Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Sospetto tourette

Buonasera a tutti, ieri mio figlio è stato visitato privatamente da un neuropsichiatra esperto in spettro autistico. Come avevo riportato nel mio post la settimana scorsa a mio figlio è stata fatta una diagnosi di autismo livello moderato sulla base dell'ados (modulo 3). Non convinti, soprattutto della gravità, perché il bambino si relaziona, cerca gli altri, fa gioco simbolico, è espressivo abbiamo richiesto un secondo parere. Attualmente sono presenti stereotipie e pensieri ripetitivi. Al medico non ho detto subito della diagnosi ma volevo arrivarci con l'anamnesi. Il medico dopo una mezz'ora ha ipotizzato, con una certa convinzione una tourette lieve. Quando è emerso il risultato dell'ados ovviamente ha detto che vuole vedere dei video del bambino in alcuni contesti familiari, perché spesso l'ambiente ospedaliero influenza il bimbo. Secondo il npi il livello moderato è assolutamente irrealistico, per lui non è autismo HF ma se dovesse confermarsi il risultato dell'ados propende per sindrome di Asperger(ci ha spiegato che rientra nella stessa diagnosi ma sono due sindromi diverse) . Ci ha chiarito almeno che l'aba non è assolutamente la terapia per lui. Siamo ancora confusi ma sicuramente più sereni
vera68Terra_di_Mezzo
«134

Commenti

  • sunskysunsky Veterano
    Pubblicazioni: 228
    @ali1986 posso chiederti che difficoltà ha il tuo figlio?
  • Ali1986Ali1986 Neofita
    Pubblicazioni: 12
    Il motivo per cui abbiamo richiesto l'ennesima visita npi, ne ha fatte altre in questi anni, e nessun medico ha riscontrato sintomi riconducibili allo spettro, sono le stereotipie e gli interessi ripetitivi, comparsi in maniera marcata con il lookdown di marzo, ci fa le stesse domande e si interessa a una cerchia ristretta di argomenti ma è comunque curioso, vuole sapere e conoscere. Il medico osservandolo ha detto che è un bimbo che studia il mondo e le persone, ha amici, adora stare con gli altri, ci racconta quello che gli accade, lo racconta agli altri. L'ados però ha un punteggio superiore al cute off per autismo, e questo ha fatto tentennare anche lo specialista che abbiamo consultato ieri
    sunsky
  • Terra_di_MezzoTerra_di_Mezzo Veterano
    Pubblicazioni: 197
    Ali1986 ha detto:

    Il motivo per cui abbiamo richiesto l'ennesima visita npi, ne ha fatte altre in questi anni, e nessun medico ha riscontrato sintomi riconducibili allo spettro, sono le stereotipie e gli interessi ripetitivi, comparsi in maniera marcata con il lookdown di marzo, ci fa le stesse domande e si interessa a una cerchia ristretta di argomenti ma è comunque curioso, vuole sapere e conoscere. Il medico osservandolo ha detto che è un bimbo che studia il mondo e le persone, ha amici, adora stare con gli altri, ci racconta quello che gli accade, lo racconta agli altri. L'ados però ha un punteggio superiore al cute off per autismo, e questo ha fatto tentennare anche lo specialista che abbiamo consultato ieri

    Cosa intendi per stereotipie?
    Io sono stato un Tourettino so bene di cosa si parla, in questo contesto è più appropriato parlare di tic (io avevo anche qualche doc come comorbosità).
    Per la cronaca ho due figli uno con qualche tic ed uno con ados ed adhd borderline.
    La genetica...
    sunsky
  • Ali1986Ali1986 Neofita
    Pubblicazioni: 12
    Per stereotipie intendo che riproduce con le dita la pioggia che cade o il fuoco. A questi movimenti da un senso e spiega che cosa significano. Di solito si verificano di sera quando è stanco/annoiato o iper eccitato, quasi mai fuori casa. Da poco è comparso un gesto che sembra immotivato, lo fa a casa ma non riesce a spiegarlo come gli altri, si strofina le mani. Questo sembra un tic. In più il dottore ha notato che fa molti versi mentre gioca, per lui sono tic vocali.
  • DreamLoopDreamLoop Veterano
    Pubblicazioni: 121
    Posso chiedervi su quali basi lo specialista ha ricondotto lo strofinarsi le mani ad un tic? Io lo facevo da bambino e lo faccio tutt'ora, faccio anche smorfie oltre a strofinarmi le mani. Lo strofinare le mani, nel mio caso, è la manifestazione di una soddisfazione, quando sto bene, quando qualcosa mi dà piacere lo faccio e il gesto rafforza quel piacere.
  • mariadimagdamariadimagda Membro Pro
    Pubblicazioni: 88
    @Ali1986, tuo figlio capisce quello che dite? Vi risponde? Gioca con gli altri bambini ? Segue con lo stesso ritmo degli altri bambini la scuola ? Ha problemi di apprendimento? Ha una espressione sempre presente? Parla e comunica bene ? Se sì perché cercare diagnosi? In passato moltissime persone avevano dei tic, a volte passavano a volte no, e se li portavano dietro come amici fedelissimi, nel tempo imparavano pure a riderne sopra. Mio zio e sua sorella, mia nonna, avevano entrambi dei tic, probabilmente dovuti ai traumi dei bombardamenti durante la guerra o forse no. Quando si incontravano, ormai adulti, lui imitava lei e lei lui, e ridevano fragorosamente dei loro tic, vicendevolmente. Lui fu un personaggio, nel suo piccolo, aveva sempre una battuta che faceva scoppiare a ridere l'interlocutore . Alcune sue battute sono rimaste nel lessico familiare. Al suo funerale personaggi notoriamemte induriti dalla vita, il suo medico e il suo commercialista, piangevano a calde lacrime. Morì con i suoi tic, ormai vecchio, e avrebbe potuto fare l'attore. Perché oggi demonizziamo anche i tic ? La carica vitale dello zio, la sua voglia di vivere e lavorare, la sua voglia di comunicare e la sua smania di vivere sono tra le cose più belle che io ricordi. Cosa c'è in tuo figlio che non va bene? Se sono solo tic, forse sono paure. Parlane con un professionista senza cercare diagnosi. Rassicuralo. quello stesso zio, quello dei tic, a cui ne partiva uno dal braccio e seguiva una serie di piccoli movimenti in tutto il corpo, in sequenza, una scena davvero divertente, ancora adolescente, maschione, aveva imparato a lavorare a maglia, di nascosto, per farsi le calze, durante la guerra. E raccontava barzelette fantastiche. Ha lavorato fin dopo gli ottanta anni. Forse oggi avrebbe una sindrome. E sarebbe un bambino curato, etichettato, depresso. I tic sono piccoli movimenti, che, se non impediscono lo sviluppo armonico, mente e corpo del bambino, perché devono essere 'curati'¿. Perché questa società ci vuole perfetti e speculari? Quanta bellezza in un tic strano e irripetibile?
    chiocciolinaMononokeHimeviola85sunskycarla_75
  • chiocciolinachiocciolina Veterano
    Pubblicazioni: 422
    mariadimagda ha detto:

    @Ali1986, tuo figlio capisce quello che dite? Vi risponde? Gioca con gli altri bambini ? Segue con lo stesso ritmo degli altri bambini la scuola ? Ha problemi di apprendimento? Ha una espressione sempre presente? Parla e comunica bene ? Se sì perché cercare diagnosi? In passato moltissime persone avevano dei tic, a volte passavano a volte no, e se li portavano dietro come amici fedelissimi, nel tempo imparavano pure a riderne sopra. Mio zio e sua sorella, mia nonna, avevano entrambi dei tic, probabilmente dovuti ai traumi dei bombardamenti durante la guerra o forse no. Quando si incontravano, ormai adulti, lui imitava lei e lei lui, e ridevano fragorosamente dei loro tic, vicendevolmente. Lui fu un personaggio, nel suo piccolo, aveva sempre una battuta che faceva scoppiare a ridere l'interlocutore . Alcune sue battute sono rimaste nel lessico familiare. Al suo funerale personaggi notoriamemte induriti dalla vita, il suo medico e il suo commercialista, piangevano a calde lacrime. Morì con i suoi tic, ormai vecchio, e avrebbe potuto fare l'attore. Perché oggi demonizziamo anche i tic ? La carica vitale dello zio, la sua voglia di vivere e lavorare, la sua voglia di comunicare e la sua smania di vivere sono tra le cose più belle che io ricordi. Cosa c'è in tuo figlio che non va bene? Se sono solo tic, forse sono paure. Parlane con un professionista senza cercare diagnosi. Rassicuralo. quello stesso zio, quello dei tic, a cui ne partiva uno dal braccio e seguiva una serie di piccoli movimenti in tutto il corpo, in sequenza, una scena davvero divertente, ancora adolescente, maschione, aveva imparato a lavorare a maglia, di nascosto, per farsi le calze, durante la guerra. E raccontava barzelette fantastiche. Ha lavorato fin dopo gli ottanta anni. Forse oggi avrebbe una sindrome. E sarebbe un bambino curato, etichettato, depresso. I tic sono piccoli movimenti, che, se non impediscono lo sviluppo armonico, mente e corpo del bambino, perché devono essere 'curati'¿. Perché questa società ci vuole perfetti e speculari? Quanta bellezza in un tic strano e irripetibile?

    Mio fratello da piccolo aveva tanti tic e balbettava paurosamente,i miei genitori non hanno mai pensato di farlo curare...si è quasi risolto del tutto con la crescita.
    mariadimagda
  • Ali1986Ali1986 Neofita
    Pubblicazioni: 12
    mariadimagda ha detto:

    @Ali1986, la risposta è si a tutte le domande, il bambino è molto è assolutamente integrato, fa amicizia con i bambini. Abbiamo voluto una valutazione per queste fissazioni per escludere problemi nella crescita e ci siamo trovati una diagnosi di autismo di grado moderato dove la npi ha assicurato che avrà problemi di apprendimento e avrà problemi di socializzazione. Ecco perché siamo ricorsi ad un altro consulto. Sarò sincera se confermeranno una Tourette lieve ne sarei davvero sollevata visto quello che ci era stato prospettato per nostro figlio

  • Ali1986Ali1986 Neofita
    Pubblicazioni: 12
    DreamLoop ha detto:

    Posso chiedervi su quali basi lo specialista ha ricondotto lo strofinarsi le mani ad un tic? Io lo facevo da bambino e lo faccio tutt'ora, faccio anche smorfie oltre a strofinarmi le mani. Lo strofinare le mani, nel mio caso, è la manifestazione di una soddisfazione, quando sto bene, quando qualcosa mi dà piacere lo faccio e il gesto rafforza quel piacere.

    Il medico lo ha ipotizzato dall'anamnesi del bambino, io gli ho parlato di stereotipie ma lui non ha potuto vederle perché mio figlio si controlla, difficilmente gli succede fuori casa. Per questo mi ha chiesto dei video. Io sinceramente non ho detto subito al medico della diagnosi ricevuta ma solo durante la conversazione quando il dottore aveva già ipotizzato la Tourette. Da quello che ho capito, i tic sono consapevoli e controllabili a differenza delle stereotipie

  • Terra_di_MezzoTerra_di_Mezzo Veterano
    Pubblicazioni: 197
    @Ali1986 i tic non sono propriamente "controllabili", ti viene da farli e basta, se sei in pubblico e ci pensi puoi tentate di trattenerli per un "breve" periodo ma con grossa fatica e forza di volontà. Nelle forme un po' più gravi ed invalidanti è necessario ricorrere a farmaci per attenuarli ed avere una qualità di vita migliore.

    Per le stereotipie non saprei, vedendo mio figlio direi la stessa cosa come sopra come difficoltà, anzi forse più facile diminuire quelle... Ma qualcuno qui del forum magari può dare un contributo più preciso vissuto in prima persona.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online