Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Compleanni

Come vivete l'anniversario della vostra nascita? Vi piace festeggiarlo o pensate sia inutile e lo vedete come una delle tante e varie giornate?
Taggata:

Migliori Risposte

  • runavikrunavik Neofita
    modificato 2 February Pubblicazioni: 7 Risposta ✓
    A me mette ansia e profonda malinconia, per diversi motivi:
    1) Mi ricorda il tempo che passa e mi porta a pensare, in modo paranoico, a tutto quello che non ho fatto finora, le occasioni perse, il tempo che ho buttato. Allo stesso tempo il futuro mi fa paura, è troppo imprevedibile e l'incertezza è una costante della vita che io personalmente detesto. Vorrei avere un manuale con su scritto tutto quello che succederà e che mi capiterà per potermi organizzare di conseguenza;
    2) Non riesco a vedermi tra X anni, spesso sento che non ci sia nessun futuro ad attendermi o quantomeno nessun futuro per cui valga la pena resistere. Quindi i compleanni mi fanno sentire come una carcassa che continua a trascinarsi senza meta;
    3) I compleanni intesi come feste mi hanno sempre dato problemi. Non ero una bambina socievole, quindi non mi invitavano mai alle feste di compleanno. Io chiaramente vivevo tutto questo come un rifiuto e ci stavo male, anche se tentavo di non darlo a vedere. Mi è capitato, anche alle superiori, di sedere tra compagne che organizzavano una festa di compleanno a cui sapevo di non essere invitata. Alle mie feste di compleanno c'erano solo i miei parenti e ho sempre sentito un'atmosfera di ipocrisia che poi si è concretizzata nel momento in cui sono cresciuta e questi presunti parenti affettuosi hanno smesso di farsi vivi.
    Ora come ora non amo il mio compleanno, anzi lo detesto e se posso evitare non lo festeggio. Le brutte esperienze d'infanzia mi hanno lasciato una cicatrice dentro. Non invito mai nessuno al compleanno perché nel profondo ho paura che non vengano e temo di non sopportare un ulteriore rifiuto.
    Fortunatamente oggi ho un'amica speciale che non ama particolarmente socializzare o fare quelle cose strane che fanno gli altri. Vive la vita con totale indifferenza e anche lei non festeggia il suo compleanno (ma nel suo caso è più un'abitudine famigliare quella di non celebrare le feste e non farsi regali)

    Ho lo stesso atteggiamento pessimista con il capodanno. Non capisco perché gli altri lo vivano come la celebrazione di un nuovo anno, personalmente quando scatta la mezzanotte sono più portata a pensare all'anno che è morto (metaforicamente). Mi sento in lutto, non certo in festa. Ma forse è la mia mente bacata che non si sintonizza con gli altri 8-|
    Razionalmente mi rendo conto che è solo una giornata come le altre e che non ha nessun valore, sono gli altri che glielo attribuiscono. Da parte mia, lo ignorerei ma vivo in una società in cui per qualche motivo si attua una certa pressione sociale su questo tipo di avvenimenti.
    Post edited by runavik on
  • Pubblicazioni: 35 Risposta ✓
    mi ha sempre causato profondo disagio e non ho mai voluto festeggiare il mio compleanno

    serve solamente a ricordarmi che il tempo passa e trasforma le cose (sono refarttario ai cambiamenti) e mi avvicina sempre di più alla vecchiaia e alla morte

    non ho mai capito cosa ci trovino le altre persone di bello nell'organizzare e festeggiare compleanni, forse lo fanno per i regali come io mi sono fatto cresimare solo perché volevo beccare i regali 

    : D

Risposte

  • GuitarBoyGuitarBoy Membro
    Pubblicazioni: 18
    Mi spiace per gli avvenimenti negativi, ma non posso dire che la visione pessimista e negativa nei confronti di situazioni al quanto ipocrite sia sbagliata, perché anche io la vedo in questo modo. Vedo tutte le feste come una giornata normale in cui non ci sia nulla di che e tendo a vedere il lato ipocrita, di gente che magari parla male di qualcuno, però al contempo ci festeggia insieme e fa la finta faccia.
  • GuitarBoyGuitarBoy Membro
    Pubblicazioni: 18

    mi ha sempre causato profondo disagio e non ho mai voluto festeggiare il mio compleanno


    serve solamente a ricordarmi che il tempo passa e trasforma le cose (sono refarttario ai cambiamenti) e mi avvicina sempre di più alla vecchiaia e alla morte

    non ho mai capito cosa ci trovino le altre persone di bello nell'organizzare e festeggiare compleanni, forse lo fanno per i regali come io mi sono fatto cresimare solo perché volevo beccare i regali 

    : D
    Beh, ottima osservazione ahahah. 
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online