Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

L´Autismo mi ha resa libera di essere me stessa

wolfgangwolfgang SymbolModeratore
modificato July 2015 in Advocacy e Neurodiversità

L´Autismo mi ha resa libera di essere me stessa


La sedicenne Rosie King é coraggiosa, impertinente e Asperger.


Autore: Rosie King

Traduzione: Eleonora Brembilla

Revisione: Niccoló Porcellato



Articolo originale ripreso da TED: How Autism freed me to be myself

Le persone sono cosí spaventate dalla diversitá che cercano di far entrare ogni cosa nella loro piccola scatola dandogli una specifica etichetta. Quello che vuole sapere é: perché sono tutti cosí preoccupati di essere normali? Lancia un appello a tutti i bambini, genitori, insegnanti e persone per celebrare l´unicitá. E´ un sentito testamento per il potenziale della diversitá umana.






Non l´ho detto a tante persone, ma nella mia mente, ci sono migliaia di mondi segreti che si muovono tutti insieme. Sono anche autistica.


Guarda video >>

ValentaSveztaiMoodPhoebediegoEuniceRobKAmelieEdy59ZenzeroSemir78
Post edited by wolfgang on
Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.

Commenti

  • awanawaskawanaawanawaskawana Membro Pro
    Pubblicazioni: 93
    Quanto mi ritrovo con la questione  "camminare tra due mondi" e di quanto questa ha ed influisce ancora a scuola dove vengo continuamente accusato di fissare il vuoto.
    SheldonEdy59Semir78
  • zrinkazrinka Membro Pro
    Pubblicazioni: 57
    Meravigliosa testimonianza!!!
    Riconosco tanto di mio figlio e della sua creatività sia nel disegnare che suonare il violino...
    Vorrei che anche mia figlia, la maggiore, imparasse ad essere libera con se stessa e gli altri!! Io lo sono sempre stata, mio marito e i miei figli pensano anche troppo.. E alla fine sono troppo strana ma io dico come al solito: e chi se ne fregaaaa!!! Vivo x il giorno che lo diranno anche i miei due figli più grandi!!! Grazie x l'articolo cmak
    wolfgangEdy59Semir78
  • diegodiego Veterano Pro
    Pubblicazioni: 1,136
    molto bello, grazie @wolfgang
    Edy59
  • iMoodiMood Andato
    Pubblicazioni: 474
    Bellissima storia, mi ricorda molto da vicino la mia vita. O meglio, le mie vite.
    Non so perché ma leggere testimonianze di altre persone mi aiuta molto, mi fa sentire meno sola, soprattuto in casi come questi in cui le esperienze sono molto vicine alle mie.

    La ragazza è veramente molto coraggiosa, ammiro molto la sua scioltezza nel parlare di questo tema che, purtroppo, per me è un tabù. Se dovessi fare io una intervista del genere mi limiterei a dire cinque parole in croce.
    Credo che la sua situazione familiare la agevoli molto, vivere in una famiglia in cui non sei il solo autistico di casa probabilmente ti fa crescere in maniera più fluida. Mi spiego: i miei genitori mi hanno sempre protessa, sostenuta, aiutata con un occhio di riguardo rispetto al mio fratello NT. Ed hanno avuto questo stesso occhio di riguardo anche nel gestire le problematiche "comuni" nei ragazzi: i problemi che riguardavano me, sebbene identici a quelli che riguardavano anche mio fratello, erano sempre prioritari da gestire e risolvere.
    Questo non solo da parte dei miei genitori ma anche da parte degli altri adulti della famiglia e di mio fratello stesso. Attribuisco a questo sia un valore molto positivo, perché sono cresciuta sentendomi bene accettata da una cerchia molto ampia di persone, ma anche un po' negativo perché non ho avuto modo di affrontare da sola alcune problematiche della vita usuale, come tutti gli altri bambini e ragazzi.

    La vita di Rosie non è così, da come posso immaginare. Paradossalmente, vive nella sua famiglia in maniera libera e questo, secondo me, l'ha resa così forte.
    La presenza di altri autistici in casa, ma anche nella cerchia delle amicizie, secondo me è fondamentale.
    Tempo fa qui sul forum ho letto un commento, assolutamente sarcastico e privo di cattiveria, in una conversazione in cui sembrava che qui sul forum ci piangessimo addosso prendendo spunto dai problemi degli altri, dicendo che gli stessi problemi li abbiamo anche noi. Ecco, credo che questo sia l'effetto dell'essere circondati da altre persone come noi. Il poter sentirsi "consueti" in un certo gruppo di persone ci dà, secondo me, la forza di parlare di noi e delle nostre caratteristiche. E questo è molto bello.

    Non so se si capisce quello che voglio dire, spero di sì.
    Grazie @wolfgang per aver condiviso questo articolo.
    wolfgangEuniceAmelieAlleliParalleliEdy59Semir78
    "Voglio dedicare un pensiero anche a tutti i bambini, soprattutto a quelli che si sentono un po’ strani e diversi, che non vengono accettati fino in fondo, e che si fanno notare per i motivi sbagliati. Non essere uguali agli altri è ok. Continuate a credere in voi stessi, come insegna la mia storia alla fine malgrado tutto ciascuno può trovare la sua strada." - Zlatan Ibrahimovich
  • PavelyPavely Andato
    Pubblicazioni: 3,350
    E' una testimonianza bellissima, vera, commovente.

    La prima cosa che ho pensato guardandola in video è stata: "Ha dei tratti come una piccola elfo".

    Ciò che dice, della fantasia, della ricchezza del mondo interiore, la trovo verissima e so come mi rispecchi in pieno.

    Identità che conosco li dove chiarisce, in modo chiarissimo, come esistano tantissimi autistici che no, non possiedono alcuna dote superiore riguardo il calcolo o la conoscenza della tecnologia.

    (Grazie David)
    wolfgangAmelieAlleliParalleliEdy59Semir78
  • AuratusAuratus Veterano
    Pubblicazioni: 165
    Testimonianza davvero bellissima e utile.
    Mi è piaciuto molto il modo in cui è riuscita a descrivere con una semplicità meravigliosa l'autismo e come lei lo viva. E ho trovato straordinario il fatto che sia stata capace di scherzare davanti al pubblico del Ted. 
    AlleliParalleliEdy59Semir78
  • Edy59Edy59 Membro Pro
    Pubblicazioni: 58
    Grazie per questa testimonianza veramente splendida, positiva e utile. Grazie @wolfgang di averla condivisa con noi.
  • ZenzeroZenzero Veterano Pro
    Pubblicazioni: 645
    Grazie anche da parte mia. :-)
  • Semir78Semir78 Andato
    modificato August 2015 Pubblicazioni: 1,101
    Grazie @wolfgang per avermi fatto conoscere Rosie King. 
    Mi ha molto emozionato poiché sono 4 o 5 giorni che sto ri-analizzando la mia infanzia con una mentalità più critica e mi ha fatto molto bene sentire le parole di Rosie. 
    Quello che che mi ha colpito è il fatto che Rosie, con una semplicità disarmante, in soli 6 minuti sia riuscita a spiegare che sotto lo "strato" di un autistico c'è una persona "normale". In pratica ha spiegato cosa accade quando siamo in mondo tutto nostro. All'apparenza sembriamo "catatonici", assenti fuori dal mondo. No, non è così. La sua spiegazione del suo mondo parallelo dovrebbero spiegarlo ai genitori con bambini autistici (HFA, ovviamente), che vedendo quei comportamenti nei loro figli, potrebbero capire che non c'è (quasi) niente di allarmante: "Ci siamo solo rifugiati nel nostro mondo per un po', per rilassarci. Tranquilli, torniamo subito!

    -----------

    Ho visto video nel sito del TED, ma su Youtube i commenti sono irritanti: "Lei non autistica, è troppo normale", "Probabilmente si auto-diagnostica l'autismo e poi i genitori l'hanno spinta per fare il documentario e scrivere il libro

    Altri 4 commenti non tradotti:
    "She just strikes me as one of the many people who are introverted, and socially awkward, yet misinterpret that for autism"
    "Ok, so she is mentally retarded. Great, moving on."
    "This is just self-admiration."
    "She just strikes me as one of the many people who are introverted, and socially awkward, yet misinterpret that for autism."

    Il brutto è che questi commenti hanno molti "pollici in sù", ma per fortuna hanno le risposte che meritano. Penso alla frase di Einstein: "È più facile spezzare un atomo che un pregiudizio."

    ------------

    Come ho scritto sopra sto ri-analizzando la mia infanzia, l'adolescenza e anche i tempi più recenti. Poi vorrei scrivere un post perché ho il forte sospetto che io sia stato diagnosticato da bambino. Ho cominciato a parlare a 3 anni e mezzo e i primi due d'asilo li passano a piangere in un angolo. Purtroppo dai miei genitori non riesco a tirar fuori niente: tagliano il discorso. Forse per loro è un tabù? Quei ricordi sono dolorosi? Cercherò una strategia per capire cosa mi accadde nei primi 5 anni. Ma non devo fare azioni impulsive, non sono dell'umore adatto e farei degli errori come far riemergere momenti dolorosi soprattutto in mia madre.
    È proprio per questo motivo che il video di Rosie King mi ha fatto molto bene, perché solo adesso capisco che gli altri mi hanno sempre trattato da diverso, spesso approfittandosi di me (a lavoro per esempio) e so cosa significa sentire la compassione nei miei confronti "Poverino è strano, sta sempre da solo" o peggio sentire due persone da un altro ufficio "Avete visto Semir78 com'è fuori di testa! Ma quello che roba prende?" "Questo lavoro non lo vuole fare nessuno dell'ufficio: facciamolo fare Semir78, tanto lui non si lamenta!"
    Il commento più "gettonato" usato verso di me era "scemo".

    Quando Rosie ha detto che il più bel complimento che lei abbia mai avuto è stato "WOW! Sembri normale" allora ho capito cosa significa provare il pregiudizio degli altri: sono coltellate dolorose che fanno fatica rimarginarsi. Rosie, però non si deprime e non si arrabbia per questo, anzi... usa questi pregiudizi per capire chi è degno della sua amicizia e chi no.
    Rosie mi ha fatto capire che di fronte all'incomprensione (ma sarebbe più giusto dire ignoranza) delle persone lei riesce a reagire senza rabbia, senza che la sua autostima si abbassi e senza mettersi una maschera per avere l'approvazione altrui.  
    Insomma, mi ha dato molta forza che è quello che avevo bisogno proprio in questi giorni.
    Grazie ancora Wolfgang e anche a @iMood per il suo bel post. :)

    P.S. è un lungo post, lo so, ma ci tenevo a scrivere questo, perché l'ho già visto almeno venti volte da ieri sera e sono 7 giorni che dormo 3 ore a notte quando va bene. Stanotte, non avendo preso sonno, alle 3:42 mi sono alzato e ho rivisto il video. Questo era solo per giustificare a voi la lunghezza del post.

    Un saluto a tutti e scusate ancora se ho scritto troppo. :)

    aspirinawolfgangEuniceMikiSveztaMalinalli
    Post edited by Semir78 on
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online