Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Teoria della mente e domande personali

Ieri sera, navigando in internet alla ricerca di un test online attendibile sulla teoria per la mente, ho trovato un articolo in PDF intitolato: La Teoria della Mente nell'adulto: applicazioni di prove complesse di falsa credenza, (mi spiace ma non riesco a copiare il link qui),  scritto da una psicologa, una certa Federica Confalonieri. 
Prendendo spunto da questo articolo, ho pensato di sottoporvi il seguente test.
 Mi piacerebbe che voi risolveste questi due....problemi? (Non so come chiamarli), cronometrando il tempo che impiegate per risolvere ciascuno, e che poi rispondeste alle domande che io ho aggiunto sotto.
I problemi non li ho inventati io, ma le domande alla fine sì, non ho neanche letto tutto l'articolo perché non ne avevo voglia...
So che questo "test" non ha nessuna attendibilità scientifica, ma vorrei sottoporvelo per mia pura curiosità.
Per favore, vorrei che voi leggeste queste due storie e che provaste a rispondere alle domande:







         La Scommessa (di A. Antonietti)


  • Ambrogio e Berto sono a un casinò seduti a un tavolo uno di fronte
    all’altro. Sul tavolo ci sono due coppe di ottone capovolte. Tra Ambrogio
    e Berto c’è uno schermo che impedisce a Berto di vedere che cosa fa Ambrogio.


  • Ambrogio nasconde una banconota da 100 euro sotto una coppa senza
    essere visto da Berto. Se Berto indovinerà sotto quale coppa la banconota è stata nascosta, la banconota sarà sua; diversamente dovrà dare lui ad
    Ambrogio 100 euro. Carlo, che è alle spalle di Ambrogio, ha visto dove
    Ambrogio ha nascosto la banconota e, pensando che nessuno lo veda, lo
    segnala a Berto.


  • In realtà Danilo ha visto Carlo segnalare la posizione della banconota a
    Berto e, con cenni che nessuno vede, fa capire ad Ambrogio che Carlo ha
    suggerito a Berto sotto quale coppa è nascosta la banconota. 

  • Domande:

      1. Berto sa dove è nascosta la banconota?
    12. Perché?
    13. Danilo sa che Berto è a conoscenza di dov’è la banconota?
    14. Perché?
    15. Berto sa che Danilo sa che Carlo sa dov’è la banconota?
    16. Perché?

    17. Ambrogio sa che Carlo è a conoscenza che Berto è informato di dov’è la banconota?

      8. Perché?

    19. Ambrogio sa che Carlo è a conoscenza che Danilo è informato che Berto
    sa dov’è la banconota?

     10. Perché?


    I Fratelli (di A. Antonietti)

    Andrea ha invitato l’amico Boris a trascorrere una vacanza nella villa dei
    propri genitori. Dopo qualche giorno il padre di Andrea, sulla base di informazioni che ha acquisito sulla vita di Boris, sospetta che Boris sia il figlio che ha avuto da una relazione extra-coniugale, e quindi potrebbe essere il fratellastro di Andrea. Dopo qualche giorno ancora, precisamente martedì, la madre di Andrea trova una lettera in cui la madre di Boris
    confessa che Boris è nato in seguito alla sua relazione con il padre di Andrea. La madre di Andrea getta la lettera nel camino. Per un caso fortuito 
    la lettera non viene bruciata dalle fiamme e Andrea, che ha visto la mamma buttarla nel camino, il giorno dopo (mercoledì) la recupera e la legge.
    In realtà la lettera è falsa: è stata scritta dal padre di Andrea (che voleva
    vedere come la moglie avrebbe reagito apprendendo di una presunta relazione extra-coniugale del marito) ed è stata messa apposta in un luogo
    tale che la moglie lo potesse trovare. Quando giovedì Andrea rilegge con
    attenzione la lettera, si accorge che la calligrafia è quella del padre e quindi la ritiene falsa.

    Domande:

    1. Martedì Andrea sa che Boris è suo fratellastro?

    2. Giovedì Andrea pensa che Boris sia o non sia suo fratellastro?

    3. Mercoledì Andrea pensa che sua madre sappia o non sappia che Boris è 
    suo fratellastro? 

    4. Perché?

    5. Mercoledì Andrea pensa che suo padre sappia che sua mamma crede che
    Boris sia fratellastro di Andrea?

    6. Perché?


    7. Martedì, il padre di Andrea che cosa pensa che sua moglie pensi che lui 
    sappia di ciò che lei pensa circa Boris? 

    8. Perché?

    9. Giovedì Andrea pensa che suo padre pensi che sua madre pensi che suo
    padre pensi che sua madre pensi che Boris è o non è fratellastro di Andrea?
     

    Mie domande:

    -1 Avete avuto maggiore difficoltà a risolvere:

    a) Il primo problema

    b) Il secondo problema

    c) Entrambi

    -2 Vi è stato più difficile:

    a) Ricordare quali fossero i nomi dei personaggi

    b) Mantenere la concentrazione

    c) Capire il senso delle domande

    -3 Che cosa visualizzavate mentre risolvevate i problemi? (Se visualizzavate, io immagino di si...)

    -4 Quanto tempo avete impiegato per risolvere il primo problema? (Se l'avete risolto)

    -5 Per risolvere il secondo?

    -6 Per risolverli entrambi?


    "Piccolo" dettaglio: purtroppo non sono riuscita a trovare le soluzioni, ma pazienza: proverò a confrontarle con le mie...

    :-??

    Vi prego di perdonare la mia poca professionalità. 

    Grazie a tutti per l'attenzione.


«13

Commenti

  • IggyBlueSaturnIggyBlueSaturn Veterano Pro
    Pubblicazioni: 539
    Scusate per l'OT.
    Visto che in ogni discussione su questo forum riguardante l'asperger o l'autismo contiene 'teoria della mente'. Qualcuno potrebbe spiegare cos'è? Su vari siti internet (tra cui wikipedia) non si capisce bene :/

  • Speranza9Speranza9 Andato
    Pubblicazioni: 579
    IggyBlueSaturn ha detto:

    Scusate per l'OT.

    Visto che in ogni discussione su questo forum riguardante l'asperger o l'autismo contiene 'teoria della mente'. Qualcuno potrebbe spiegare cos'è? Su vari siti internet (tra cui wikipedia) non si capisce bene :/
    È molto difficile da spiegare in effetti...anche io penso che, dai siti, non si capisca bene che cosa sia ma, basandomi su tutto quello che ho letto, posso capire che, in parole povere, è quella cosa che ci consente di provare empatia, di metterci "nei panni degli altri" e di riuscire a riconoscere e distinguere le nostre dalle altrui emozioni. È quella cosa che, secondo alcune teorie, è "difettosa" nelle persone autistiche (che infatti hanno problemi con l'empatia cognitiva).
    IggyBlueSaturn
  • PavelyPavely Andato
    Pubblicazioni: 3,350
    La teoria della mente è un ipotesi legata alla possibilità del linguaggio.

    Cioè: non è possibile il solo linguaggio verbale o scritto. Qualsiasi cosa ascoltiamo o leggiamo per avere un significato deve incontrare un'ipotesi di interpretazione.

    In lingua italiana, effettivamente, esiste la traduzione di ToM (Theory of mind) ed è - appunto - interpretazione di un testo o di un discorso. Chi studia l'autismo - partendo da una teoria filosofica degli anni settanta di Van Orman Quine - afferma che le persone nello spettro (noi) leggiamo o ascoltiamo senza capire veramente il senso e senza poter arrivare a capirlo (l'"in sé" e il "dinamico").

    La ToM implica - ad esempio - che se una persona saluta un autistico con un cenno o con una parole gergale che lui non ha mai ascoltato prima e che non gli è stata spiegata allora non potrà mai capire. Tipo: supponiamo che un autistico non conosca il modo di salutarsi dei romani "Bellà zì!".

    Secondo la Teoria della mente, percepirà qualcosa come 'bellazzì'... e questi suoni non significheranno nulla per lui e lui non sarà capace di dargli alcun significato.

    Nei fatti, i Neurotipici esprimono le emozioni attraverso le parole e i gesti. Ma in entrambi i casi, se la persona autistica non conosce il significato proprio di questi, non può arrivare ad 'intuirli'. Chiunque capisca una parola straniera o non conosciuta senza una spiegazione razionale e svolta allora viene indicato come neurotipico.

    Ad esempio: se un neurotipico incontra un americano che dice "Hai Gai" (Litt. Hi guy) e alza la mano destra... anche se non conosce il significato di ciò che ha sentito comprende che è un saluto. Un autistico no. E magari va avanti, continua a camminare...

    §

    Negli anni ottanta, appunto, i filosofi e il gruppo di Cambridge capitanato da Uta Frith iniziarono a parlare di autismo proprio in termini di ToM.

    §

    In verità, il tutto nasce dalla passione di Alan Leslie per la Modularity of mind, la 'mente modulare'.

    Quindi, il pensiero di Jerry Fodor o di Van Ormon Quine.

    §

    Sinceramente: la ToM è una stupidaggine grossa come una casa.

    E io sono molto, molto, critico verso di essa.

    Solo ALCUNI tipi di autismi non rispettano la ToM.

    E sono veramente pochi (ma neanche il 30%).

    §

    In verità, se c'è linguaggio, c'è ToM.

    E non solo linguaggio verbale ma anche (ovviamente) corporeo e semantico (paraverbale).

    Cioè: la Frith, Baron Cohen e Leslie partirono da una principio che esistono due linguaggi: verbale e non verbale.

    Oggi, sappiamo che non è vero.

    Dai primi anni duemila, i linguisti hanno aggiunto una terza categoria: il linguaggio paraverbale.

    Tutto qui.


    Speranza9MalinalligiovannaNemoAJDaisyresetAndato_52SapidCheese
  • aspirinaaspirina SymbolAndato
    modificato February 2016 Pubblicazioni: 3,054
    semplice semplice
    Speranza9MalinalliAJDaisyrondinella61SapidCheese
    Post edited by aspirina on
    Alla fin fine, amici, ecco la verità: è tutta una supercazzola
  • Speranza9Speranza9 Andato
    Pubblicazioni: 579
    aspirina ha detto:


    @aspirina

    Interessante...però quelle inquadrature mi fanno davvero venire la nausea 
    :-S
    SapidCheese
  • aspirinaaspirina SymbolAndato
    Pubblicazioni: 3,054
    @Sharon, non è il massimo come video. Grosso modo rendono l'idea, ma a livello tecnico sono piuttosto grezzi. :-<
    Speranza9
    Alla fin fine, amici, ecco la verità: è tutta una supercazzola
  • Speranza9Speranza9 Andato
    modificato February 2016 Pubblicazioni: 579
    Vi faccio notare che nessuno ha ancora fatto il mio test :(
    Post edited by Speranza9 on
  • resetreset SymbolAndato
    modificato February 2016 Pubblicazioni: 2,151
    Sharon ha detto:

    Vi faccio notare che nessuno ha ancora fatto il mio test :(

    Volevo fare il test, ma da domenica sono malinconica e demotivata, ho la sensazione di sbagliare tutto, e mi son detta... seee fai pure il test.. tanto sbagli pure quello...
    Speranza9amigdala
    Post edited by reset on

  • Meshuggah86Meshuggah86 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 705
    Prima scrivo le mie, poi confronterò con le altre. Premetto che aver studiato latino cambia molto nella mente di una persona; nel mio caso, se non l'avessi fatto, le risposte sarebbero state nettamente diverse.

    La scommessa:
    1. Non è chiaro.
    2. C'è scritto che Carlo segnala a Berto di aver visto dov'è la banconota, ma non che gliel'ha anche detto. E secondo me la chiave di lettura di tutto è questa.
    3. Crede di saperlo
    4. Ha visto Carlo segnalare qualcosa a Berto ed evidentemente ritiene che sia esattamente la posizione. Ma questo non lo sappiamo neanche noi.
    5. Berto non ne ha idea.
    6. Danilo ha fatto cenni che nessuno vede, non c'è scritto altro.
    7. Crede di saperlo
    8. Sa quello che sa Danilo.
    9. No
    10. Nulla fa pensare che Carlo se ne sia accorto.
    I fratelli
    1. Nulla di quanto scritto lo lascia pensare, ma può darsi.
    2. Se prima non lo sapeva, adesso ritiene di no.
    3. Dipende.
    4. Ha visto che la mamma l'ha buttata nel camino, quindi se presume che l'abbia letta, si. Ma questo non lo sappiamo.
    5. No
    6. Mercoledì Andrea ha solo visto la mamma buttare la lettera nel camino, mentre non ha potuto apprezzare come il padre si è posto rispetto alla faccenda.
    7. Non è chiaro.
    8. Non viene detto se ha visto sua moglie con la lettera in mano ono, nè se ha controllato dove l'aveva lasciata per capire se lei l'aveva letta.
    9. Non è dato saperlo con certezza: nessun'interazione tra Andrea e suo padre è chiara nel testo; si presumerebbe di no se fosse avvenuto solo quanto scritto.
    Ora risponderò alle tue domande:
    1. Il primo
    2. Mantenere la concentrazione
    3. Le scene! Vedevo ogni persona, la banconota, la lettera, etc...
    4. Non ho cronometrato, ma è stata una cosa lunga
    5. Un paio di minuti
    6. Mah forse mezz'ora in tutto
    Speranza9
    Re-motivate me, I'm all there is to be - An omnipotent being so complete in my diversity
  • riotriot Moderatore
    Pubblicazioni: 6,141
    Questi test si chiamano di "falsa credenza".


    La scommessa

    1. Berto sa dove e' nascosta la banconota? Si
    12. Perché Carlo glil'ha segnalato
    13. Danilo sa che Berto è a conoscenza di dov’è la banconota? Si
    14. Perché ha visto Carlo segnalarglielo
    15. Berto sa che Danilo sa che Carlo sa dov’è la banconota? No
    16. Perché Danilo ha fatto cenni ad Ambrogio che nessun'altro ha visto
    17. Ambrogio sa che Carlo è a conoscenza che Berto è informato di dov’è la banconota? Si
    18. Perché Danilo glielo ha segnalato
    19. Ambrogio sa che Carlo è a conoscenza che Danilo è informato che Berto sa dov’è la banconota? No
    10. Perché Danilo ha fatto cenni ad Ambrogio che nessun'altro ha visto


    I Fratelli
    1. Martedì Andrea sa che Boris è suo fratellastro? No
    2. Giovedì Andrea pensa che Boris sia o non sia suo fratellastro? Si
    3. Mercoledì Andrea pensa che sua madre sappia o non sappia che Boris è suo fratellastro? Si
    4. Perché il martedì ha visto la mamma buttare la lettera nel camino
    5. Mercoledì Andrea pensa che suo padre sappia che sua mamma crede che Boris sia fratellastro di Andrea? No
    6. Perché ancora non ha scoperto che la lettera l'ha scritta suo padre
    7. Martedì, il padre di Andrea che cosa pensa che sua moglie pensi che lui sappia di ciò che lei pensa circa Boris? che è il figliastro del marito
    8. Perché nella lettera la madre di Boris racconta della relazione avuta col marito di lei    
    9. Giovedì Andrea pensa che suo padre pensi che sua madre pensi che suo padre pensi che sua madre pensi che Boris è o non è fratellastro di Andrea? No
    10? Perché la madre non sa che il padre è a conoscenza della lettera


    Mie domande:

    -1 Avete avuto maggiore difficoltà a risolvere:

    b) Il secondo problema


    -2 Vi è stato più difficile:

    a) Ricordare quali fossero i nomi dei personaggi

    c) Capire il senso delle domande


    -3 Che cosa visualizzavate mentre risolvevate i problemi? (Se visualizzavate, io immagino di si...) tutto: i peronaggi, le posizioni, i volti, le stanze ecc.

    -4 Quanto tempo avete impiegato per risolvere il primo problema? (Se l'avete risolto) 3 minuti

    -5 Per risolvere il secondo? 6 minuti (l'ultimo questito è complesso)

    -6 Per risolverli entrambi? 9 minuti

    Speranza9

Accedi oppure Registrati per commentare.
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online