Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Vorrei condividere un po' del peso che mi porto addosso con voi, grazie a chi leggerà

Buongiorno.

Sono una donna di 38 anni anche se è come se me ne portassi addosso 46, ovvero il doppio.

Mi piacerebbe condividere qualcosa con voi perchè adoro le persone dalla mentalità aperta come aspiro a diventare un giorno. Per ora sto ancora imparando.

Ho scoperto il mondo dell'autismo da un famoso fumetto giapponese... lo conoscete di sicuro se leggete quelle cose, quello con L Near e Mello. Io non li leggo più adesso perchè me li hanno fatti odiare.

Una volta avevo un "ragazzo". Non era veramente il mio "ragazzo" ma il mio "migliore amico del cuore" che per me era come un "ragazzo".

Ero totalmente dipendente da lui. Mi proteggeva, io avevo paura di uscire e lui portava da mangiare al posto mio.

Ho avuto gravi problemi di autostima che pesano ancora sulla mia vita. Lui era il mio appoggio.

Ma io mi sono fatta odiare solo per sentirmi meglio con me stessa e il risultato è che sono rimasta sola.


Mi sono innamorata di un altro ragazzo a quei tempi, uno vero questa volta.

Non riuscivo a farmi notare dal secondo però. Ho provato di tutto. La matita per gli occhi. E mi sono persino tagliata i capelli, corti come L di quel manga.


La cosa peggiore è che lui non mi notava. La cosa peggiore di tutte però è che ora si è sposato l'anno scorso e l'ho perso per sempre.


Dopo tutto quello che ho fatto l'ho perso. Ho provato ad usare il mio migliore "amico" per arrivare al ragazzo vero ma non è andata come speravo lo stesso.

Mi sento una me*da adesso. Più di quella volta. Ho incrociato a vista il mio migliore amico - ex e l'ho visto di nuovo trascurato... come all'epoca. Volevo solo aiutarlo, non volevo ancora sperare nel suo appoggio o scaricare su di lui. Lui è stato gentile. Io non mi sono trattenuta dallo scrivere ancora cose brutte, non ci riesco.

Il mio psi (psichiatra è una parola brutta e non piace ai miei) mi disse all'epoca che non trovo pace in me stessa perchè vedo due realtà affiancate e diverse in tutto e non so scegliere qual è quella vera e quale no. Non so scegliere, non è che non la riconosco. Quindi credo che l'autismo possa essere la soluzione ai miei problemi, vorrei che ce lo avessimo tutti. Così potremmo essere tutti uguali, sullo stesso piano.

A distanza di anni la cosa mi conforta parecchio. Penso ancora a quei due, alle persone di quei tempi che conoscevo all'epoca che ci parlavo o no. È come se avessi ancora quell'età e quell'animo da ragazzina e non riuscissi mai ad andare avanti.

È colpa del mio migliore amico, che poi era una femmina e non mi vedeva come la sua ragazza. È colpa sua che non mi protegge ancora da queste situazioni. È colpa sua che non usa più le tecniche dei ninja per proteggermi. È colpa mia che ci credevo davvero che quelle tecniche ninja funzionavano ed erano vere.

Adesso ho delle amiche di sesso femminile bi come me che mi stanno accanto anche se sono lontane e mi sostengono anche quando mi sento una fallita che passa le ore chiusa in casa a fare finta di andare all'università e a vivere la vita di altri sui social.

Non troverò mai lavoro perchè faccio schifo, sono brutta e sono sola. Almeno gli altri si impegnano, io neanche quello.

Ditemi, secondo voi sono asperger? Sono autistica? Sono una fallita? Non ha importanza cosa rispondete tanto io non ci credo. Io credo solo a quello che vedo anche se non esiste.
amigdala

Commenti

  • anxietyanxiety Membro Pro
    Pubblicazioni: 150
    @AngelinaJolie8119 Benvenuta , qui troverai gente con cui confrontarti . a dimenticavo qui ci sono diversi Sardi,me compreso.

  • Pubblicazioni: 15
    Grazie. Sono le 3 e 30 esatte e non riesco a dormire. Oggi è stata una brutta giornata per me.
  • Pubblicazioni: 15
    E nessuno mi chiede perchè sto male.

    Ieri mentre tornavo a casa ho scoperto una cosa orrenda. Il fratello di mio cugino si è sposato con la sorella di lui. Il ragazzo vero intendo. Ieri, proprio ieri. E hanno messo le foto. E me lo hanno fatto ricordare.

    Ma perchè continuo a farmi del male da sola? Dovrei smetterla di pensare al passato e guardare al futuro, ma non ci riesco proprio.


    Penso ancora a quando il mio primo "ragazzo", quello femmina che non mi ricambiava, ha fatto la scuola di teatro al posto mio. Dovevo farla io quella. A me piaceva il teatro sin da quando sono nata, "lui" l'ha scoperto da me. Anche se mi diceva spesso che aveva partecipato a delle recite prima di conoscermi.

    Ma quella era una cosa mia, non sua. Lo avrebbe dovuto sapere. La avrebbe dovuta lasciare a me. Solo a me intendo.

    È per questo che l'ho odiato veramente e mi sono innamorata di un altro, quello vero. È per questo che ho mollato il teatro e mi sono data alle serie televisive e ai pettegolezzi. Perchè lui aveva rubato il mio sogno.

    Forse sembrerò un po' vittimista ma ci sono abituata, me lo dicono spesso.

    È l'unico modo che ho per far Star zitte le persone. Perchè in realtà sono una codarda che ha paura di tutti. Di dire la sua ed essere odiata perchè non voglio mai essere da meno di nessuno. E questa è una cosa che odio perchè in realtà io mi sento da meno di tutti.

    Non mi importa quanto mi dicono che posso farcela anch' io, che se ti impegni raggiungi gli obbiettivi. Tanto non ci credo.

    Non mi importa se una mia passione ce l'hanno altre persone e che la coltivano anche loro. Quella passione era la mia e dovevo avercela solo io. Era l'unica cosa che mi faceva sentire unica. Ma io l'ho mollata perchè qualcun altro la stava facendo al posto mio.

    Mi hanno anche chiesto perchè mi sento così, il mio psi intendo.

    Forse perchè i miei genitori non mi hanno mai capita, non mi hanno mai valorizzata. A loro andava bene valorizzare mio fratello. Non me. E infatti lui sì che è riuscito.

    Avrei solo dovuto divertirmi a percorrere una strada insieme e non mi hanno fatto fare neanche quello. E infatti ho preso la strada sbagliata.

    E adesso sto qui a piangere come la fallita che sono sul mio stesso latte versato. Non riesco a migliorare. Non riesco a migliorarmi.
  • vera68vera68 Pilastro
    Pubblicazioni: 2,466
    Benvenuta.
    Io credo che tu abbia cominciato un percorso di consapevolezza.
    Hai la consapevolezza di molte cose forse ti manca uno sguardo un po' più ampio.
    Il tuo psichiatra collabora con uno psicoterapeuta?
    Il colloquio con uno psichiatra non è in genere il colloquio con un terapeuta
    In genere il lavoro in squadra aiuta moltissimo
  • Pubblicazioni: 15
    Un'anima che mi risponde esiste allora.

    Allora, non ho mai fatto nessun percorso di consapevolezza e nessun percorso in genere finora.

    Sono sola nella mia lotta. Ma consapevole che mi serve un dialogo.

    Lo sguardo non lo reggo, pesa anche quello. Non sono mai stata brava con le squadre.
  • vera68vera68 Pilastro
    Pubblicazioni: 2,466
    Il mio psi (psichiatra è una parola brutta e non piace ai miei) mi disse all'epoca che non trovo pace in me stessa perchè vedo due realtà affiancate e diverse in tutto e non so scegliere qual è quella vera e quale no. Non so scegliere, non è che non la riconosco.

    Questo è un pezzo del tuo commento @AngelinaJolie8119 da cui ho dedotto che fossi seguita.

    Un percorso di psicoterapia aiuta molto a far chiarezza
  • MonkeyDoEsu0661MonkeyDoEsu0661 Neofita
    Pubblicazioni: 55
    Ho letto i tuoi commenti e mi sono sentita così anche io in passato, ogni tanto mi sento così anche adesso ma solo se sono arrabbiata o triste.

    Sono uscita da questa condizione togliendomi da tutti i social e non vedendo più nessuno per anni. Solo uno o due anni fa ho cercato (senza mettermi sui social) un paio di persone che conoscevo nella realtà e che avrei voluto avere come amiche in altre circostanze.

    Grazie per la tua presentazione.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online