Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Provarci con una ragazza nelle mie condizioni

rinco92rinco92 Membro
Buonasera, avrei intenzione di fare una mossa azzardata mai fatta in vita mia ovvero di dire apertamente a una ragazza che avevo conosciuto al lavoro che mi interessa. È passato più di un anno, le nostre strade si sono divise ma ancora la penso. Purtroppo non sta sui social e non ho nemmeno il suo numero ma non dovrei avere difficoltà a reperirlo (chiederei al mio ex datore).

Purtroppo non ho avuto tante occasioni per parlarle perché lavoravo con tante persone, c'era sempre da fare. Come se non bastasse essendo molto timido e lei pure (almeno credo) trovavo ancora più difficoltà a relazionarmi. Infatti se le ragazze sono troppo timide per me è ancora peggio. Sono uno che di fatto a ben 28 anni non ha le palle per nulla, figuriamoci per provarci con una ragazza anche perché ho l'autostima a terra e non avrei proprio la forza.

Non è stato un vero colpo di fulmine ma mi è piaciuta molto.
Non ho onestamente visto un suo interessamento nei miei confronti, solo una volta è venuta da me chiedendo da quale paese venissi e dicendomi che avevo la sua stessa età. Ma credo che forse queste erano domande normali di rito visto che ero entrato da pochissimi giorni nell'azienda e magari era solo curiosa.
Poi il nulla, magari si parlava del caldo che faceva e stop. Però forse era interessata un minimo, è un dubbio che mi tormenta da molto tempo.

Ma veniamo al dunque. Potrebbe essere solo una fissa? In passato altre volte mi era capitata una situazione del genere con altre ragazze, a volte non ci dormivo, ma dopo pochi giorni passava.
Purtroppo mi è capitato che una volta una ragazza mi faceva continue domande sulla mia vita (peraltro era molto carina) e voleva stare sempre con me. Pensavo di avercela fatta e invece eccola che qualche giorno dopo esce con il suo nuovo fidanzato! Eppure sembrava interessata, mi faceva i sorrisi.. vabbè.

L'altro mio problema, più grande, è come raccontarle che non ho vita sociale né amici né attualmente un lavoro. Un bel biglietto di presentazione. Già perché anche se accettasse di vederci una volta mi vergognerei nel dirle cosa faccio e quanti amici abbia cioè nessuno.

Forse è meglio lasciar stare? Non vorrei che fosse una delle mie solite fisse anche se dura da troppo tempo. Poi cosa penserebbe di me nel rifarmi vivo dopo un anno? Lei potrebbe essere anche fidanzata.
Ho paura che questa sensazione sia dettata dal mio senso di disperazione dovuto alle pochissime occasioni e dal fatto che non riesco a relazionarmi con le ragazze. Forse se conoscessi più ragazze queste fisse svanirebbero o comunque sarebbero molte meno.
A volte ci piango per come sono ridotto, in generale.
Antares
Post edited by rinco92 on
«134

Commenti

  • AntaresAntares Veterano Pro
    modificato 4 August Pubblicazioni: 538
    Ammetto di non avere molto da dirti, ma ci sono tratti della tua esperienza di vita che sono dannatamente simili ai miei.

    Voglio, piuttosto, farti una domanda: per quale motivo hai un interesse specifico nei riguardi di questa ragazza? Non lo si capisce bene: è passato oltre un anno, e anche nei tempi relativamente lontani in cui vi parlavate, i discorsi si riducevano a frasi molto di circostanza. Ti attrae per una qualche peculiarità caratteriale ben definita? Oppure anche per un qualcosa di fisico, ad esempio nell'espressione del viso? Se sai rispondere a queste domande, significa che sei perlomeno un passo oltre la mera idealizzazione, e sarebbe già qualcosa (te lo dico per esperienza personale).
    rinco92Blunottevera68tierre
    Post edited by Antares on
  • rinco92rinco92 Membro
    Pubblicazioni: 49
    Ciao, non saprei con esattezza sinceramente, non mi attraeva per qualcosa di particolare, sono stato attratto in passato da ragazze più carine ma anche questa mi piaceva ma non per un motivo particolare. La vedevo educata, silenziosa e aveva un viso carino ma tutto qui.
    La mia paura è che questa forte sensazione che ho dentro sia dettata solo dalla disperazione, quando sai che ti capitano occasioni ogni 10 anni e non voglio cedere a queste fisse.

    Cosa vorresti dire con l'ultima frase del tuo intervento?
    Comunque mi fa piacere che anche un altro abbia vissuto simili esperienze, almeno non sono solo. :)
    Antares
  • rinco92rinco92 Membro
    Pubblicazioni: 49
    Si, erano frasi di circostanza ma non avevo molto tempo per parlarci.
    Purtroppo temo che sia disperazione la mia ma ho desiderio di scriverle così mi dice che non le interesso e la fissa svanisce.
  • AntaresAntares Veterano Pro
    Pubblicazioni: 538
    ho avuto due idealizzazioni: una dal 2013 al 2017, l'altra presente tuttora. la prima verteva su una ragazza con cui avrei voluto stare solo ed esclusivamente per l'immagine mentale, palesemente - e consapevolmente - diversa dalla Lei reale, che avevo creato ad hoc sulla sua persona. la ragazza di cui sono "infatuato" attualmente avrebbe potuto interessarmi, credo, anche se io non mi fossi affrettato a idealizzarla e a farci un infinito film mentale sopra. ecco cosa intendevo con l'ultima frase: se la prima ragazza avrei dovuto dimenticarla e basta, questa seconda ragazza potrei anche pensare di conoscerla, di mettermici in contatto, di interagirci, un giorno.

    non so se mi sono spiegato bene. ;)
    rinco92
  • rinco92rinco92 Membro
    modificato 4 August Pubblicazioni: 49
    Si, ti sei espresso bene, ti ringrazio.
    Mi consigli dunque di provare a contattarla nonostante le mie condizioni vergognose?
    Tra l'altro anche prendere un semplice aperitivo al bar con lei mi salirebbe un'ansia pazzesca, ecco come sono ridotto. Ma anche se entrassi da solo in un bar o locale non cambierebbe molto.
    Non so se in tali condizioni potrò ambire a qualcuna.
    Sono uno impacciato grave.
    Post edited by rinco92 on
  • AntaresAntares Veterano Pro
    Pubblicazioni: 538
    se io fossi una persona senza le problematiche che ho, ti direi: certo, contattala. ma siccome da situazioni del genere non ho ancora imparato ad uscire, ti dico: fallo solo se senti che un eventuale rifiuto non ti peserebbe eccessivamente.

    per amor di verità ho voluto dirti entrambi i pareri: sta a te cercare di vederli per quello che sono, cioè rispettivamente un pensiero equilibrato ed un pensiero intriso delle mie concezioni autosabotanti. consiglio caldamente di scegliere il primo, ma mi sentirei un buffone a limitarmi a dirti "contattala, che te frega!!!" quando sono il primo che, al posto tuo, non lo farebbe.
    rinco92Blunottemammarosannavera68
  • rinco92rinco92 Membro
    modificato 4 August Pubblicazioni: 49
    Più che altro almeno mi risponde che non le interesso e la fissa svanisce. Non ci resterei male.
    Ci resterei male, e starei probabilmente peggio, se mi dicesse che le interessavo all'inizio ma ora non più.
    Antares
    Post edited by rinco92 on
  • AntaresAntares Veterano Pro
    Pubblicazioni: 538
    E allora vai tranquillo, è una cosa che non ti direbbe mai, credo (nè se fosse effettivamente così, nè nel caso in cui non fosse così). Sarebbe quasi come un segno di sfida e di "scazzo" (del tipo "ecco, dovevi contattarmi prima, ora sono affari tuoi"), la precondizione è che lei ce l'abbia con te per qualche motivo, ma francamente non ne ravviso la possibilità.
    rinco92
  • rinco92rinco92 Membro
    Pubblicazioni: 49
    Pensa che anni fa mi ero quasi messo con una ragazza che aveva un figlio piccolo e che era in procinto di lasciarsi. E bene, dopo un po' mi dice che ci doveva riflettere (era stata lei per prima a provarci con me) e ciliegina sulla torta ho pure subìto un'aggressione verbale e fisica dal suo ex, ovviamente da buon rincoglionito non ho minimamente reagito. Alla fine è ritornata da lui.

    Per uno sfigato del genere come me è la normalità. La mia stupida testa aveva pensato che una storia del genere potesse andare avanti. Con tutti i problemi che ho di socializzazione e impaccio mi stavo per mettere con una che ha pure figli! A distanza di tempo ancora non mi capacito di come io abbia potuto pensare a una cosa del genere. Anche qui era per disperazione, la ragazza condivideva alcuni interessi con me, ci stavo bene ma in fondo non ero molto attratto.
    Però quando non si hanno tante occasioni penso che il cervello tende ad accontentarsi, anche se è profondamente sbagliato.
    Antares
  • mammarosannamammarosanna Veterano Pro
    Pubblicazioni: 511
    Ciao rinco92,
    ho letto con interesse e un pò di tenerezza ciò che hai scritto.
    Io ventott'anni li ho trascorsi da un pezzo, ormai sono una mamma.
    Ricordo però che quando ero ragazza mi sottovalutavo parecchio, proprio come mi sembra stia facendo tu.
    Non avevo amici, ero impacciata a livello sociale e se qualche ragazzo intraprendente mostrava interesse per me, automaticamente anche io ne provavo per lui, proprio perché pensavo in cuor mio di non valere niente... E dovevo accettare ciò che passva il convento.
    Se poi mi piaceva qualcuno neppure provavo a fargli capire che mi piaceva poiché davo per scontato che non gli potevo interessare.
    Così mi sono persa molte occasioni e, mi sono accontentata molte volte.
    Peccato.
    Secondo me, se questa ragazza ti piace potresti provare a contattarla e a corteggiarla.
    Potresti farla sentire importante. A volte è questo ciò che cercano le ragazze, qualcuno che le faccia sentire desiderate, speciali, uniche. Questo, non che tu abbia o meno amici, rapporti sociali, o posizione lavorativa.
    Se poi non va, pazienza!
    A voltevle occasioni vanno create.
    In bocca al lupo!
    rinco92AntaresBlunotte
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online