Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Quali parametri sono usati da NT ed ND per selezionare un partner?

Icaro89Icaro89 Colonna
Ieri sera ho dovuto sorbirmi il solito chiacchiericcio neurotipico riguardo i fatti degli altri, (non ho potuto sottrarmi visto che ormai rifiutavo di uscire da circa due mesi) e fra le varie considerazioni fatte dagli altri ce ne sono state diverse che mi hanno lasciato qualche dubbio.

Esiste per esempio la concreta possibilità che un\una NT decida di far coppia con una persona che non trova fisicamente attraente. Ciò viene pacificamente ritenuto ammissibile da quello che sento dire dagli altri. Molto curioso. Molti, poi, tengono presenti variabili come la velocità\lentezza con cui si entra in rapporti intimi, oppure il fatto che l'altra persona abbia un certo hobby piuttosto che un altro, oppure che abbia un certo giro di conoscenze, o una particolare caratteristica comportamentale; o ancora vicinanza geografica, o ancora aver trascorso materialmente del tempo insieme in spazi comuni.
Il punto di riferimento è quello informale-universitario. Forse queste variabili cambiano in altri settori sociali, per esempio ipotizzo che una persona adulta di mezza età farà più attenzione al denaro, alla casa di proprietà, all'obbligo di relazionarsi con parenti ecc, insomma cose del genere.

Ovviamente è tutto estremamente fumoso, vado a tentoni; posso provare a sondare quello che dicono le femmine perchè esse si fanno molto spesso "detentrici e depositarie" di norme sociali da rispettare e far rispettare e quindi posso più facilmente filtrarle dai loro discorsi. Invece quello che pensano i maschi è indecifrabile perchè loro sono socialmente obbligati a dire che l'unica cosa importante è il sesso, quindi le norme sociali le rispettano ma non le espliciteranno mai a voce.

La mia domanda è: sapete quali parametri oggettivi devono essere utilizzati per la selezione del partner?
Id est, quali parametri vengono effettivamente seguiti dai NT indipendentemente da ciò che risulta "a parole"?
MariAlberirondinella61
Post edited by Icaro89 on
«134

Commenti

  • anankeananke Senatore
    Pubblicazioni: 1,585
    Non so, credo sia più una questione "soggettiva".
    Tu chiedi se esistano in qualche modo dei parametri comuni e validi per la maggior parte delle persone appartenenti ad uno spettro piuttosto che all'altro ma non credo siano discorsi possibili da fare senza richiare di cadere paurosamente in errore o in considerazioni quantomeno approssimative.Poi è un pensiero mio, ma sarei curiosa di leggere il parere anche di altri utenti.

    MariAlberilunagattinarondinella61Fenice2016
  • abraxas26abraxas26 Veterano
    Pubblicazioni: 125
    Se qualcosa di oggettivo si può dire, è che il partner viene scelto in base a convenienze soggettive.
    MariAlberirondinella61
    A me bastano poche persone, anzi anche una sola o addirittura nessuna.
  • biancabianca Senatore
    Pubblicazioni: 1,380
    La penso come @oskene.
  • corneliacornelia Senatore
    Pubblicazioni: 1,185
    Mah, dai discorsi tra amiche emerge sempre che vogliamo un partner gentile, premuroso, divertente, buono e sensibile, intelligente, con tanti interessi e poi alla fine passiamo tanti anni, i più belli quelli della gioventù, insieme a degli squallidoni che si sono comportati per bene per due giorni e poi mai più e rimaniamo attaccate al ricordo di quei due giorni lì. 
    Personalmente mi sono sempre piaciuti i tipi un pò istrionici, quelli che tengono banco, che parlano bene (ma razzolano molto male, ma questo lo scopri dopo) che un pò ti rintontiscono con il loro modo di fare seduttivo "per caso". Solo per intenderci, i tipi alla Robbie Williams, divertenti, brillanti e guasconi.
    Dopo diverse tranvate in fronte ricevuti da questi tipi, chiamiamoli "simpatici mascalzoni" perchè "figli di p...." mi sembra volgare, sono arrivata finalmente ad un uomo come quello descritto all'inizio schivo e riservato da far sembrare un aspie un saltimbanco, ma molto molto affidabile e con un grande rispetto per me. Alla fine mi sono innamorata della concretezza e dell'affidabilità e sono contenta della scelta.
    Quindi per il partner definitivo i miei parametri sono stati: concretezza e affidabilità
    MariAlberiOssitocinarondinella61Landauer
  • Icaro89Icaro89 Colonna
    Pubblicazioni: 1,223
    Io volevo proprio impostare il discorso dal punto di vista oggettivo, ma forse è una mia riflessione priva di fondamento, potrei facilmente sbagliarmi.

    Per esempio ho sempre pensato che l'aspetto fisico fosse una variabile universalmente presa in considerazione. Ho pensato lo stesso anche rispetto al denaro, e poi anche rispetto all'adesione a determinati parametri che per i NT sono importantissimi per ritenerti "esistente", per esempio l'inserimento in un certo contesto sociale oppure la padronanza di uno sport, di un hobby, di una passione universalmente accettabile e stereotipizzata (che ne so tipo calcio, basket, fotografia, musica rock).

    Insomma molte volte mi è parso di vedere che le persone seguono come principio guida per scegliere il\la partner il fatto che costui\costei aderisca a determinati modelli sociali tipici di identità personale unitamente ad altri parametri sempre e comunque oggettivi (tempo, luogo).

    Un parametro molto importante mi sembra sia anche la parità di condizioni socio-economiche.

    Comunque sulla scia della risposta di @cornelia, riformulo la domanda: quali sono i vostri parametri?

  • corneliacornelia Senatore
    Pubblicazioni: 1,185
    Icaro le cose che hai scritto tu sono tutte azzeccate al 100%, le hai individuate tutte. Poi c'è un qualche cosa di soggettivo, che si crea in base anche alle tue esperienze sentimentali che ti fa deviare un pò da queste cose. 
  • anankeananke Senatore
    Pubblicazioni: 1,585
    Bella domanda:) per quanto mi riguarda è difficile dirlo. Semplicemente è necessario un feeling particolare (e perciò parlo di qualcosa che parte dall'interno) che per me è sempre stato, devo dire, alquanto difficile trovare. Eppure forse in fondo, è proprio questa difficoltà a rendere speciale il momento in cui invece finisci per trovarla:)

    MariAlberi
  • biancabianca Senatore
    Pubblicazioni: 1,380
    L'affidabilità e l'understatement. Le qualità di un uomo voglio scoprirle io, non me le deve elencare lui. Quanto alla parità economica, no, non la ritengo prioritaria: se incontrassi un uomo ricco, potrei anche passarci sopra, LOL! :-))
  • MeiMei Veterano
    Pubblicazioni: 548
    Mah... sei giovane (beato te!), quindi non so. Chiedi sulla base di storie passeggere o sulla scelta di una storia di lungo corso? Perché è chiaro che nel primo caso forse l'attrazione fisica la fa più da padrona.



    Nella mia esperienza, i parametri sono una comunanza nel vedere il mondo (sono stata, ma credo difficilmente avrei potuto sopportarlo vita natural durante, con una persona dalle idee politiche totalmente avverse alle mie - ma Giorgio Gaber e Ombretta Colli hanno vissuto felici e contenti quindi mai dire mai), in pratica ho scelto una persona con cui c'era sintonia di pensiero (e con cui ancora ad oggi pensiamo spesso all'unisono).


    Fisicamente è bruttarello, ti dirò, ma la cosa non mi ha mai toccato più di tanto, anzi devo dire che io lo trovo comunque bellissimo :D

    Aggiungo che io che ho sempre amato i capelloni ho sposato un pelato, perché sì alla lunga i capelli possono anche cadere e ho preferito andare più alla sostanza che non alla forma.

    A 22 anni magari anche l'occhio sarebbe stato più attento, credo.

    Il ragionamento di @cornelia non fa una piega, anche se dimostra di non essere stata vittima, come la maggior parte delle donne della mia generazione, della terrificante sindrome da crocerossina di Candy Candy in cui ti scegli uno bello e dannato convinta che l'amore tuo lo salverà (inutile aggiungere che nella vita reale non funziona


    :-)
  • LeChatLeChat Neofita
    Pubblicazioni: 155
    Ci sono 3 parametri: bellezza, denaro, personalità.
    Una donna cerca la media più alta ovvero quell'uomo che magari primeggia in una delle tre (per ex, è facoltoso), ma non è a zero nelle altre due (per ex. non è così brutto).

    La bellezza per le donne conta, ma diversamente dagli uomini (ho raccolto parecchi dati al riguardo): per le ragazze le bellezza è più qualcosa che si avvicina al fascino, diversamente dagli uomini che tendono verso la bellezza iconica del momento.

Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online