Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Dissociatissimo!

speranza82speranza82 Membro Pro
modificato 11 January in La piazza (discussioni generali)
Ciao a tutti. Mio figlio (5 anni e 4 mesi) con diagnosi di spettro autistico lieve, ha fatto in questi giorni nuovo test per valutazione aggiornata (sono passati poco meno di 3 anni dalla prima). Se rispetto a prima era più chiuso e stava di più per i fatti suoi, la sua apertura l ha portato ad esser più iperattivo e dissociatissimo. Per portarlo durante il giorno a noi facciamo molta fatica. Parla troppo delle sue cose e tanto da solo. A me è l aspetto che spaventa di più. Parla ma è come se faticasse a riordinare i pensieri e a farli uscire, quindi dice frasi sconnesse.. Ovviamente npi e terapisti si pronunciano poco al riguardo. L unica cosa che mi è stata accennata, prima dell effettiva restituzione della nuova relazione, è che probabilmente deve assumere una terapia per stabilizzarlo. Sono veramente dispiaciuta e confusa!!
vera68riotSniper_OpsCuore_sanguinantechiocciolina
Post edited by speranza82 on
«1

Commenti

  • chiocciolinachiocciolina Veterano
    Pubblicazioni: 422
    Ciao speranza82 seguo con interesse questa discussione perché anche mio figlio presente le stesse difficoltà.
  • Tima_AndroidTima_Android Pilastro
    modificato 11 January Pubblicazioni: 3,446
    Scusa, ma non capisco. Se è più aperto rispetto a prima allora come fa a essere dissociato? La dissociazione porta all'isolamento.
    Poi io non gli darei nessun farmaco, solo perché parla male...
    Io parlavo male e parlavo da sola. Era un gioco.
    chiocciolinamammaconfusa80
    Post edited by Tima_Android on
    How wonderful it is that nobody need wait a single moment before starting to improve the world.
    Anne Frank

    Il Nostro blog: My Mad Dreams
    Le mie storie: Shiki Ryougi
  • adiadi Membro Pro
    Pubblicazioni: 185
    Anch io seguo con molto interesse . Il mio bambino di quasi 4 anni fatica ad organizzare le idee e frasi . Un Po come lo hai descritto tu.
    Secondo me nemmeno ha tanta voglia di raccontare ma all asl ritengono che non ha bisogno di logopedia . Mah !!!
  • gufomatto79gufomatto79 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 767
    Anche io non darei alcun farmaco a mia figlia se non strettamente necessario. Parlo ovviamente per mia figlia. Il movimento e lo sport le fanno benissimo. Purtroppo con questo Covid tutto questo si è interrotto ma ballare ha un effetto molto benefico. Un'attività fisica è calmante. Una lunga passeggiata tra le pozzanghere e il fango. Una bella rotolata sul letto e il tappeto elastico. Capisco però quando dici che tuo figlio è dissociato. A me non dà più fastidio vederla cantare o parlare da sola perché ho capito che in realtà non è mai sola. Sono gli stimoli che sono troppi e i nostri bimbi spesso sembrano non sentire ed essere isolati in realtà sentono troppo e tutto. Rallentare, anticipare, rispettare i loro tempi e anche i loro modi di rilassarsi è la strada che ripaga di più. Non far trasparire la nostra frustrazione di fronte ad atteggiamenti che sono strani o fastidiosi per noi. È tutto un lavoro che prima di tutto dobbiamo fare con noi stessi genitori ed è lungo e snervante. Ma si diventa sempre più bravi. Siamo tutti in cammino insieme con loro.
    chiocciolinamammarosannariotsperanza82Blunotte
  • chiocciolinachiocciolina Veterano
    Pubblicazioni: 422
    A me non spaventa il fatto che mio figlio parli da solo,anche io lo faccio ,ma le modalità.
    Mio figlio parla da solo per gran parte del tempo riportando frasi dei cartoni o anche a volte ripetendo quelle che sente da noi.
    Questa ecolalia soprattutto differita sembra estraniarlo dal resto del mondo quasi fosse stato rapito da un ufo.
    La fatica di @speranza82 io la comprendo benissimo perché è la stessa che provo io,il farsi ascoltare diventa difficile ,ottenere una risposta a volte comporta ripetere la domanda anche più di 4 volte e non sempre la risposta viene data.
    Questa ecolalia comporta isolamento e questo che mi spaventa.
    Io parlo da sola quando non mi sente nessuno ed è più che altro un pensiero ad alta voce.
    Mio figlio saprà controllarsi da grande e non parlare da solo in pubblico?
    Terra_di_Mezzogufomatto79speranza82mariadimagdaBlunotte
  • Terra_di_MezzoTerra_di_Mezzo Veterano
    modificato 13 January Pubblicazioni: 197
    chiocciolina ha detto:

    A me non spaventa il fatto che mio figlio parli da solo,anche io lo faccio ,ma le modalità.
    Mio figlio parla da solo per gran parte del tempo riportando frasi dei cartoni o anche a volte ripetendo quelle che sente da noi.
    Questa ecolalia soprattutto differita sembra estraniarlo dal resto del mondo quasi fosse stato rapito da un ufo.
    La fatica di @speranza82 io la comprendo benissimo perché è la stessa che provo io,il farsi ascoltare diventa difficile ,ottenere una risposta a volte comporta ripetere la domanda anche più di 4 volte e non sempre la risposta viene data.
    Questa ecolalia comporta isolamento e questo che mi spaventa.
    Io parlo da sola quando non mi sente nessuno ed è più che altro un pensiero ad alta voce.
    Mio figlio saprà controllarsi da grande e non parlare da solo in pubblico?

    È un problema che ha avuto ed ha anche mio figlio, adesso va un pochino meglio ed ha 9 anni e mezzo ma tuttavia persiste anche in pubblico, soprattutto quando si annoia o deve gestire ansia.
    Qualche anno fa era un continuo andare su e giù per il corridoio e parlare da solo con frasi dei cartoni.
    Vi capisco molto bene.

    Adesso che è più grande gli ho spiegato di limitarsi in pubblico anche se non sempre ci riesce, quando gli chiedo perchè lo fa mi risponde perchè mi piace farlo.
    A volte lo fa anche mentre studia, non è raro sentirlo ripetere un brano dei Sumeri intervallato da una frase a bassa voce dei cartoni.
    Credo che abbiano anche dei problemi ad inibire certi pensieri alle volte, infatti il mio ha anche dei problemi di attenzione...
    chiocciolinaclaluigufomatto79speranza82Blunotte
    Post edited by Terra_di_Mezzo on
  • HazelWolfHazelWolf Membro Pro
    Pubblicazioni: 101
    Ciao a tutti, ho una diagnosi di autismo e vorrei contribuire al post.
    Dunque io posso dirvi che è un processo difficile da spiegare, ma io mi sento come se certe frasi mi si attaccassero al cervello e continuassero a stare lì. Ripeterle poi è piacevole per via del suono o del significato (o del contesto in cui sono state dette).
    Da adolescente e da adulta ovviamente non l'ho più fatto in pubblico, ma queste frasi sentite alla radio, al lavoro, lette in un libro spesso mi rimangono appiccicate per ore o per giorni. Se sono a casa a volte le ripeto a bassa voce quando sono da sola.
    A volte sono frasi cattive dette nei miei confronti, a volte sono frasi dette da personaggi che apprezzo nei film... Ripeterle o ripensare alla scena in qualche modo mi stimola il cervello, non so spiegare, sia in positivo sia per cercare di abbassare l'ansia.
    Quindi posso solo dirvi che credo sia normale, dovete al massimo spiegare ai bambini qualora non lo capissero da soli, che preferibilmente è una cosa da non fare davanti agli altri perché sembra strana e poi le altre persone ci rimangono male. Non saprei però se dirvi che ad altri passa nel corso della vita, a me non è successo.
    claluichiocciolinagufomatto79Terra_di_MezzosunskyLupamammarosannamariadimagdaBlunottemammaconfusa80
  • mariadimagdamariadimagda Membro Pro
    Pubblicazioni: 88
    @HazelWolf, ciao, grazie per aiutarci a capire. quando hai parlato da piccolo ?  per quanto tempo hai ripetuto queste frasi senza poterle controllare? fino a che età? come sei riuscito a controllarti? - sappiamo benissimo che ogni caso è a sè. che generalizzare è inutile, tuttavia capire delle dinamiche potrebbe aiutarci. Mio figlio, che non sembrava mai ripetitivo, adesso che inizia a parlare mi fa un bellissimo scherzo, continua a farfugliare in italiano, spagnolo e inglese, sempre la storia dei 3 porcellini e del lupo che entra dal camino. Tutto molto bello! sembrerebbe un grande traguardo! imita il lupo, soffia, si diverte, costruisce la casetta con fogli, con le costruzioni....ma sentirlo ripetere sempre la stessa storia mi angoscia più del suo silenzio. superato un problema, ne arriva un altro, per non farci mancare nulla. e da qualche giorno, lui, che a 5 anni non aveva stereotipie, inizia a dondolarsi. se avevo qualche dubbio sullo spettro, lo sta da solo annullando, con impegno! :D 
    chiocciolinasperanza82Blunotte
  • mariadimagdamariadimagda Membro Pro
    Pubblicazioni: 88
    @gufomatto79, che tipo di sport consiglieresti per un bimbo di 5 anni? lui sta facendo moltissima terapia, anche una ora di psicomotricità, ma non si sembrano attività divertenti, mi aggancio al tuo commento, e a volte penso che un gioco liberatorio possa mettere ordine, allontanarlo dai pensieri che tornano e lo assillano, dalle parole inutili. - ma questo è il mio modo di pensare da NT, quindi forse sono lontanissima dalla verità. 
    chiocciolina
  • gufomatto79gufomatto79 Veterano Pro
    Pubblicazioni: 767
    mariadimagda ha detto:

    @gufomatto79, che tipo di sport consiglieresti per un bimbo di 5 anni? lui sta facendo moltissima terapia, anche una ora di psicomotricità, ma non si sembrano attività divertenti, mi aggancio al tuo commento, e a volte penso che un gioco liberatorio possa mettere ordine, allontanarlo dai pensieri che tornano e lo assillano, dalle parole inutili. - ma questo è il mio modo di pensare da NT, quindi forse sono lontanissima dalla verità. 

    Anche mia figlia ha fatto tantissima terapia e psicomotricità però credo che valga più 1 ora di una attività che piace ai bimbi che 1di psicomotricità che però pesa. Cerca di seguire le sue passioni. Mia figlia va in palestra e si arrampica, rotola, salta, capriole e fa esperienze sensoriali. Va anche in piscina (ovviamente precovid). Posso solo consigliarti di seguire anche ciò che tuo figlio ti chiede. Sempre più imparo a pensare che i tempi della terapia non devono essere troppi perché i nostri figli sono esattamente come gli altri. Se gli togliamo il tempo libero, le passeggiate, una corsa con un aquilone, un ballo in famiglia e anche un cartone animato( bestemmia!
    chiocciolina
Accedi oppure Registrati per commentare.
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online