Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Incapacità di pensare al futuro

Mi ispiro in parte alla precedente discussione "Incapacità di fare scelte binarie".

Ormai ho raggiunto un'età in cui capita che parecchi tipi di persone (dagli amici alle conoscenze superficiali, fino ai perfetti sconosciuti) mi chiedano cosa voglio fare del mio futuro o come mi vedo da qui a tot anni.

La risposta sincera è "non lo so".
Ormai è da qualche anno che mi sono resa conto che se penso al futuro più lontano vado in confusione e quasi letteralmente "mi si blocca il cervello".

Ho un modo di vivere molto fatalista e sono ansiosa. Se guardo troppo in là rischio di stare male...

Il fatto di pensare "per tappe a breve termine" per me personalmente non è poi un problema così grande. A volte è la sensazione del giudizio degli altri che mi dà fastidio... Come se fosse una colpa non essere ambiziosi, non avere sogni o progetti particolari.

Anche altri vivono una situazione simile?
Si tratta di una caratteristica che potrebbe essere legata ad una condizione di neurodiversità? O si tratta semplicemente di un problema generazionale di chi si è trovato a "diventare grande" dopo la crisi del 2007?
Qualcuno avrebbe suggerimenti per risposte diplomatiche a domande invadenti sul futuro? Soprattutto per la tipica, divinatoria, domanda da colloquio, "come ti vedi da qui a X anni"...

Amelie
Per vari motivi al momento preferisco partecipare solo alle discussioni del forum pubblico e non usare i messaggi privati, salvo casi particolari.

Commenti

  • Sissolina92Sissolina92 Neofita
    Pubblicazioni: 34
    Ciao siamo in due purtroppo, ma non ti abbattere!
  • IkurahIkurah Membro
    Pubblicazioni: 40
    Io sto imparando a non guardare troppo in la, ma provare a vivere il momento cercando di prendere il meglio. Non sempre funziona, ma per le persone ansiose la parola futuro è una bella mazzata.

    "Può darsi che non sarai mai felice. Perciò non ti resta che danzare, danzare così bene da lasciare tutti a bocca aperta."
    (Haruki Murakami)
  • _rdn__rdn_ Membro
    Pubblicazioni: 12
    Ciao, personalmente non vivo una situazione simile, ma in fatto di risposte diplomatiche ai colloqui -e non solo- ho fatto abbastanza esperienza. 
    A seconda del tuo carattere puoi rispondere in molti modi (più o meno sicuri di sé o ironici), ma per andare sul safe ti consiglio frasi tipo: 

    "Se c'è una cosa che so, è che tra X anni sarò cambiata e cresciuta molto. Secondo me è infatti importante avere sempre nuovi obiettivi, saper cogliere le occasioni e dare il massimo, perché non si sa mai che strada possa prendere la propria vita. Quindi come mi vedo tra X anni? Con la stessa voglia di fare e mettermi alla prova, spero con (-inserire cose che ti caratterizzano come " qualche luogo in più esplorato" "molti più libri nella mia libreria"- ) e sicuramente con qualche rimorso... perché fortunatamente sbagliare fa parte del gioco."

    oppure, più provocatorio: 

    "Prevedere il futuro non è il mio forte -sorriso-. Credo inoltre che sia più importante l'atteggiamento e come si decide di affrontare ogni sfida nel presente. Potrei dire qualsiasi cosa, ma sarebbe un'arma a doppio taglio: gli obiettivi fissi e definiti creano nelle persone insoddisfazione e distraggono dal presente... o peggio, segnano un limite oltre il quale le persone poi non provano neanche ad andare. Con questa domanda vuole capire se sono ambiziosa? Si, lo sono e se me ne darà modo glielo dimostrerò con il mio lavoro."

    Non so, questi sono solo un paio di esempi... in generale ti consiglio di tenerti vaga, e senza sentirti in difetto. È un consiglio che darei a chiunque visto che non conoscendo la persona che si ha davanti, ogni risposta specifica potrebbe essere fraintesa :) 
    PimpirinaSilverSoul
  • DipoDipo Membro Pro
    Pubblicazioni: 107
    Secondo me la cosa migliore per terminare subito l'argomento e passare al successivo senza dovere dare spiegazioni è la risposta scherzosa.
    A tutti piace ridere, probabilmente più di sapere cosa vuoi fare nel futuro.

    Esempi di risposte:

    Nel futuro voglio diventare miliardaria e comprarmi un supermercato, così non ho bisogno di pagare quando faccio la spesa.

    Nel futuro voglio pilotare un'astronave privata per andare in vacanza su Venere.

    Nel futuro voglio vincere il Premio Nobel per la Bellezza.

    Nel futuro voglio aprirmi una banca per stampare tutti i soldi che voglio.

    Nel futuro voglio sposarmi con Giucas Casella. Dicono che è un mago a letto.

    Nel futuro voglio comprarmi un robot che mi lava i piatti, mi stira le camicie e butta la spazzatura.

    Nel futuro voglio diventare una ballerina di musica classica.

    Nel futuro voglio imparare a fare le uova in camicia.

    Nel futuro voglio vendermi la casa e andare a vivere in Tibet con il Dalai Lama.

    Nel futuro voglio avere 11 figli e diventare il loro allenatore di calcio.

    Nel futuro voglio diventare una poetessa e scrivere i biglietti dei Baci Perugina.

    Nel futuro voglio diventare trisnonna.

    Nel futuro voglio comprarmi un'automobile volante.

    Nel futuro voglio fidanzarmi con ... (nome di personaggio famoso)

    Nel futuro voglio fare un viaggio in Antartide.

    Nel futuro voglio scalare il K2.

    Nel futuro voglio andare sull'isola dei famosi.

    Nel futuro voglio adottare un dodo.

    Nel futuro voglio conoscere Napoleone.

    Nel futuro voglio diventare regina d'Inghilterra.

    Nel futuro voglio diventare un fantasma.

    Nel futuro voglio allevare unicorni.

    Nel futuro voglio fare una crociera sul Titanic con Leonardo Di Caprio....
    Pimpirina
  • DipoDipo Membro Pro
    Pubblicazioni: 107
    p.s. se ti chiedono "perché", puoi andare avanti con altre battute, magari già preparate o inventate sul momento.
    Ad esempio:

    Nel futuro voglio scalare il K2.
    Perché vuoi scalare il K2?
    Perché l'Everest è troppo alto.

    Nel futuro voglio diventare trisnonna.
    Perché trisnonna?
    Perché bisnonna ormai è impossibile...

    Nel futuro voglio fare un viaggio in Antartide.
    Perché in Antartide?
    Perché è l'unico posto dove puoi mangiare il gelato senza la paura che si sciolga.
    Pimpirina
  • PimpirinaPimpirina Membro Pro
    Pubblicazioni: 135
    Se ti fanno questa domanda ad un colloquio di lavoro, probabilmente è perché vogliono sapere se hai intenzione di avere dei figli, dato che questo comporterebbe, per loro, un aggravio di spese (congedo di maternità, permessi vari, assunzione di una persona che ti sostituisca...). Non lo chiedono in modo esplicito perché suonerebbe come discriminatorio. Quindi, ti suggerirei di rispondere con diplomazia, senza esporti troppo (o con ironia, come suggerito sopra, se ti accorgi che il contesto è abbastanza informale da poter fare qualche battuta spiritosa).
  • BlunotteBlunotte Membro Pro
    Pubblicazioni: 107
    Ringrazio Sissolina92 e Siso95 per il supporto morale e _rdn_, Dipo e Pimpirina per le dritte!
    :-)
    PimpirinaDipo
    Per vari motivi al momento preferisco partecipare solo alle discussioni del forum pubblico e non usare i messaggi privati, salvo casi particolari.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online