non esistano differenze tra gruppi ma solo individuali, purtroppo decine di migliaia di anni di evoluzione ci hanno portato ad avere differenze tratti di persone. Differenze che sono fortunatamente inferiori alle differenze tra singoli individui e che quindi è insensato usare per discriminare, ma differenze che comunque esistono e non permetteranno mai una parità completa dei risultati a patto Nonna fare vera e sottile discriminazione di chi riesce meglio
    Antonius_BlockValentaamigdalaLifelsLandauerAmelieSoleAJDaisy
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online