Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Pensione di invalidità

Salve ragazzi da poco mi è stata ufficialmente diagnosticata la sindrome di asperger dalla mia psicologa e psichiatra. Mi chiedevo come mi devo muovere per richiedere la pensione e volevo sapere se è concessa a gente come noi aspi. Al momento sto aspettando che venga preparata la carta ufficiale dove c'è scritta la diagnosti per poi recarmi in patronato per richiedere un colloquio. Qualcuno sa come funziona la percentuale di invalidità e in base a cosa varia. Grazie in anticipo
aang91
«13

Commenti

  • vera68vera68 Pilastro
    Pubblicazioni: 2,364
    Nessun assegno sotto il 74%. Sicuro.

    Mi sembra con il 64 % trasporti gratuiti e altre piccole agevolazioni

    Con altra percentuale più bassa iscrizione nelle liste protette.

    Ciao e benvenuto
    LCB81davidaang91frodolives666
  • vera68vera68 Pilastro
    Pubblicazioni: 2,364
    Senza comorbietà non credo diano il 74, devi avere altre deficit di varia natura,
    Forse ho letto da qualche parte nel forum, il 45. Ma non è di default
    frodolives666
  • MinolloMinollo Veterano Pro
    Pubblicazioni: 377
    Io ho avuto la pensione di invalidità e l'accompagno, quindi sono invalido al 100% (non chiedetemi come ci sono riuscito, hanno fatto tutto i miei genitori, comunque non sono un "falso invalido").
    frodolives666
  • Sissolina92Sissolina92 Neofita
    Pubblicazioni: 54
    Io ho 75 ma sono soggetta a revisione. Io la diagnosi l'ho prima avuta nel privato e poi nel pubblico per avere il sostegno economico ed entrare nelle categorie protette
    frodolives666
  • Alex1919Alex1919 Membro
    Pubblicazioni: 218
    Sissolina92 ha detto:

    Io ho 75 ma sono soggetta a revisione. Io la diagnosi l'ho prima avuta nel privato e poi nel pubblico per avere il sostegno economico ed entrare nelle categorie protette

    Ciao, come funzionano le categorie protette? Ti aiutano o ti hanno aiutato a cercare lavoro? Io sto cercando di entrarci e non so se ce la farò e neanche come si fa. Mi hanno completamente tagliato fuori dal lavoro e sono 15 anni che cerco e non ho mai avuto un lavoro indeterminato.
  • HoneyHoney Veterano
    Pubblicazioni: 264
    La sola sindrome di Asperger quale percentuale di invalidità comporta?
  • vera68vera68 Pilastro
    Pubblicazioni: 2,364
    Mi sembra di aver letto qui in un commento meno del 50%, credo 45
    Se lo trovo lo copio
    frodolives666
  • giusegiuse Membro
    modificato 16 August Pubblicazioni: 52
    Non credevo che la sindrome di Asperger potesse rientrare nell'ambito della disabilità, seppur lieve... Mi viene quindi da pensare che, se da una parte è possibile ottenere una piccola pensione, dall'altra la diagnosi di Asperger ti "limita" nell'opportunità di poter accedere a determinati tipi di impiego, tipo quelli in cui occorre che il candidato sia a contatto con il pubblico, o qualsiasi altro in cui occorre presentare i famosi certificati di "buona salute". Oppure quelli in cui si hanno delle mansioni di responsabilità.

    È così? Grazie, un saluto a tutti.
    Mare
    Post edited by giuse on
  • Alex1919Alex1919 Membro
    Pubblicazioni: 218
    giuse ha detto:

     tipo quelli in cui occorre che il candidato sia a contatto con il pubblico, o qualsiasi



    Esatto. Io questa cosa l'ho sempre saputa fin dai 18 anni, quando iniziai a cercare lavoro. Eppure non importa niente a nessuno. Per lo stato è semplice timidezza e basta darsi una svegliata. Il termine svegliata mi provoca dei forti risentimenti. Fosse stato così facile, non ci sarebbero problemi.

    Per quanto ne so io, nessuno riconosce il fatto che gli asp, la maggior parte, solo letteralmente tagliati da tutti i lavoro dove devi essere a contatto con il cliente. A peggiorare la cosa, come è successo sempre a me, è il fatto che persino nei lavori dove non hai nessun contatto con il cliente, vengono chieste doti relazionali per parlare con i colleghi.

    Doti relazionali, ragazze di bella presenza, età massima 25 anni con otto anni di esperienza. Ecco dove vanno a finire i diritti dei lavoratori. Le leggi ci sono ma le infrangono tutti. Poi mi trovo licenziato per far lavorare una ragazza. Io asp pieno di problemi, licenziato perché la figlia di papà tramite le quote rosa ora prende il mio posto aiutata dal capo progetto.

    Essere donne non è un handicap e non crea problemi al lavoro. Se così fosse, dovrebbero iscriversi alle liste protette.

    Bene, se non fossi seduto 10 ore al giorno davanti ad un computer, venderei macchine e sarei milionario. Eppure loro, pretendono la persona socievole per tale lavoro.

    Se non parli vieni discriminato.

    Ho sempre usato la parola discriminato con attenzione, per me vuol dire, l'ebreo di razza inferiore che può lavorare solo nel getto, poi diventato ghetto, oppure l'Italiano che ha l'ingesso vietato insieme ai cani.

    Mai avrei pensato che si potesse essere discriminati per non parlare troppo o sorridere abbastanza. Del resto fino a 20 anni fa si veniva discriminati persino per scrivere con la mano sinistra e non quella destra.

    Ed al lavoro cosa mi trovo? Ingegneri pigri che alle ore 10:50 regolari, chiedono a che ora andiamo a pranza perché entrano in ufficio alle ore 09:50.

    Ma io vengo licenziato e loro tengono il posto. Un posto che mi è costato psicofarmaci e molti sforzi, e nonostante tutto ho fatto bene il mio lavoro. Hanno licenziato quattro risorse nuove, tranne me, quindi ritengo che lavoravo bene anche agli occhi degli altri, anche se so che lavoro bene di mio.

    Fine anno ecco gli appalti, tutti i consulenti licenziati. Nessuno mi vuole come dipendente.

    Ho letto questo commento in un altro forum.

    "Un NT ci mette pochi mesi per trovare lavoro, noi ci mettiamo anni". Vero.

    Primo, perché una grandissima fetta del lavoro ci viene tolta. Secondo, perché anche nei lavori tecnici prendendo di essere sociali.

    Come disse qualcuno.

    "Se fosse per gli NT a quest'ora staremmo ancora intorno ad un fuoco in una grotta a socializzare".

    Una cosa, io non parlo per rabbia o odio, anche se ritengo rabbia e odio dei bei sentimenti, più che altro la mia è frustrazione.

    Se solo avessi avuto una diagnosi in giovane età, la mia vita sarebbe stata decisamente migliore.

    Mi dilago vero? In alcuni paesi non esiste neanche il concetto di autismo, in altra ti danno 100% invalidità, in Italia dovrebbe essere il 45% che non basta. Solo per i livelli 2 e 3 di autismo dovrebbero darti una % estremamente alta.
    rondinella61david
  • MareMare Andato
    Pubblicazioni: 364
    @Alex1919 è sufficiente confrontare i risultati all'università e alle scuole superiori, con il tasso di occupazione e gli stipendi femminili per avere la certezza che le donne sono chiaramente discriminate nel mondo del lavoro.
    Ed esistono anche donne autistche.
    Capisco che la tua vita è stata difficile, ma prendertela con le donne lo trovo abbastanza triste.
    Alex1919Kamenmarco3882Smeagollucy84
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online