Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Forse ho capito il segreto dei neurotipici

2

Commenti

  • tipoatipicotipoatipico Membro
    Pubblicazioni: 42
    Secondo me NT e ND sono due estremi teorici con cui nessuno si può identificare pienamente..... Stiamo tutti nel mezzo, con le nostre caratteristiche tipiche di una delle due parti ma anche con quelle eccezioni che ci distinguono e ci rendono unici.....

    Credo sia il contesto migliore per dire che ho respirato in molti interventi un'aria di "rivalità" tra i due mondi..... e onestamente lo trovo sbagliato perché l'accettazione, anzi la consapevolezza della diversità dovrebbe farci ragionare in maniera diversa.

    Colgo anche l'occasione per farvi una domanda che da un po' mi tormenta........ ma che rapporto c'è tra Asperger ed empatia?
    Se non ho capito male una caratteristica peculiare di questa personalità è proprio la mancanza di empatia (e nel mio caso il racconto di un aneddoto dove ho mostrato scarsa empatia verso mia moglie ha contribuito ad individuare in me alcuni caratteri aspie.... anche se onestamente ho sempre sentito di essere in generale esageratamente empatico).
    Monica76Andato46Corocottas
  • giovannagiovanna Colonna
    Pubblicazioni: 3,900
    Swift ha detto:

    Alcuni mesi fa ho aperto una discussione sulla telepatia. Se ci fosse, tutti questi ragionamenti sulla malafede o la buonafede sparirebbero. Saremmo davvero tutti "in campo aperto", ma tutti allo stesso modo, e quindi si creerebbe, secondo me, un equilibrio di tipo superiore. Peccato che non esista.




    Troveremmo il sistema di controllare anche il pensiero, anche per una questione di privacy:)
    Andato46
    Sono quella che ha creduto sempre che fosse la chioma di un albero al tramonto e invece era un orso
  • DomitillaDomitilla Senatore
    Pubblicazioni: 3,037
    Quello di @Icaro89 più che una generalizzazione lo vedo come uno sfogo e una richiesta di consolazione dopo un'ennesima delusione.
    Probabilmente c'è chi sogna ancora l'happy hending (io sicuramente), nonostante la realtà sia ogni volta diversa.
    Si genera delusione, che poi sfocia in rabbia e ansia per risolvere il problema, meglio se alla radice.
    Dicono "se non puoi combatterli, unisciti a loro" e in un momento di rabbia autolesionistica (e qui dovremmo sapere più o meno tutti di cosa stiamo parlando, soprattutto chi ha avuto meltdown "scenografici") la tentazione di ripagarli con la stessa moneta c'è.
    Anche se sappiamo che non è quello che si vuole davvero.
  • Andato34Andato34 SymbolAndato
    Pubblicazioni: 4,027
    @Icaro89

    Magari i neurotipici sono più consapevoli del male che fanno, ma questo non implica che ne facciano di più.

    Ad esempio io penso sempre di essere così O:-) ma ho scoperto che alcune persone del forum mi vedono così >:)

    Magari gli ND quando sanno di fare del male si bloccano prima, però lo sanno meno volte, sono meno consapevoli del male che fanno, dunque alla fine, facendo una media probabilmente non c'è differenza tra NT e ND.

    Siamo solo diversamente malvagi >:) >:) >:)
    Andato46WBorgwolfgang
    La Sindrome di Asperger è solo uno spunto per conoscere meglio se stessi e gli altri.
  • 80fame80fame Membro
    Pubblicazioni: 62
    io sono nd, sono egoista, agisco in malafede, e mi diverto pure.

    La visione  NT= CATTIVI  e ND=BUONI è faziosa e serve solo come scusa.

    Egoisti lo siamo tutti. Per definizione l'altruismo ha in sè una componente egoistica dal momento che si è altruisti se questo ci rende felici e ciò che vogliamo, quindi è un atteggiamento egoistico. Sarebbe importante smettere di dare accezione negativa/positiva assoluta alle parole, se si smettesse di associare EGOISMO = MALE sarebbe tutto un po' più semplice :D
    Andato46UllastroMonica76wolfgang
  • UllastroUllastro Veterano
    Pubblicazioni: 2,752
    Ma è davvero necessario essere altruisti? Non dovrebbe essere sufficiente evitare di nuocere alle persone, o almeno evitare di nuocere senza motivo

    yugenArkOfGlory
    Ogni calcio nel culo ti fa fare un passo avanti
  • Icaro89Icaro89 Colonna
    Pubblicazioni: 1,223
    Mi fa piacere leggere i vostri interventi su questo tema che mi interessa molto in questo periodo.

    In realtà quello che io intendo per mala fede è questo: "comportarsi accettando l'idea di danneggiare gli altri come conseguenza - non certa, ma possibile - pacifica del proprio agire, senza prendere alcuna precauzione in favore degli altri". Oppure "non curarsi dell'onestà intellettuale per perseguire prioritariamente il soddisfacimento di bisogni materiali o psicologici immediati".

    Loro non hanno il problema della "schiavitù della coerenza e della correttezza" che affligge molti neurodiversi. E' un punto in loro favore davvero tremendo da digerire. L'architettura di norme sociali neurotipica sembrerebbe veramente nascondere questa "norma base-strutturante":

    la correttezza astratta nei rapporti interpersonali è a posteriori un disvalore.

    Non sono sicurissimo che sia formulabile in questo modo, perché potrebbe addirittura essere inconcepibile dover parlare di correttezza nei rapporti personali, quindi la norma, formulata così, avrebbe un palese "punto di vista neurodiverso".

    Per favore non pensate che io stia dando giudizi di valore, se sembra che io ne dia li rinnego: io non so quale sia il comportamento giusto da adottare, forse il loro visto che un neurodiverso è "diverso" da una "norma", ad ogni modo io percepisco questo divario così stridente di disposizione d'animo nelle relazioni sociali, e la cosa mi fa impressione, mi spaventa. Cerco quindi una spiegazione, perché ho bisogno di razionalizzare tante stranezze comportamentali che mi lasciano sempre esterrefatto o mi colgono di sorpresa.

    Quando io neurotipico mi relaziono con te cerco compagnia, cerco sesso, cerco una persona con un certo aspetto fisico, cerco di accedere al tuo "database" di informazioni culturali, sociali, relazionali, cerco di innestarmi nella tua rete di relazioni sociali.

    Il tutto mi serve per perseguire il mio tornaconto. Per ambire, aspirare ad avere sempre di più, controllare, possedere, alimentare il mio ego. Per arraffare tutto quello che posso.

    Io non giudico questo comportamento: se le regole del gioco sono queste, non mi resta che accettarle. L'egoismo è probabilmente un valore anche se per motivi non del tutto chiari, non si può dire che lo è. 

    Ma come faccio ad introiettare queste regole e a comportarmi di conseguenza? Come posso inarcare la mia neurodiversità fino a questo punto senza rischiare di spezzarmi? Siamo arrivati di nuovo alle Colonne d'Ercole del neuroviderso, o c'è spazio per migliorarsi anche in questo settore? Che strade posso seguire per inculcarmi ciò che non mi entra in testa spontaneamente?

    ("Migliorarsi" in senso non valoriale, ma solo in senso di rendersi il più possibile neurotipici anche in queste forme di interrelazione).

    In fondo essere "egoisti" è estremamente complesso, serve astuzia, tenacia, impassibilità, perseveranza, ingegno, spregiudicatezza, totale assenza di sensi di colpa e di remore, profondo disinteresse nei confronti nelle altre persone, se non vera e propria reificazione delle stesse (cioè impostare i rapporti concependo l'interlocutore come un oggetto che può essere sfruttato per l'appagamento di un proprio bisogno). Ho visto diverse persone comportarsi così, e sembra che sia qualcosa che rende le persone libere, felici, soddisfatte, in un'ottica di accaparramento di risorse sociali, relazionali, umane pianificata in maniera mirata e volta al profitto.

    Ripeto se le cose stanno così io le accetto, vorrei solo capire adesso come metterle in pratica, perché non ci riesco spontaneamente.
  • giovannagiovanna Colonna
    modificato July 2015 Pubblicazioni: 3,900
    Anche se fosse vero, nessuno lo fa apposta, quindi come potresti?

    Secondo me tutte le cose sono regolate dalla parte inconscia, chiamiamola cosi', per cui non si puo' essere diversi da come si e'.

    Comportarsi in un certo modo sarebbe una maschera.

    Pirandello diceva che siamo come ci vedono gli altri.
    Post edited by giovanna on
    Sono quella che ha creduto sempre che fosse la chioma di un albero al tramonto e invece era un orso
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,751
    Ora l'argomento è più delimitato, riformulo quello che hai chiesto in un'ottica diversa che quindi potrebbe aiutarti a riflettere su un altro punto di vista e non credo che devi diventare "cattivo"
    Io rigirerei le due domande in questo modo:
    1) come posso imparare ad accettare che la sofferenza è parte della vita e che qualsiasi azione compio (o non compio) farà soffrire qualcuno e tenderà felice qualcun altro?
    2) come posso accettare che i valori non hanno una posizione fissa, imperturbabile e condivisa ma che nel tempo ed in situazioni diverse possono prendere forma diversa e cambiare, che le emozioni mutano così come le idee ed il mondo è in continuo cambiamento e noi con lui?
    Mikirondinella61Andato46Icaro89giovanna
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • 80fame80fame Membro
    Pubblicazioni: 62
    Quando io neurotipico mi relaziono con te cerco compagnia, cerco sesso, cerco una persona con un certo aspetto fisico, cerco di accedere al tuo "database" di informazioni culturali, sociali, relazionali, cerco di innestarmi nella tua rete di relazioni sociali.

    Il tutto mi serve per perseguire il mio tornaconto. Per ambire, aspirare ad avere sempre di più, controllare, possedere, alimentare il mio ego. Per arraffare tutto quello che posso.

    Non voglio risultare pedante o antipatico, ma io continuo a sostenere che è possibile pensare e comportarsi in questo modo anche se neurodiversi
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online