Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Potrei essere un Aspie?

Ciao a tutti, anzitutto mi scuso anticipatamente per eventuali errori grammaticali, difatti questo tratto potrebbe escludere a priori l'essere affetto dalla SA in quanto gran parte dei soggetti con SA si contraddistinguono per essere delle menti brillanti e un QI nella media ( anche se tra i sintomi viene annoverato anche lo scarso interesse per la narrativa).
Poco alla volta vi spiegherò il motivo per il quale ho il sospetto di essere Aspie.
All'età di 3-4 anni sono stato in cura presso Neuropsichiatri e Logopedisti in quanto avevo serie difficoltà nel linguaggio verbale, oltre ad adoperare mutismo selettivo ( nel contempo questa situazione ha comportato l'essere vittima di bullismo ad opera di parenti in primis e poi successivamente all'asilo), poco alla volta ho smesso di seguire logopedisti e neuropsichiatri i quali hanno escluso l'autismo sostenendo che ero anche un bambino sin troppo intelligente e che i disagi erano dipesi da diversi traumi ( madre in depressione per 2 anni dopo un grave lutto ad es. )
Alle Scuole Elementari pur non amando studiare e fare i compiti riuscivo ad ottenere buonissimi voti; inizio a sentirmi "diverso", non riuscivo a stringere alcun rapporto d'amicizia, avevo alcuni compagni di scuola che divenivano " Amici forzati " in quanto figli di colleghi del mio papà, vedevo lontano un miglio il loro disagio in quanto non ero propositivo, anzi ero oggetto di scherno in quanto goffo, sovrappeso e disinteressato a qualsiasi aspetto ludico ( in primis per i giochi di competizione, difatti tuttora non riesco a correre normalmente ) nel contempo per rilassarmi e gestire le emozioni quali rabbia, gioia mi chiudevo perennemente in camera e iniziavo ad andare avanti e indietro storcendo le mani sfregandomele o sfregandomi la testa ( tuttora mi capita diverse volte al giorno), da piccolo aggiungevo anche mugugni e ho smesso di eseguirli all'esterno dal momento che i miei genitori e i miei fratelli mi sgridavano continuamente e mi imploravano di non farlo mai più ma imperterrito continuavo ad assumere questi comportamenti ovviamente sempre di nascosto ( fantasticavo di qualsiasi cosa, mi immedesimavo in altre vite ) ripeto mi capita spesso tuttora ( comportamenti compulsivi-ossessivi).
Alle medie e superiori continuavo ad essere vittima di bullismo ( i miei atteggiamenti strani, il fatto di essere sovrappeso, di essere gay)i, non avevo amici perché incapace di farmeli ( tuttora) al max qualche compagno di scuola che mi sfruttavano perlopiù per scroccarmi le sigarette; continuavo freneticamente a compiere atteggiamenti "anormali" del tipo imbrattare quaderni immedesinandomi in professore e scrivevo ripetutamente i cognomi dei miei compagni di classe dando dei voti su agende diari qualsiasi cosa mi capitasse in mano scrivendo con diverse calligrafie e tanto altre stranezze che non sto a commentare ( tuttora utilizzo calligrafie diverse sulla base del mio umore) dal momento che riconosco di essere alquanto tedioso.
Ho sempre avuto difficoltà a trovare e mantenermi un posto di lavoro ( nonostante laurea e master, anche se non ho mai perseguito con mera passione), mi vergogno anche a dirlo ho trovato quasi sempre lavoro grazie a delle conoscenze e non per mio merito in quanto si traspare la mia ansia perenne ( son stato vittima di mobbing, non mi hanno rinnovato contratti per il mio carattere, me lo hanno detto chiaramente).
All'età di 32 anni, ovvero l'anno scorso ho deciso di andare in cura da una psicoterapeuta per Ansia, dipendenze da alcool, da sesso e in generale perché vivevo male, fatto decine di sedute con farmaci inclusi ma non hanno sortito alcun effetto di conseguenza l'analista stessa mi ha consigliato la Psichiatria...pochi giorni fa sono stato al Cps di Zona ma mi son trovato malissimo difatti Martedì andrò da un privato esperto in SA.
Oltre ad alcuni tratti della mia personalità accennati sopra ho ottenuto anche un punteggio di 153 su 200 nell Aspie Quiz.
In attesa dell'incontro che avverrà martedì secondo voi potrei essere dei Vostri ( nel mio inconscio mi auguro di Si)? Oppure ho altre patologie mentali? Vi ringrazio per l'ascolto, seppur virtuale.


Blunotte

Commenti

  • BlunotteBlunotte Veterano Pro
    Pubblicazioni: 583
    Benvenuto!
    Non so se qualcuno risponderà alla tua domanda, ma ricorda che qui non siamo dottori, bensí utenti come te, che non possono fare diagnosi.
    Interessante la questione delle diverse grafie (se ne era parlato qui: https://www.spazioasperger.it/forum/discussion/14342/curiosita-datemi-una-risposta)
    vera68
    ---- Per vari motivi, preferisco usare poco/per nulla la funzione messaggi privati. ----
  • vera68vera68 Pilastro
    Pubblicazioni: 2,710
    Ciao e benvenuto
    Per me questo è il posto dei "bambini con un'infanzia difficile divenuti faticosamente grandi" per cui tu SEI dei nostri
    lucy84
  • TonyTony Neofita
    modificato 17 January Pubblicazioni: 4
    vera68 ha detto:

    Ciao e benvenuto
    Per me questo è il posto dei "bambini con un'infanzia difficile divenuti faticosamente grandi" per cui tu SEI dei nostri



    Ciao Vera., o ora mi ritrovo a non saper distinguere se stai parlando seriamente o se stai ironizzando... Probabilmente ci saranno parecchie persone (Forse anche il sottoscritto) che ricollega infanzia difficoltosa = sindrome di AS...

    ---

    Blunotte ha detto:

    Benvenuto!
    Non so se qualcuno risponderà alla tua domanda, ma ricorda che qui non siamo dottori, bensí utenti come te, che non possono fare diagnosi.
    Interessante la questione delle diverse grafie (se ne era parlato qui: https://www.spazioasperger.it/forum/discussion/14342/curiosita-datemi-una-risposta)
    Infatti come volevasi dimostrare non ha risposto quasi nessuno, ed è giusto anche così, non siete medici e non siete in grado di far delle diagnosi.
    Blunotte
    Post edited by Sniper_Ops on
  • vera68vera68 Pilastro
    modificato 17 January Pubblicazioni: 2,710
    @Tony sono serissima.
    Ed era una risposta alla tua ultima frase in cui affidi al responso di uno esperto il tuo essere dei "nostri" , una sacrosanta l'appartenenza....! Assolutamente necessaria, altrimenti non possono essere appagati altri bisogni... La piramide di Maslow insegna
    Se sei asperger non hai avuto una infanzia serena, se hai avuto uno sviluppo non omogeneo non hai avuto una infanzia serena, se hai subito traumi non hai avuto una infanzia serena...
    Quindi volevo solo rassicurarti indipendentemente dal responso, la maggior parte degli adulti qui condivide il tuo sentire e qualsiasi responso tu ottenga non toglierà neanche una briciola alla lotta che hai fatto per crescere
    Daniela89Blunotte
    Post edited by vera68 on
  • lucy84lucy84 Veterano
    Pubblicazioni: 239
    Benvenuto, io non so se sono aspie e non indagherò nemmeno... mi riconosco però in alcune cose che hai scritto...
  • TonyTony Neofita
    modificato 17 January Pubblicazioni: 4
    vera68 ha detto:

    @Tony sono serissima.
    Ed era una risposta alla tua ultima frase in cui affidi al responso di uno esperto il tuo essere dei "nostri" , una sacrosanta l'appartenenza....! Assolutamente necessaria, altrimenti non possono essere appagati altri bisogni... La piramide di Maslow insegna
    Se sei asperger non hai avuto una infanzia serena, se hai avuto uno sviluppo non omogeneo non hai avuto una infanzia serena, se hai subito traumi non hai avuto una infanzia serena...
    Quindi volevo solo rassicurarti indipendentemente dal responso, la maggior parte degli adulti qui condivide il tuo sentire e qualsiasi responso tu ottenga non toglierà neanche una briciola alla lotta che hai fatto per crescere

    Ti ringrazio per le parole di conforto, immagino che da un primo incontro uno psichiatra ( Sppur esperto in materia) non possa dare un responso.

    ---
    lucy84 ha detto:

    Benvenuto, io non so se sono aspie e non indagherò nemmeno... mi riconosco però in alcune cose che hai scritto...

    Se vivi bene e non hai disturbi da adulto è più che lecito non indagare.
    Post edited by Sniper_Ops on
  • vera68vera68 Pilastro
    Pubblicazioni: 2,710
    Tony ha detto:

    vera68 ha detto:

    @Tony sono serissima.
    Ed era una risposta alla tua ultima frase in cui affidi al responso di uno esperto il tuo essere dei "nostri" , una sacrosanta l'appartenenza....! Assolutamente necessaria, altrimenti non possono essere appagati altri bisogni... La piramide di Maslow insegna
    Se sei asperger non hai avuto una infanzia serena, se hai avuto uno sviluppo non omogeneo non hai avuto una infanzia serena, se hai subito traumi non hai avuto una infanzia serena...
    Quindi volevo solo rassicurarti indipendentemente dal responso, la maggior parte degli adulti qui condivide il tuo sentire e qualsiasi responso tu ottenga non toglierà neanche una briciola alla lotta che hai fatto per crescere

    Ti ringrazio per le parole di conforto, immagino che da un primo incontro uno psichiatra ( seppur esperto in materia ) non possa dare un responso
    Me lo auguro... Ma soprattutto te lo auguro che un un'ora non ti dia un responso, se no sembra più un oracolo...
    Comunque se hai le osservazioni fatte quando eri bambino penso siano utili.


Accedi oppure Registrati per commentare.
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online