Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Vita di coppia NT/ND

wolfgangwolfgang SymbolModeratore
Quali sono le maggiori difficoltà che incontrate? Molti ND hanno difficoltà nell'esprimere le emozioni apparendo freddi o reagendo in modo eccessivo, molti NT hanno difficoltà a capire i bisogni dei loro partner o le loro stranezze.
Qual'è la vostra esperienza? Consigli?
Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
«13456714

Commenti

  • Andata2Andata2 Membro
    Pubblicazioni: 935
    Consigli a me?
    Dopo mesi che un uomo AS con cui avevo più di un'amicizia e meno di una relazione mi ha tagliato fuori dalla sua vita e in cui l'ho cercato io via sms ogni tanto, giusto per sapere come stava (a volte rispondeva, altre no), l'altro giorno per la prima volta mi ha mandato un sms lui ("come va?").
    Aggiungo che quasi un mese fa gli avevo scritto un'e-mail chiedendogli aiuto per un problemino e lui mi aveva chiesto di toglierlo dai miei contatti e dalla mia rubrica sul cell e di dimenticarlo.
    Gli ho risposto e gli ho chiesto se si fosse sbagliato e lui mi risponde che era un saluto e che era tornato in Italia e poi altre notizie su quello che aveva fatto all'estero (io pensavo che si fosse trasferito per lavoro, seguendo un po' le sue "gesta" da lontano, in rete).
    Ora non so che fare. Aspetto che si rifaccia vivo lui?
  • AlexCAlexC Membro
    Pubblicazioni: 73
    Io sono AS, posso solo azzardare delle ipotesi cercando, per quello che posso, di immedesimarmi in lui anche perchè quello che hai scritto mi ricorda me stesso.
    La mente degli AS è piuttosto rigida per certe cose; ad esempio le relazioni con le persone possono essere complesse quanto le più difficili disequazioni, soprattutto quando escono dagli schemi.
    Vado direttamente al punto: se un persona (AS) vuole bene ad un'altra (NT), le attenzioni della prima saranno più simili ad un'"ossessione" (non prenderla come una cosa negativa, anche se il termine non è bello).
    Non è ossessionato da te, ma dai suoi milioni di dubbi su come dovrebbe comportarsi con te, che non fanno altro che girargli in testa.
    Un'eccessiva autoanalisi da parte sua (altra caratteristica di molti AS) può portarlo ad essere cosciente del suo eccesso di ipotesi, ricordi, simulazioni, dubbi, ricerca di soluzioni a problemi più o meno reali ecc..
    E questo può essere positivo da un lato ma dall'altro il pensiero alla fine si sviluppa in (e qui parlo per me): 

    <<L'altra persona vorrebbe che io sia più coerente, ma come posso esserlo con tutti questi pensieri? Ogni volta che faccio o dico una cosa ho il 50% delle possibilità che sia sbagliata nei suoi confronti; probabilmente lei capisce questo, lo percepisce e mi vede dubbioso, il dubbio nel mondo NT è considerato sbagliato ma io non potrò mai non avere dubbi su come comportarmi perciò le possibilità che faccia la cosa giusta si riduce dal 50% al 25%, perchè anche se giusta è sorretta da dubbi incoerenti --->  mi allontano per un po', magari due giorni, così stacco la mente dalle "equazioni", andrà bene anche a lei, credo, con tutto il casino che le ho proposto i questo periodo sarà stufa di vedermi>>

    Tutto questo ambaradan invece non fa altro che peggiorare la situazione ed oltretutto è solo nella sua mente, l'altra persona magari pensa  <<ma perchè non mi chiama? dov'è finito? ci siamo divertiti l'altra volta>>.

    Ovviamente prendi tutto con le pinze, è un'ipotesi, è parte della mia storia..
    Chiamarlo o aspettare che chiami lui? .. credo che se provi tu a chiamarlo non gli dispiacerà.

  • Andata2Andata2 Membro
    Pubblicazioni: 935
    Grazie mille, Alex.
    E' che stavolta non voglio sbagliare e veramente non so cosa fare perché io gli voglio bene e mi manca tanto, ma lui per mesi mi ha solo evitato e ora non vorrei farmi troppe illusioni per un sms (anche se ho avuto un colpo al cuore quando l'ho visto, ho pensato subito di aver combinato qualcosa e che ce l'avesse con me).
    Mi considera una fonte di obblighi e sensi di colpa, me l'ha detto in passato. Obblighi perché se lo cerco io per vederlo (era una volta a settimana, quando mi trovavo nella sua città per un corso, sennò ci parlavamo via msn ogni giorno quando entrava lui) dice che lo opprimo e sensi di colpa perché dice che non può corrispondermi come vorrei. Solo che io veramente non chiedevo chissà che e cercavo di assecondare i suoi ritmi e il suo "modo" di volermi bene.
    Ora non so se scrivergli col rischio di opprimerlo di nuovo o lasciare a lui la prossima mossa. Ho paura che vedendo che non faccio nulla pensi che non me ne importa più di lui.
    Prima aveva anche difficoltà lavorative e forse io ero l'ennesimo problema, ora credo stia meglio, ma ho troppa paura di rovinare tutto, sono paralizzata.
  • AlexCAlexC Membro
    Pubblicazioni: 73
    Altre ipotesi, potrebbe essere che lui veda come obbligo anche una cosa "banale" come incontrarsi e parlare spensieratamente, o parlare per telefono; però forse usa termini non troppo appropriati: "obbligo" potrebbe voler dire che in quel momento gli risulta molto difficile a parlare o interloquire però, data la vostra amicizia non vuole tirarsi indietro e lo fa contro la "spia d'allarme nella sua mente" che gli dice di riposare perchè qualsiasi socializzazione in quel momento gli assorbe tantissime energie. 
    Non voglio assolutamente dire che "fa fatica" a stare con te, anzi, credo che come succede a me, gli piace, ha bisogno di socializzare, magari ti vuole un mondo enorme di bene, forse però non riesce a dirti: <<ti voglio bene anche se ora non riesco a parlare e sto per le mie, in silenzio; e intanto penso che ti voglio bene.>> 

    Io ho risolto in parte una situazione simile dicendo o meglio "confessando" ad una mia amica la frase qui sopra..
    ..cioè, magari non era la stessa frase ma il senso era quello.

    Forse, e ripeto Forse a lui manca il coraggio di dirtelo o non sa come farlo..
    Non credo proprio che per lui eri un problema, anzi!!
  • Andata2Andata2 Membro
    Pubblicazioni: 935
    Ho ceduto e ieri gli ho mandato un sms. E' finita in catastrofe. Non capisco perché mi abbia cercato se poi deve sempre tenermi a distanza con mille scuse.
  • AlexCAlexC Membro
    Pubblicazioni: 73
    Mi dispiace :(
    Beh neanch'io capisco, è difficile, le persone (tutte: AS, NT o qualsiasi altra sigla ..o senza sigle) sono strane, incoerenti, incomprensibili; forse neanche lui non lo capisce.
    Non c'è nessuno che può aiutarti a interloquire con lui? Secondo me parlare senza filtri e dirsi tutto in modo razionale e cercando di limitare l'emotività e l'impulsività può aiutare in tutte le situazioni; ovviamente anche lui dovrebbe accettare queste condizioni, fino a quando eviterà il di incontrarti questa frase non avrà senso.

    Ultimissima cosa poi mi fermo: Io stavo per fare la stessa cosa, poi ho capito che uno dei nostri problemi era il far convergere ogni argomento, anche il più leggero e spensierato, sulle mie (anzi nostre) difficoltà di comunicazione e incomprensioni. La vita è fatta di milioni di cose e bisogna staccarsi dagli argomenti troppo "ossessivi" anche se il loro scopo è di risolvere i problemi..
  • EreticaEretica Veterano
    Pubblicazioni: 51
    Condivido la questione dei dubbi e le percentuali e le varie reazioni Alexc.
  • Andata2Andata2 Membro
    Pubblicazioni: 935
    E' sparito di nuovo, mi ha tagliato tutte le possibilità di vedersi/parlarsi (si è trasferito, non usa più msn, "riesco a stressarlo anche via sms", "era solo un saluto", ecc.).
    C'è stato uno spiraglio, l'ho capito da alcune sue risposte, ma si è richiuso subito.
  • elieli Membro
    Pubblicazioni: 44
    i soliti dieci giorni di silenzio e alla terza richiesta di chiarimento.....: - .ma che c'è ?sono impelagato con il lavoro.Accettare questo comportamento, per un nt, è molto difficile, anche perchè fargli notare che basterebbe solo una chiamata di tanto in tanto è inutile.....gli è stato detto tante volte ed è sempre la stessa storia.......
  • Andata2Andata2 Membro
    Pubblicazioni: 935
    i soliti dieci giorni di silenzio e alla terza richiesta di chiarimento.....: - .ma che c'è ?sono impelagato con il lavoro.Accettare questo comportamento, per un nt, è molto difficile, anche perchè fargli notare che basterebbe solo una chiamata di tanto in tanto è inutile.....gli è stato detto tante volte ed è sempre la stessa storia.......
    Come ti capisco. Hai letto qualche libro sulle relazioni con uomini Asperger?
    Forse lo capirebbe se glielo lasciassi scritto come istruzione (tipo: chiamare Eli ogni tot giorni), una nota, un appunto da lasciare ben visibile o una specie di sveglia sul cellulare.
    A voce non rimane nulla e loro non ne sentono l'esigenza.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online