Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Difficoltà con genitori e parenti di amici e partner?

Ciao a tutti! Volevo chiedervi, quanti di voi trovano difficoltà ad interagire con i genitori ed i parenti di persone che si conoscono anche da anni? 
Io ho un ragazzo da 5 anni e nonostante questo non riesco ad interagire normalmente con i suoi genitori, non so bene come devo comportarmi nonostante abbia mangiato spesso a casa sua. 
La stessa cosa mi accade anche con i genitori dei miei amici...
Il blocco viene dal fatto che non so come devo pormi, non sono "miei pari" e quindi vorrei avere un rapporto più "distaccato" ma vedo che altre persone interagiscono di più con i genitori degli amici e dei partner, quasi come fossero amici (io ho superato ormai i 20 anni).
Avete la stessa difficoltà?

(Aggiungo che io non ho ricevuto una diagnosi, sto aspettando di cominciare il primo colloquio...)
mammarosanna

Commenti

  • BlunotteBlunotte Veterano Pro
    Pubblicazioni: 458
    Sì, personalmente ho spesso le stesse difficoltà, con persone dotate di una qualche intrinseca autorevolezza (dovuta all'età o al ruolo) e che però si pongono in modo amichevole.
    [Non ho e al momento non sto cercando una diagnosi]

    Secondo me la cosa può essere legata anche al tipo di educazione ricevuta, magari (giustamente?) vecchio stampo: quanto hanno insistito i tuoi genitori affinché tu da bambina dimostrassi rispetto per le persone più grandi di te? Quanto hai introiettato questo loro insegnamento?
    Il problema è che il mondo è cambiato, e adattarsi, contestualizzare in base alle diverse circostanze può creare qualche difficoltà. Ora mi sembra che in molti contesti ci sia una tendenza a un livellamento di superficie e a un'apparente amichevolezza (ci si dà tutti del tu, ci si saluta calorosamente), che rende particolarmente difficile riconoscere e distinguere le relazioni professionali/gerarchiche da quelle personali/affettive.

    Purtroppo, anche se ho qualche anno in più di te, non ho suggerimenti per gestire meglio queste situazioni... Solo un'osservazione: se tu vuoi mantenere un rapporto cordiale, ma più distaccato (per X ragioni), non sei obbligata a comportarti come fanno gli altri!

    amigdalavera68
    ---- Per vari motivi, preferisco usare poco/per nulla la funzione messaggi privati. ----
  • Daniela89Daniela89 Neofita
    Pubblicazioni: 16
    Anche per me é lo stesso, non so dirti se si tratta di timidezza, nel mio caso, il coraggio di affrontarli ce l'ho, ma poi mi imbarazzo perché mi rendo conto che non so di cosa parlare, inizio a dire sempre le stesse cose oppure addirittura resto in silenzio.
    Anche io non ho ricevuto una diagnosi, e per adesso non é in programma.
  • DreamLoopDreamLoop Membro
    Pubblicazioni: 32

    sempre evitato tali situazioni, non mi interessa minimamente conoscere i parenti di una persona e mi crea un forte disagio, non sopportavo situazioni di gruppo nemmeno con i miei parenti anche se capitava di rado

    spesso somatizzavo così tanto che il mio corpo arrivava ad avere la febbre e problemi intestinali, così stando male potevo evitare tali situazioni, ovviamente accadeva senza che io fossi consapevole del meccanismo anche perché quando accadeva non ero stato diagnosticato e nemmeno sospettavo nulla
  • vera68vera68 Pilastro
    Pubblicazioni: 2,378
    @sidia non è mica una bella cosa trattare i genitori dei tuoi amici come tuoi pari. Ho sono madre, ho due ragazzi che stanno uscendo dalla adolescenza. Sono sempre stata cordiale, ho sempre aperto casa a tutti gli amici dei miei figli. Non sono esattamente una persona con cui ti verrebbe spostanea una pacca sulla spalla... Ho un'immagine di una persona c'è se ne sta sulle sue, anche se non è vero.
    Ho sempre apprezzato i ragazzi che sanno stare a posto loro.
    Magari sono persone che hanno dormito pranzato, cenato a casa nostra... Si discute, si ride (io apprezzo le risa, anche se difficilmente la battuta parte da me), ma non apprezzerei certe prese di confidenza.

Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online