Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Steve Silberman: The Forgotten History of Autism

Semir78Semir78 Andato
modificato February 2017 in I pionieri
È da qualche giorno che leggo questa notizia. Dubito che @wolfgang non ne sia a conoscenza, però ho cercato sul nostro forum con la funzione "cerca" e anche con Google per vedere se c'era su altri siti italiani, ma non c'è niente.
Mi sembra interessante, perciò... eccola  qua:
Steve Silberman ha scritto un nuovo libro, uscito da poco, per ora solo in inglese: NeuroTribes.


La parte interessante è che Hans Asperger e Leo Kanner non fecero le scoperte simultaneamente all'insaputa l'uno dell'altro, ma Silberman da una spiegazione: Georg Frankl era il diagnostico di Hans Asperger e nel 1938, essendo ebreo, fuggì negli USA, a Baltimora precisamente. Fu aiutato da Leo Kanner di cui ne diventò assistente al Johns Hopkins Hospital di Baltimora. Coincidenza? 

Il libro è già tra i best sellers secondo il New York Times.

Non cambia niente nelle diagnosi attuali o nei DSM-IV o DSM-V, ma è interessante capire come fu "concepito" l'autismo fino agli anni '70. Secondo Leo Kanner, basandosi sui suoi criteri diagnostici, in tutto il mondo c'erano solo 150 casi di autismo. Poi grazie a Lorna Wing, che definì la teoria di Kanner come "maledettamente stupida", si arrivò alla (ri)scoperta della Sindrome di Asperger. 
Fu una fortuna che il marito di Lorna Wing conoscesse il tedesco: fu lui a tradurre i testi di Hans Asperger! 

C'è anche un video di marzo 2015 di Steve Silberman al TED che spiega tutto in 13 minuti:


Steve Silberman conclude il video dicendo: "Stiamo navigando verso un futuro incerto,bisogna che ogni intelligenza umana del pianeta lavori insieme per affrontare le sfide che abbiamo davanti come società. E non possiamo permetterci di sprecare neanche un cervello."
mandragola77MalinalliAndato46Andato_52riot
Post edited by riot on

Commenti

  • GrizliGrizli Veterano
    Pubblicazioni: 288
    Ciao, vi segnalo che il libro è ora tradotto in italiano e uscirà nei prossimi giorni. :-)
    mandragola77
  • PavelyPavely Andato
    modificato October 2016 Pubblicazioni: 3,350
    E' interessante notare come Hans Asperger scrisse della genialità di suor Viktorine Zak nella sua clinica.
    Se un bambino aveva un Tantrum, la Zak sapeva rimanere calma in modo ascetico e trasmetteva a tutti i bambini una serenità e una forza unica.
    Era lei ad organizzare le terapie e teneva numerosi momenti di aiuto per i piccoli pazienti durante il giorno.

    Sappiamo che la Zak conobbe Frankl (fecero in comune un lavoro di ricerca su Erwin Lazar).

    Probabilmente, Frankl non copiò da Asperger.

    Probabilmente, Frankl, Asperger e Kanner copiarono le idee della Zak.

    §

    In verità, non si potrà mai sapere quale sia la risposta.

    Tutti gli scritti, i documenti, le osservazioni, le prove, moltissime fotografie di suor Zak furono distrutti nei bombardamenti di Vienna.

    Le testimonianze dei "piccoli pazienti" non furono mai raccolte chiedendo se gran parte della concettualizzazione dell'Asperger fosse da attribuire a lei.

    §

    Comunque, avendo letto il lavoro che la Zak fece con Frankl e la Bruck e la Weiss, io mi chiedo PERCHE' sia Asperger sia Frankl corrispondessero alla pari con lei.
    Nella Vienna del tempo, era cosa rara un rapporto paritetico.

    §

    Io tifo per la Zak.

    E per le sue intuizioni.

    E, soprattutto, per la sua terapia.

    Quella che metteva in campo (con grandi successi) per guarire in nostri "fratelli" negli anni trenta.


    Landauer
    Post edited by Pavely on
  • GrizliGrizli Veterano
    modificato October 2016 Pubblicazioni: 288
    Credo che Zak fosse un genio. E mi commuove fino alle lacrime sapere che è morta proteggendo fisicamente i bambini mentre la Kinderlinik crollava. Credo che nella clinica di Vienna si sia creata una di quelle magiche coincidenze di persone e di menti (mi vengono in mente i Beatles, anche se non c'entra nulla) in cui una serie di persone geniali per motivi diversi si trovano a interagire e fanno nascere un flusso di materiale nuovo, maturo per l'epoca (penso alla Vienna dell'epoca), "tirandolo fuori" dal marasma generale.

    @Pavely non so se hai letto il libro. Secondo me è molto interessante il tentativo di fare chiarezza proprio sulla questione (Zak) - Asperger - Kanner, con Frankl come trait d'union. Credo che, pur con qualche forzatura, Silberman ci sia riuscito molto bene.
    mandragola77
    Post edited by Grizli on
  • PavelyPavely Andato
    modificato October 2016 Pubblicazioni: 3,350
    No, @Grizli non ho letto il libro.
    E in questo periodo della mia vita non posso permettermi economicamente di comprarlo.

    Metto un cuore grandissimo accanto alle parole con cui parli della Zak
    mandragola77
    Post edited by Pavely on
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online