Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Cosa pensate del femminicidio?

13

Commenti

  • vera68vera68 Pilastro
    Pubblicazioni: 2,710
    Antares ha detto:

    @vera68 non volermene ma non sono riuscito ad afferrare il significato del tuo post.

    edit: ah, forse non era una risposta ai miei interventi.

    Si non era una risposta con i tuoi interventi. Ho lasciato la pagina aperta per diverse ore prima di pubblicare il post, quindi altri post tra cui i tuoi ho potuto leggerli solo dopo.

    Va be'
    @antares io sulla risposta di tuo padre a tua madre non vedo la paura forza fisica di tuo padre che ferma tua madre dal pestarlo, io istintivamente in quel dialogo ho letto altro.
    Ho letto le parole di una persona che sta mettendo buon senso e in quel "io ti ho tenuto a bada" vuol dire non ti ho dato modo di continuare, altrimenti avresti degenerato.
    Io l'ho interpretato come uno stop detto con autorevolezza di chi si rende conto che la situazione avrebbe potuto continuare e degenerare. Un alt! che sottende a un "non ho alcuna intenzione di subire, ma datti una calmata" "se io fossi stata la moglie.... Cioè se io fossi stato debole, mi avresti pestato...vigliaccamente, mi verrebbe da aggiungere.

    Sul significato del post, volevo dire che io sono stata vittima e carnefice, oggi certo non ne vado fiera, e qualcuno che mi conosce de visu potrebbe pensare come sia possibile che cappuccetto rosso diventi il lupo. Eppure...
    E il genere sessuale non c'entra, c'entra la rabbia sommersa e le ferite narcisistiche oltre il sopportabile.
    Volevo dire che lavorando su se stessi il lupo interiore fuori controllo perde la ferocia e diventa un "cane da guardia"
    Antares
  • AntaresAntares Veterano Pro
    Pubblicazioni: 605
    @vera68 ok capisco, poi secondo me non è manco vero che a parti invertite sarebbe finita in violenza fisica pesante. il punto è che (ad esempio) un semplice strattonamento di un uomo verso una donna è visto come un qualcosa di molto grave sempre, quando secondo me bisognerebbe rilassarsi un attimo e non vedere mostri o aguzzini da ogni parte.
  • vera68vera68 Pilastro
    Pubblicazioni: 2,710
    Attenzione a spostare i confini. Se uno strattonamento non è nulla, hai già spostato un confine. E non mi interessa chi strattona chi
    @antares
    GecoAntares
  • AntaresAntares Veterano Pro
    Pubblicazioni: 605
    @vera68 mia madre non avrebbe MAI davvero picchiato mio padre e l'individualità di certe persone è tale da non far trascendere certi accessi di rabbia, per quanto veementi possano essere. questo lo sapevo io, lo sapeva mia madre stessa e soprattutto lo sapeva mio padre. sono i casi come questi che devono essere riconosciuti come "a basso rischio": sfoghi incazzosi di gente che, dopotutto, si vuole molto bene e non danneggerebbe mai l'altro in modo pesante.

    oltretutto magari mia madre, se fosse stata fisicamente più forte di mio padre, si sarebbe istintivamente controllata perchè avrebbe capito di potergli fare molto male... anche questo conta eh, a volte ci si sfoga sapendo che tanto chi si ha di fronte non subisce danni particolari.
    vera68
  • AntaresAntares Veterano Pro
    modificato November 2020 Pubblicazioni: 605
    Post edited by Antares on
  • vera68vera68 Pilastro
    Pubblicazioni: 2,710
    Ti chiedo scusa @antares, se sono stata indelicata. Di certo io non ero presente tanto meno ho conoscenza delle persone.
    Volevo solo dire cosa io ho letto in quella frase, sicuramente portandoci dentro un po' di visione soggettiva.
    Non ho dubbi che non ci sarebbe stata davvero violenza.
    Antares
  • AntaresAntares Veterano Pro
    Pubblicazioni: 605
    no no @vera68 è il contrario, scusami tu per aver dato l'impressione che volessi sdoganare una forma vera e propria di violenza. i miei post del pomeriggio erano carichi di livore verso buona parte delle donne e ne sono consapevole, avevo messo in conto repliche anche piuttosto pesanti, quindi sono piacevolmente sorpreso che - almeno per ora - non ce ne siano state.
    vera68
  • Alex1919Alex1919 Membro
    Pubblicazioni: 318
    @Geco, la cultura tende solo di deviare gli istinti e la biologia centra sempre. La gelosia culturale è una stupidaggine messa in piedi da chiacchieroni che usano il sesso come un gioco, la gelosia quella vera, è dettata dalle leggi della natura, e tali leggi, appartenenti al processo di evoluzione non si cancellano con le chiacchiere messe dagli odiosi media, bravi solo a creare terrorismo mediatico e malainformazione.

    La gelosia scaturisce dal partner che tradisce, quindi la paura di non procreare a causa di ciò, e colpisce sia uomini che donne. Se avvengono omicidi a causa della gelosia, bisognerebbe anche chiedersi cosa la donna abbia fatto per spingere un uomo ad una cosa simile, e viceversa, anche se ripeto che questo non giustifica un omicidio. Te lo dico io, oggi certe cose vengono prese alla leggera, perché siamo più moderni, perché siamo più aperti, ma in verità cambiano i giochi ma non cambiano i tempi. Non so se sia giusto giocare o no con la gelosia, ma come ogni cosa poi bisogna accettarne le conseguenze.

    Dato che si parla spesso di femminicidio a causa della gelosia, perché allora le donne non si danno una calmata. Non so cosa provochi la gelosia in una donna, essendo uomo, ma negli uomini crea reazione spesso brutali determinate da vari fattori biologici e non culturali, che appaiono solo nel film tragicomici.

    Questo non è un qualcosa che avviene solo in Italia, ed è documentato storicamente. Invece di creare i buoni da una parte e i cattivi dall'altra, dovrebbero trovare un compromesso. Ma la cultura può cambiare un milione di anni di evoluzione? E allora le persone razionali non giocano con i sentimenti altrui. Specialmente se si è adulti con una famiglia di mezzo.

    Forse per rendere chiaro cosa intendo, devo fornire una spiegazione alla gelosia, non mi sto riferendo ai ragazzini di 20 anni, pur sempre discutibile, ma agli adulti che pur avendo una famiglia giocano con la gelosia e da lì il passo per il tradimento è breve, e questo fa scaturire le violenze.

    Mariti avvelenati e mogli accoltellate non sono la conseguenza di un raptus di follia, perché il raptus di follia è la conseguenza di un altra cosa, e non di certo della tavoletta del bagno lasciata con il coperchio alzato.

    Per sdrammatizzare, non è un attacco verso di te, ti cito una frase del film "Il Corvo",

    quando dice,

    "Vittime, non lo siamo un po tutti?"

    E allora bisognerebbe smettere di fare vittimismo solo da una parte.
  • MinolloMinollo Veterano Pro
    modificato November 2020 Pubblicazioni: 460
    vera68Geco
    Post edited by Sniper_Ops on
  • Alex1919Alex1919 Membro
    Pubblicazioni: 318
    @Minollo, la questione incel ed i siti che hai portato rientrano nella categoria delle fake news. Sugli incel è più un gossip, quello che invece vedo è questo.




    Non facciamo paragoni tra ragazzini frustrati di 15 anni che scrivono commenti magari anche razzisti su forum che non contano niente e persone sovversive che danno fuoco alle chiese.

    Paragonare l'Olocausto con la violenza sulle donne è una bestemmia.

    Io, per quello che ho visto in tutta la mia vita, violenza sulle donne non ne sono mai stato testimone, anzi ho più che altro visto il contrario, ma non dico che non avvengono, avvengono eccome, ma si fa troppa esagerazione.

    Mi chiedo come se la passano invece quelli che vivono sotto le bombe e sotto il fosforo bianco mentre noi facciamo i finti perbenisti.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online