Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Gestione meltdown

Buona sera, credo che oggi mio figlio abbia avuto un meltdown. Eravamo in casa dei nonni e quando ha sentito che saremo dovuti andare via, ha sbottato! Urla pianti, testate, con nonni intorno che lo toccavano con un misto di tenerezza e pietà (e lì il meltdown stavo per averlo io). Volevo chiedervi è un meltdown?
E seconda cosa, voi come vi comportate in questi casi? Io lo abbraccio e prova a calmarlo, ma dopo un po' mi monta l'ira e mi scappano le sculacciate, con fortissimi sensi di colpa.
Ci sono volte che lo vorrei strozzare! Mi vergogno e mi pento per le mie sensazioni, ma sono molto stanca.
Datemi dei consigli, soprattutto voi nd
«13

Commenti

  • Alex1919Alex1919 Membro
    Pubblicazioni: 318
    Bhe, prenderlo a sculacciate non dovresti farlo, ed in alcuni paesi è persino vietato per legge. Consigli non te ne posso dare, sono stato diagnosticato adulto, ma lasciarmi stare da solo finché non mi passava sembrava funzionare. Avevo visto un video, ma non lo ritrovo, dove un padre cercava di abbracciare e cantare alla figlia mentre le andava in meltdown. Il video era genuino, ovvero era veramente un padre che cercava di affrontare la situazione e non i soliti video che danno consigli. Purtroppo non lo ritrovo. Sembra che cantargli qualcosa di leggermente calmo e toccarlo per farsi abbracciare solo quando vuole lui sembri funzionare, ma richiede molta pazienza.

    Ripeto, sono cose che ho visto da un video genuino, e nel mio caso me ne andavo in una stanza da solo finché non mi passava. Non ho competenze su come gestire la situazione. Ma per esperienza mia diretta, sicuramente non brutalmente o in maniera autoritaria, se mio Padre avesse fatto una cosa simile gli avrei distrutto casa.
    aang91
  • loconiloconi Veterano Pro
    Pubblicazioni: 354
    Ti ringrazio tantissimo. Purtroppo ci prende a testate! Io sono quasi sempre la prescelta, sclero. Sono umana.
    Ma hai ragione, potrebbe ricordarlo e non me lo perdonerei mai. Lo adoro, ma mi fa impazzire, un po' come tutti i figli.
    lucy84
  • Alex1919Alex1919 Membro
    Pubblicazioni: 318
    Ciao, il video non te lo trovo, forse è stato rimosso dal padre per motivi di privacy.

    C'è questo che è in Italiano.


    I genitori, dovresti controllare il canale nel secondo link, hanno circa 50.000 iscritti con milioni di visualizzazioni. Magari da quel canale puoi trovare qualcosa di utile.

    Però come sicuramente sai, spetta al medico decidere cosa fare, anche perché ogni caso viene affrontato in modo differente. Magari trovi qualche buona idea. Alcuni di quei video li trovo un po controversi, ma non so che metodo educativo in base al loro medico stia usano, per questo attieniti al tuo di medico. Buona fortuna.
    loconi
  • loconiloconi Veterano Pro
    Pubblicazioni: 354
    Grazie! Avevo già visto dei video di questo bambino, ma non questo.
  • loconiloconi Veterano Pro
    Pubblicazioni: 354
  • mamma_francescamamma_francesca Colonna
    modificato December 2020 Pubblicazioni: 1,713
    Non so che consigli darti, però, io se qualcuno - chiunque pure un figlio in difficoltà - mi desse delle testate, sinceramente mi allontanerei, certo non gli permetterei di "farmi fisicamente male". Per come sono fatta non lo tollero da nessuno per nessun motivo, mi terrei a distanza di sicurezza.

    ---

    Penso che piuttosto bisogn fare in modo di non arrivarci al meltdown, è li che bisogna farsi consigliare dai terapisti. Una volta che è scoppiato bisogna mettersi e metterlo in sicurezza e basta.
    Post edited by Sniper_Ops on
  • loconiloconi Veterano Pro
    Pubblicazioni: 354
    Questa delle testate è un vizio che ha, purtroppo. Non solo durante un meltdown, ma anche quando gli si dice di no. A detta dei terapisti bisogna spostarsi o tenerlo, perché se non raggiunge il suo scopo, il comportamento si estingue. Mah!
  • adiadi Veterano
    Pubblicazioni: 193
    Ciao loconi. I meltdown di mio figlio sono all ordine del giorno .
    Penso che te lo hanno già detto che la miglior cosa è prevenire . Devi tenere un diario con metodo ABC ..Anche se non sempre è possibile prevedere.
    Durante il meltdown cerca di mettere lui in sicuro prima di tutto. Assicurati che non si faccia male o che non faccia male a voi ....se puoi rimani comunque presente ,accanto ..sono in mezzo di una tempesta e hanno bisogno di sapere che stiamo li vicino per loro . Non parlare , non dire niente di verbale
    Piuttosto utilizza la comunicazione non verbale . Il mio bambino vuole essere preso in braccio o coccolato da me ....devo dire che bisogna fare tanto allenamento su di noi ...Io ancora non ci riesco su di me . Spesso mi faccio prendere dal panico e mi arrabbio tanto per l incapacità di gestire il tutto. Ci vuole tanta tanta pazienza ....una volta finita la crisi , prova a capirne insieme perche del comportamento e come si può agire diversamente ....bisogna provare qual 'è la strategia migliore che funziona con lui
    mammaconfusa80claluigufomatto79
  • mammaconfusa80mammaconfusa80 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 1,317
    Se ha davvero un meltdown non va assolutamente sculacciato! Se tu avessi un attacco di panico vorresti essere presa a schiaffi? Se ha un accumulo di stress e scoppia va messo in sicurezza perché potrebbe farsi del male e calmato e rassicurato, il meltdown non è un capriccio perché mentre il secondo è controllato, il meltdown non lo è! Capisco che a volte sia dura ma se riconosci che state perdendo la bussola a casa fatevi aiutare.
    Alex1919
  • loconiloconi Veterano Pro
    Pubblicazioni: 354
    @mammaconfusa80 sai che mi stai facendo riflettere?
    Forse non era un meltdown, ma tantrum.
    È partito perché non voleva andare via da casa dei nonni, poi però è esploso con molta violenza. In questi casi cerchiamo di non dargli quello che vuole, per non fare passare il messaggio " se faccio così ottengo"
    Poi però credo che abbia perso il controllo! Urlava, piangeva, andava dal fratello e cercava si togliergli la giacca. Io l'ho abbracciato, un po' contenendolo, ma è forte e sono caduta per terra.
    Non vedevo l'ora di portarlo via da lì, perché i nonni mi angosciavano con la loro ansia e al ritorno ha voluto fare la strada in braccio. Una volta a casa si è calmato.
    Era nervoso tutto il giorno, ma adesso non credo che fosse un meltdown, può essere un tantrum scappato di mano?
Accedi oppure Registrati per commentare.
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online