Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Riconquistare un compagno Asperger

Buongiorno, sono Kayla, ho avuto una relazione con un uomo che solo ora credo di aver capito sia Asperger. Sto leggendo molto su questo argomento. Ci siamo lasciati un mese fa, perché allora non avevo capito il suo modo di essere, e alle volte il suo comportamento si scontrava con le mie vecchie ferite di rifiuto e abbandono sulle quali sto lavorando. Lui mi rifiuta dicendo che non vuole farmi soffire perché non è in grado di darmi ciò di cui ho bisogno. E io invece soffro perché in realtà con lui mi sentivo felice e a casa, ma in quel momento del disguido hanno preso sopravvento le mie paure e così l'ho ferito dicendogli che era meglio non vederci più. C'è stato come un click nella sua testa, e anche se gli ho spiegato il perché ho reagito in un certo modo e che non è colpa sua, lui continua a respingermi. Quando capita di vederci però sento che siamo sempre attratti l'uno dall'altra, e mi prende la mano e ci abbracciamo, poi però si ritira nuovamente.
Io amo quest'uomo e vorrei avere un altra occasione, ma non so come fare.. chiedo aiuto..
«134

Commenti

  • Kayla18Kayla18 Neofita
    Pubblicazioni: 19
    Lui dice che gli manco, soffiramo tutti e due di questa separazione, ma è come se non riuscisse ad andare oltre, a capire che è normale che in una coppia ci siano ostacoli da superare, gli ho chiesto scusa e di perdonarmi se l'ho ferito. Lui invece dice che ho fatto quello che sentivo giusto, gli affiorano i fantasmi del passato e che non vuole farmi soffrire..perché non può darmi le attenzioni di cui ho bisogno..e che si ripresentano gli stessi problemi del passato...dice anche però che prova sentimenti nei miei confronti e che gli manco..questa cosa mi fa soffrire molto.
  • Kayla18Kayla18 Neofita
    Pubblicazioni: 19
    Vi prego aiutatemi a fare i passi giusti per riavvicinarlo..
  • MareMare Veterano
    Pubblicazioni: 364
    Mmm io non sono un uomo, e quindi spero che qualcuno ti dia un aiuto migliore, ma se penso a certi tipi aasperger che ho conosciuto, può darsi che per un suo ragionamento ritenga che il tuo comportamento significhi.che per.voi non c'è futuro. Forse dovresti affrontarlo su un piano razionale e dimostrargli.con la sua logica,.che sta sbagliando.
    mariadimagda
  • Kayla18Kayla18 Neofita
    Pubblicazioni: 19
    Grazie Mare, vorrei conoscere il modo per affrontarlo in modo razionale ed entrare nella sua logica, ma mi sento spaesata..non fa altro che ripetere che non vuole farmi soffire e che non lo merito che si sente inadeguato ecc..
    Gli ho raccontato delle mie ferite di rifiuto e abbandono che ho vissuto da bambina e che hanno influito sulle mie paure e mi hanno fatto reagire male e non so se ha capito il meccanismo di difesa che ho avuto in quel momento, lui aveva poco tempo da dedicarmi e io ho creduto che non ci tenesse a me, ho avuto paura di un rifiuto e quindi mi sono ritirata ma subito mi sono resa conto dello sbaglio, ma lui continua anche a dire che non ero felice, ma ciò non corrisponde a realtà. Mi sento di pagare pesantemente questa mia debolezza che ho avuto in quel momento che l'ho respinto..
  • Kayla18Kayla18 Neofita
    Pubblicazioni: 19
    Anche la sua comunicazione era diversa, sembrava che non avesse entusiasmo per quello che proponevo per noi, e invece mi sono resa conto che si esprimeva male ma in fondo intendeva altro. Su altri piani siamo praticamente uguali, per interessi hobby e altre tante cose, siamo complementari e ci siamo confessati che non siamo mai stati così bene con nessun altro. Il tempo che mi dedicava era veramente poco, mi diceva che doveva fare assolutamente delle cose, quasi in maniera maniacale, e farle da solo. Alle volte era molto affettuoso e altre davvero superficiale. L'ultima volta mi ha detto: mi rendo conto che sono sfuggente e superficiale, non ho empatia e non voglio farti soffrire. Ma in realtà soffro del fatto che mi respinge perché comunque non ha mai negato che prova qualcosa per me e che gli manco. Se avessi letto prima cosa significa asperger avrei capito tante cose e avrei accettato anche di vederlo una sola volta a settimana, perché avrei capito che lui è proprio fatto così e non che magari ha delle mancanze nei miei confronti. È come se non accettasse il fatto di dare un'altra possibilità per paura di farmi male con le sue mancanze, ma mi fa male in realtà la sua assenza.
    Scusate se ho scritto così tanto, ma ho bisogno davvero di parlarne, lui mi manca molto.
    Grazie
  • MareMare Veterano
    Pubblicazioni: 364
    Però non so quanto l'essere asperger spieghi totalmente il vedersi una volta a settimana. Cioè l'autismo da delle difficoltà, ma se se vuole costruire un rapporto di coppia bisogna venirsi incontro da entrambe le parti. Se lui non vuole o non può non è così importante dopotutto. Nel senso che per te cambia poco. A meno che anche tu non voglia una relazione così rarefatta, forse dovresti ascoltarlo e cercare qualcuno di più adatto a te.
    È strano, ma a su questo forum ho letto più di una storia quasi identica a questa...non sarà la stessa persona?
  • Kayla18Kayla18 Neofita
    Pubblicazioni: 19
    Per me cambia adesso, perché prima ho avuto paura che non ci tenesse a me, ora penso che mi dava il meglio che poteva..Anche il corteggiamento è stato molto lungo prima di lasciarsi andare, ci siamo come dire un po' studiati visto le sofferenze che abbiamo avuto nelle relazioni precedenti e le emozioni tra di noi poi sono state forti e molto belle, ci siamo detti che siamo uno la metà dell'altro. Ho letto che gli asperger hanno un modo diverso di calcolare il tempo, che alle volte non rispondono ai messaggi ecc. e io l'ho percepita come una sua superficialità e ho avuto paura che in fondo non mi volesse, ma in realtà soffre anche lui della nostra separazione. Se ha delle cose da fare diventa ossessivo e le deve fare assolutamente, e si riempie di impegni..
    Se i sentimenti sono veri e lui ha queste esigenze, io sarei disposta a capirle e accettarle e vederlo anche una volta a settimana. Ha molta paura delle relazioni, ma con me si è aperto molto e io ho rovinato tutto perché non ho capito prima e ho ceduto alle mie paure. Non è la stessa persona ma ho letto di tanti asperger che impegnano poco tempo con i partner perché hanno bisogno di gestire la loro libertà, ma non per questo non ci tengono al partner. Quando ho detto quella frase infelice di lasciarlo, gli ho letto in viso di averlo ferito, ed è entrato in un meccanismo di rifiuto della coppia subito dopo..
    Grazie Mare per le risposte, mi sento un po' meno sola in questo percorso..
  • Kayla18Kayla18 Neofita
    Pubblicazioni: 19
    C'è qualche possibilità che un Asperger ritorni sui suoi passi, oppure quando prende una decisione di questo tipo la porta avanti a qualunque costo? Se viene ferito, poi perdona e concede altre possibilità? Posso insistere sapendo che prova sentimenti nei miei confronti o lo allontano ancora di più?
  • MareMare Veterano
    Pubblicazioni: 364
    Non è l'essere o non essere Asperger a determinare queste cose, dipende da lui, dalla sua personalità, idee, esperienze, come qualsiasi altra persona. Quello che mi sento di consigliarti in relazione all'autismo è di evitare di interpretare quel che dice o che fa e di fidarti di più del significato letterale di quello che dice. E anche tu, per comunicare con lui, non aspettarti che capisca significati nascosti, sii letterale pure tu.
    LupaPimpirinaLisaLaufeysonGiulor
  • Kayla18Kayla18 Neofita
    Pubblicazioni: 19
    Mi mette molto in confusione perché a parole mi dice che gli manco ma che non vuole illudermi e farmi soffrire, quando ci vediamo istintivanente cerca il contatto e ci abbracciamo, poi sparisce, quando lo ricontatto sembra contento..
    L'ultima volta gli ho scritto (senza il spospetto dell'Asperger che mi è venuto dopo) che lo aspetto e lo voglio e lo accetto per come è, e non dovremmo fermarci al primo ostacolo ma crescere assieme...non mi ha risposto...ma poi dopo un po' gli ho riscritto come se nulla fosse accaduto e mi ha risposto..
    Cosa intendi per significato letterale? Forse devo imparare a farlo, puoi farmi un esempio?Sembra dirmi ti voglio ma non posso? Mi sembra tutto un controsenso..forse dovrei lasciare indietro quello che è successo e riconquistarlo come se fosse la prima volta?
    Grazie per le tue risposte!
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online