Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

possibile che nessuno se ne sia accorto?

2»

Commenti

  • FrancescoFrancesco Veterano Pro
    Pubblicazioni: 966
    Io da piccolo non avevo grosse stranezze, mia madre comunque mi assecondava, non avevo problemi  a scuola, problemi di alimentazione sì ma gestibili. Con l'adolescenza sono arrivati i veri problemi, mia madre se ne accorse, almeno credo, ma mi assecondava e cercava di non creare ulteriori problemi lasciandomi fare un po' a modo mio. All'epoca non penso che mia madre potesse fare molto di più.
    Oggi, parlo da genitore di bimbo autistico classico, posso dire che, frequentando ambienti di bimbi autistici, un po' ci ho fatto l'occhio e noto che molti genitori a volte negano l'evidenza.
    A volte passavo per rompiscatole perchè notando bimbi particolarmente silenziosi, consigliavo ai genitori una visita di controllo.
    Ricordo ad un matrimonio un bimbo di 4 anni visibilmente a disagio in disparte, siccome conoscevo i genitori mi sono permesso di dare il solito consiglio ma mi fu risposto: "Ma no, figurati, suo zio ha cominciato a parlare a 5 anni !"
    Penso che ci sia un rifiuto da parte dei genitori di accettare anche solo l'idea di avere un figlio autistico o semplicemente di ammettere che ha bisogno di un piccolo aiuto, anche a scuola ci sono bimbi che necessitano visibilmente di sostegno ma i genitori si oppongono,  procrastinando la decisione e riducendo significativamente l'efficacia di eventuali terapie.
    Non vorrei mai far parte di un club che accettasse tra i suoi soci uno come me. (G. Marx)
  • zisczisc Senatore
    Pubblicazioni: 1,603
  • Pubblicazioni: 121
    È da quando sono piccolo che ho grosse difficoltà a relazionarmi(sin dall'asilo),a stare con gli altri...Non sono mai riuscito a stare fermo per più di cinque secondi, da sempre parlo da solo e gesticolo anche in situazioni non proprio appropriate, ho sempre avuto svariati tic motori,iperselettività alimentare,momenti in cui non parlo per minuti o ore,e una vera e propria tendenza a ignorare quello che gli altri mi dicono se non mi interessa, quindi dei sintomi rilevatori ci sono sempre stati e sono sempre stati visibili solo che i miei non conoscendo l'Asperger non hanno mai unito i puntini pensano semplicemente che io sia così fuori dal comune per il fatto che io abbia un'intelligenza al di sopra della media.Quindi si è normale che non si accorgano di nulla perché non conoscono l'asperger pensano che siamo strani.
    Eliminated the impossible whatever remains,no matter how mad it might seem,must be the truth.
  • Tamali9Tamali9 Membro
    Pubblicazioni: 25
    Innanzi tutto, grazie a tutti dell'aiuto! Grazie di essere sempre pronti a rispondere, soprattutto agli ultimi arrivati, pieni di dubbi!

    Vorrei sottolineare alcune cose, prima di andare avanti:
    -mia madre non è una persona che cerca di non vedere, non ha mai messo la testa sotto la sabbia, nemmeno davanti ai grossi problemi, quindi escludo il fatto che il non essersene accorta, sia stata una cosa volontaria. Forse avete ragione a dire, come ha fatto @TormalinaNera, che magari, in italia, non c'è stata, e non c'è ancora una grande informazione rispetto a questa sindrome, purtroppo.  Forse, non conoscendola, nel mio caso, non era molto facile collegare tutti i "sintomi".

    -in me,la maggior parte dei sintomi, se considerati singolarmente, non sono molto pronunciati. Probabilmente però, questo è stato "falsato" anche dal fatto che, sentendomi diversa, e non volendolo essere, li ho mascherati, forzando la mia personalità. Anzi,a volte questo forzarmi è stata una spinta per superare alcune mie lacune, e sono riuscita a raggiungere numerosi obiettivi. Forse, se avessi avuto una diagnosi da bambina, mi sarei lasciata andare, non avrei combattuto per migliorare e sarei rimasta lì, sospesa. Quindi, sotto questo aspetto, ringrazio mia madre per non essersi accorta di nulla :D

    -vorrei farvi una domanda: che voi sappiate, l'asperger è genetico? E' probabile che io generi un figlio con la mia stessa sindrome, o autistico in senso stretto? Non che per me sia un problema, ci tengo a precisarlo, ma vorrei saperlo per avere la possibilità di accoglierlo al meglio :) (@Francesco, visto che hai esperienza, puoi raccontarmi la tua esperienza con tuo figlio?)

    Grazie!!
  • zisczisc Senatore
    Pubblicazioni: 1,603
    probabilmente si, mi pare che ci siano alcuni geni coinvolti... ma non ne sono sicuro
  • FrancescoFrancesco Veterano Pro
    modificato February 2014 Pubblicazioni: 966
    @Tamali9
    ci siamo accorti che mio figlio aveva qualcosa di strano intorno ai 24 mesi, sinceramente non saprei dire se ci fossero sintomi evidenti anche prima. All'inizio eravamo un po' titubanti anche consigliati male dai medici di base, poi, intorno ai 30 mesi abbiamo avuto una diagnosi ufficiale ed abbiamo cominciato con le terapie specifiche. Sono stato io quello che ha deciso di far visitare il piccolo, anche se all'epoca non avevo alcuna esperienza non ritenevo normale la sua eccessiva tranquillità. Mia moglie dice che io non sono sensibile ed ho il romanticismo di uno yoghurt scaduto. Tutto vero, visto dal di fuori, io però sono convinto di riuscire a guardare le cose dal di dentro, osservo e decido. Fino alla diagnosi ufficiale io sentivo qualcosa che non funzionava ma non riuscivo a darle un nome, ora che il problema  è chiaro la situazione è notevolmente migliorata su tutti i fronti, in particolare la relazione e la confidenza tra me e lui è cresciuta, cerco sempre di stare con lui quando non sono al lavoro. E' bello stare con qualcuno con cui non sei obbligato a parlare, penso che lui abbia dato un senso alla mia esistenza, la mia quotidiana depressione è praticamente un ricordo ingiallito.

    Post edited by Francesco on
    Non vorrei mai far parte di un club che accettasse tra i suoi soci uno come me. (G. Marx)
  • mandragola77mandragola77 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 2,262
    blockquote rel="Francesco">@Tamali9
    ci siamo accorti che mio figlio aveva qualcosa di strano intorno ai 24 mesi, sinceramente non saprei dire se ci fossero sintomi evidenti anche prima. All'inizio eravamo un po' titubanti anche consigliati male dai medici di base, poi, intorno ai 30 mesi abbiamo avuto una diagnosi ufficiale ed abbiamo cominciato con le terapie specifiche. Sono stato io quello che ha deciso di far visitare il piccolo, anche se all'epoca non avevo alcuna esperienza non ritenevo normale la sua eccessiva tranquillità. Mia moglie dice che io non sono sensibile ed ho il romanticismo di uno yoghurt scaduto. Tutto vero, visto dal di fuori, io però sono convinto di riuscire a guardare le cose dal di dentro, osservo e decido. Fino alla diagnosi ufficiale io sentivo qualcosa che non funzionava ma non riuscivo a darle un nome, ora che il problema  è chiaro la situazione è notevolmente migliorata su tutti i fronti, in particolare la relazione e la confidenza tra me e lui è cresciuta, cerco sempre di stare con lui quando non sono al lavoro. E' bello stare con qualcuno con cui non sei obbligato a parlare, penso che lui abbia dato un senso alla mia esistenza, la mia quotidiana depressione è praticamente un ricordo ingiallito.



    Che belle parole Francesco!! Sicuramente sei un papà straordinario
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online