Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Linguaggio letterale..

ValentaValenta SymbolPilastro
modificato January 2015 in Apprendimento e linguaggio
Una delle difficoltà Aspie tipica è non capire i modi di dire.

Vi ritrovate?

Io non tanto, cioè prendo spesso alla lettera le cose che mi si dicono (magari rispondendo..davvero?) e mi si raccontano, 
ma mi piace usare le metafore nelle conversazioni, del genere furbo come una volpe, ingenuo come un gattino, "un sacco" per dire molto etc.

Domanda di riserva:
Ma voi..come parlate? Nel senso, intonazione, lessico, pronuncia.

Io di diverso dalla media delle persone ho che dico pochissime parolacce e pochissime espressioni di dialetto, parlo in modo molto pulito e che ho una brutta voce da papero.
Non so pronunciare GL come in AGLIO.

E uso molte formule fatte, che vanno bene sempre.

Buon pomeriggio.
Post edited by yugen on
«1

Commenti

  • ValentaValenta SymbolPilastro
    Pubblicazioni: 9,400
    Per formule fatte intendo dire che saluto sempre alla stessa maniera, poi chiedo le cose nello stesso modo, solitamente, con le stesse formule.
  • vanessavanessa Colonna
    Pubblicazioni: 1,163
    Qualche formula fatta la uso anch'io ma quando me ne accorgo cerco di evitarlo perché non mi piace.
    Le metafore di uso comune le conosco e le utilizzo, come intonazione boh c'è chi mi dice che si sente troppo il dialetto della mia zona e chi pensa che sia straniera. Se sto con persone che parlano dialetto mi contagiano
  • PhoebePhoebe SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 2,063
    Io mi ritrovo nel non capire quando una persona dice sul serio oppure scherza, ma non sempre è cosi, a volte lo capisco... 
    Ad esempio, ieri era il compleanno di un mio collega e quindi ci siamo riuniti per mangiare la torta. Una persona gli ha chiesto quanti anni avesse e lui ha riposto '35', un altro mio collega gli ha detto che se li portava bene e fin qui tutto ok. Dopo, in pausa pranzo, hanno chiesto 'Ma quanti anni ha fatto?' ed io dico '35', scoppiano tutti a ridere, solo li mi è parso evidente che avesse molto più di 35 anni! 

    Per quanto riguarda il modo di parlare, anche io non uso parolacce, non mi piacciono, ma per il resto penso di essere nella normalità.
    Ero solita pensare di essere la persona più strana del mondo ma poi ho pensato, ci sono così tante persone nel mondo, ci dev'essere qualcuna proprio come me, che si sente bizzarra e difettosa nello stesso modo in cui mi sento io. Vorrei immaginarla, e immaginare che lei debba essere là fuori e che anche lei stia pensando a me. Beh, spero che, se tu sei lì fuori e dovessi leggere ciò, tu sappia che sì, è vero, sono qui e sono strana proprio come te.

    Frida
  • ClementineClementine Membro
    Pubblicazioni: 45
    Anche io a volte non capisco certi tipi di battute... mi è successa ultimamente una cosa tipo quella di @kira91, un mio collega parlava di un altro ragazzo e ha fatto una battuta dandogli un età molto inferiore alla sua, io ovviamente l'ho preso alla lettera e ho risposto stupita... e ovviamente lui mi ha dovuto dire che stava scherzando...
    E poi abbocco a quasi tutto, infatti dopo avermi spiegato mi prendono in giro con la classica battuta: "Oh, guarda, un asino che vola!!"
  • Stefano98Stefano98 Veterano
    Pubblicazioni: 399
    Non capisco l'ironia, mi devo concentrare e ragionarci su. Non è innata in me come cosa.
    Parlo molto bene, sono abbastanza ossessionato dalla dizione (correggo spesso le persone che ad esempio dicono "vèrde" al posto di "vérde", quindi l'errore negli accenti tonici). Il parlare male mi infastidisce. L'intonazione è monotona e uso un linguaggio decisamente ricercato, talvolta anche con arcaismi.
  • fattore_afattore_a Colonna
    Pubblicazioni: 2,184
    Arriva la bidella con una circolare, il prof. ce la detta: "un concorso per beneficiare di una borsa di studio ecc.".
    Stupito e consapevole delle mie difficoltà in educazione fisica (correvo - si fa per dire - i 1000 metri in 8 minuti), chiedo al prof. che tipo di prove erano previste dal concorso: corsa, salto, piegamenti...

    Ci è voluto un po' per capire.
  • aspirinaaspirina SymbolAndato
    Pubblicazioni: 3,054
    Uscivo dal supermercato carica di buste della spesa e un signore carinissimo mi disse : Le serve una mano?"
    Ed io, seria: "Grazie, ne ho già due!"
    Door
    Alla fin fine, amici, ecco la verità: è tutta una supercazzola
  • AJDaisyAJDaisy Pilastro
    Pubblicazioni: 10,490
    Effettivamente questo tratto del linguaggio ambiguo lo percepisco poco in me (poco, non nulla, più o meno nella tua misura). Uso spesso doppi sensi nel parlare.
    Come parlo... Hahaha! Tono robotizzato e monotono, ultradescrittivo e prolisso (se non sono a mio agio al contrario ultrasintetico se non muto) utilizzo parole ed aggettivi più ricercati della media o troppo ricercati per un dialogo informale, viceversa in dialoghi "formali" se mi agito/arrabbio divento volgare e non poco, insomma fatico a contenermi. Ho una leggera r moscia a complicare il tutto e quando parlo se mi prendo nel discorso, sollevo il braccio, stringo il pugno o faccio pollice in su a pugno molto stretto, in più cammino avanti ed indietro imbacchettato e slanciando i piedi in avanti, inoltre gesticolo molto ed in maniera stereotipata con la mano che non fa "ok" (che in genere è la sx).
  • FrancescoFrancesco Veterano Pro
    Pubblicazioni: 966
    Uscivo dal supermercato carica di buste della spesa e un signore carinissimo mi disse : Le serve una mano?"
    Ed io, seria: "Grazie, ne ho già due!"
    Mia moglie: "Vai a stendere la lavatrice !"
    Io: "Va bene ma non so se il filo regge !"


    "Giusto per fare 2 chiacchere ..."
    "Allora abbiamo già finito !"

    :-)
    Non vorrei mai far parte di un club che accettasse tra i suoi soci uno come me. (G. Marx)
  • vanessavanessa Colonna
    Pubblicazioni: 1,163
    Non so se conoscete il giochino su facebook "So che probabilmente nessuno noterà questo status ma a volte, quando mi annoio ..." , una mia amica aveva scritto  "So che probabilmente nessuno noterà questo status ma a volte, quando mi annoio mi tingo i capelli di rosa" per me si era tinta i capelli di rosa veramente  :))
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online