Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Disturbo post traumatico da stress

modificato February 2013 in Altre diversità...
Soffro di DPTS da 15 anni. Anno dopo anno sono diventato sempre più ossessivo e paranoico, al punto da rendere il mio quotidiano non poco difficoltoso. Ho grosse difficoltà di concentrazione e, in queste condizioni, molti lavori sono fuori dalla mia portata; dal giorno in cui si è iniziata la mia convivenza con il DPTS, ho l'impressione che una parte del mio cervello sia stata "spenta", è come morta. Mi sta facendo letteralmente diventare pazzo. Tutto è cambiato radicalmente da quel giorno, inutile dirlo: faccio fatica a pensare, le mie percezioni sono offuscate. Dovendo tirare le somme, la mia vita si divide in "pre" e "post" DPTS, e quest'ultimo è ormai più di metà della mia esistenza.
Nonostante mi sia rivolto a più di uno psichiatra, tutto ciò che conosco circa le mie condizioni, lo devo unicamente ai miei sforzi (compresa la S.A.).

Qualcuno è nelle mie stesse condizioni, oppure sa qualcosa di più in merito? Esiste qualche speranza di guarigione? Ormai sto perdendo ogni speranza...

Grazie.
Conni
Post edited by wolfgang on
«134

Commenti

  • elettraelettra Veterano
    Pubblicazioni: 889
    Ciao!
    Secondo me (non sono un'esperta) devi trovare un terapeuta davvero bravo: sono dell'idea che qualunque disturbo acquisito può essere gestito se non del tutto debellato con una buona terapia.
    Probabilmente purtroppo non hai ancora incontrato qualcuno capace di aiutarti davvero e dopo tutti questi anni, comprendo il tuo abbattimento. Puoi chiedere a @wolfgang o a @davidemoscone se conoscono qualcuno davvero capace.
    Posso chiederti che tipo di trauma hai avuto? (se non vuoi rispondere, non c'è problema, capisco che è un argomento delicato).

    Non mollare!
    vera68
    I thought what I'd do was, I'd pretend I was one of those deaf-mutes.

    When I've eliminated the impossible, whatever remains, no matter how mad it might seem, must be the truth.
  • CoreuteCoreute Veterano
    Pubblicazioni: 403
    Caro @Belva, che coincidenza! Anch'io penso di soffrire di PTSD e da un bel po': curiosità, chi te lo ha diagnosticato? Te lo domando perché a me, chi mi ha avuto in cura finora, ha continuato a ripetere che il PTSD dura al massimo 6 mesi e che comunque non è invalidante, quando basta navigare un po' su internet per capire che in molti casi è proprio tutto il contrario, tanto che mi pare che il PTSD venga preso in considerazione anche in casi di riconoscimento di una certa percentuale di invalidità...
    Se posso, ti chiedo anche di specificare cosa secondo te ha scatenato il tuo PTSD, sei stato vittima di scherno, bullismo, mobbing?
    Ho come l'impressione che molti tra noi aspie, e io sono stato riconosciuto tale ufficialmente, abbiano alle spalle brutte esperienze di incomprensione, e in alcuni casi estremi persino di persecuzione, nei nostri rapporti con gli altri, e quindi mi viene da pensare che il PTSD sia molto più comune tra noi che non quello che appare...
    Anch'io, però, e come ha detto @elettra ti consiglio, se ancora non l'hai fatto, di rivolgerti ad un bravo terapeuta per capire se effettivamente soffri dei disturbi che pensi, e sono convinto che tu abbia ragione, perché il PTSD è abbastanza facile da individuare leggendo un po' tutte le pubblicazioni più affidabili e serie sia in formato elettronico sia in formato cartaceo...
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,756
    @Belva Ciao e benvenuto!
    In primo luogo devo dirti che alcuni sintomi di Asperger e PTSD possono sovrapporsi, quindi è d'obbligo chiederti se ricordi di presentare le caratteristiche AS anche prima del trauma. In secondo luogo, la domanda era solo per te, per noi saresti comunque benvenuto! In terzo luogo, sono convinto come @Coreute che molti AS adulti soffrano anche di PTSD, e purtroppo è normale viste le comuni esperienze di vita ed è anche normale che esacerbi certi sintomi. Invece non è vero che passa da solo entro sei mesi.. è vero che alla maggior parte (70% circa) delle persone passa da solo entro sei mesi, ma una parte comunque non indifferente permane, tant'è che ci si può richiedere l'invalidità. Però ci sono anche buone notizie, ovvero si può guarire, ci sono delle terapie studiate apposta, hai mai provato nulla?
    Conni
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • modificato February 2013 Pubblicazioni: 5
    @Elettra e Coreute
    Grazie innanzitutto dei consigli,
    penso che "mobbing" possa essere una definizione calzante per definire la causa scatenante. Nulla di terribile con il senno di poi, credo che la giovane età sia stata un fattore determinante.
    Coreute, per quelle che sono la mia esperienza e le mie (modeste) conoscenze, non posso che confermare quanto scritto da Wolfgang circa quanto Ti è stato riferito sul PTSD.

    @Wolfgang
    Ti ringrazio del Benvenuto,
    Posso rispondere affermativamente alla Tua prima domanda (ho sempre avuto, ad esempio, interessi circoscritti e ossessivi e una tendenza all'auto-isolamento) ma devo precisare anche che, a detta dello psichiatra, il PTSD nel mio caso ha radici remote (particolare ritenuto plausibile da mia madre che ricorda in proposito un evento da me vissuto a 3 anni); si è quindi ipotizzata un'escalation che, verso gli 11/12 anni, ha avuto il suo zenit nel disturbo in oggetto. Un primario di psichiatria mi ha dato comunque conferma sia per il PTSD che per la S.A.

    Per quanto riguarda la seconda domanda, no: ho portato all'attenzione di diversi psichiatri il problema del PTSD ma non mi è mai stata somministrata una terapia specifica per il disturbo né mi è mai stato consigliato uno specialista.
    Post edited by Belva on
  • CoreuteCoreute Veterano
    modificato February 2013 Pubblicazioni: 403
    Caro @Belva, anch'io sono alle prese con il tuo stesso problema. Nel mio caso si è esacerbato anche perché nessuno, tra quelli che mi hanno avuto in cura, mi ha mai dato retta in merito e io ho continuato per anni a frequentare gli ambienti dove avevo subito i traumi all'origine del mio PTSD, ambienti che hanno continuato a rappresentare per me fattori critici e di stress, per anni. Secondo me, sei fortunato ad aver trovato dei professionisti che fossero al corrente delle ultime scoperte, definizioni, particolarità relative a PTSD e AS. A tutti consiglio quest'agile libretto che ne descrive molto bene sintomi, fenomenologia ed eventuali rischi se trascurato: http://www.ibs.it/code/9788843067077/craparo-giuseppe/disturbo-post-traumatico-da-stress.html
    Post edited by Coreute on
  • wolfgangwolfgang SymbolModeratore
    Pubblicazioni: 10,756
    La Terapia cognitivo-comportamentale (CBT) sembra essere il metodo più efficace per il PTSD. Si usa solitamente in due forme: Cognitive Processing Therapy (CPT) ed "esposizione prolungata" (PE). 
    Vi è anche un simile tipo di terapia chiamata movimento degli occhi desensibilizzazione e rielaborazione (EMDR) che viene utilizzato per il PTSD. Per quantto riguarda i farmaci, sono efficaci gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI), che sono anche usati per la depressione.

    Nella terapia cognitiva, il terapeuta aiuta a capire e cambiare il modo di pensare alla tua trauma e le sue conseguenze. Il tuo obiettivo è quello di capire come certi pensieri sul tuo trauma causino stress e peggiorino i sintomi.

    Impari a identificare i pensieri sul mondo e te stesso che stanno facendo si che ti senta spaventato o turbato e ad affrontare sentimenti come la rabbia, senso di colpa e paura.

    Nella terapia di esposizione l'obiettivo è quello di avere meno paura dei tuoi ricordi. Essa si basa sull'idea che le persone imparano a temere pensieri, sentimenti e situazioni che ricordano loro di un evento passato traumatico.

    Parlando del tuo trauma ripetutamente con un terapeuta, impareri a ottenere il controllo dei tuoi pensieri e sentimenti riguardo il trauma. Impari che non c'è bisogno di avere paura dei tuoi ricordi. Questo può essere difficile in un primo momento. Potrebbe sembrare strano pensare a cose stressanti di proposito. Ma ci si sente meno sopraffatti nel corso del tempo.

    Con l'aiuto del terapeuta, è possibile cambiare il modo di reagire ai ricordi stressanti. Parlare in un luogo dove ci si sente sicuri rende questo più facile.

    È possibile concentrarsi sui ricordi che sono meno sconvolgenti prima di parlare di quelli peggiori. Questa è chiamata "desensibilizzazione", e permette di trattare con brutti ricordi un po 'alla volta. Il terapeuta può anche chiedere di ricordare un sacco di brutti ricordi in una sola volta. Questo si chiama "flooding", ed aiuta ad imparare a non sentirsi sopraffatti.

    È inoltre possibile praticare diversi modi per rilassarsi quando hai una memoria stressante. Gli esercizi di respirazione sono a volte utilizzati per questo.

    La tecnica di Movimento degli occhi desensibilizzazione e rielaborazione (EMDR) è un altro tipo di terapia per il PTSD è fondamentalmente una tecnica di distrazione.

    Mentre pensi o parli dei tuoi ricordi, ti concentri su altri stimoli, come i movimenti oculari, rubinetti, e suoni. Ad esempio, il terapeuta deve muovere la sua mano vicino al tuo viso, e tu la devi seguire con gli occhi.

    Medicazione
    Gli Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) sono un tipo di medicinale antidepressivo. Questi possono aiutare a sentirsi meno tristi e preoccupati e quindi ad affrontare il trauma (l'efficacia è comunque minore rispetto alla terapia cognitivo-comportamentale). Gli SSRI includono citalopram (Celexa), fluoxetina (come il Prozac), Paroxetina (Paxil), e la sertralina (Zoloft).

    Ci sono anche altri farmaci che sono stati utilizzati con un certo successo e vanno sempre e solo presi sotto supervisione di un medico (sempre meglio mettere un disclaimer :P )
    Krigerinne
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • ezrealezreal Veterano
    Pubblicazioni: 279
    Cercando di non mancare di rispetto alla serietà del disturbo, ma è possibile che eventi poco traumatici provochino un ptsd 'leggero'?

    Mi spiego meglio, spesso nel corso della giornata ho dei ricordi, in genere ricorrenti, di situazioni imbarazzanti o che mi hanno fatto stare male, ma non obbiettivamente traumatici, accaduti anche molti anni fa. Escono fuori dal nulla e mi fanno sentire malissimo. Ho anche avuto degli incubi recenti, non ricorrenti, basati su quegli eventi. È possibile che l'insieme di tutti questi eventi sia causa di ptsd 'leggero'? A qualcuno capita lo stesso?

    Eowynneonero
    If i go crazy then will you still call me superman?
  • CoreuteCoreute Veterano
    modificato February 2013 Pubblicazioni: 403
    @ezreal, quella che tu descrivi è una situazione abbastanza comune tra gli aspie, penso. Ha a che fare più con la nostra ossessività e la nostra attenzione spasmodica ai dettagli, negativi per di più, che con un ptsd leggero. Anch'io come te ne soffrivo e ne soffro ancora: è legato al nostro perfezionismo eccessivo e all'importanza esagerata che diamo ai nostri piccoli errori e alle nostre piccole disavventure. Il PTSD effettivo, però, è legato a un trauma che si è vissuto come una questione di vita o di morte e ha sintomi dominati da una forte angoscia e da un profondo evitamento...
    Eowynneonero
    Post edited by Coreute on
  • biancabianca Senatore
    Pubblicazioni: 1,380
    @ezreal, è come dice @coreute, quello che tu racconti è comune a quasi tutti gli Asperger e procura spesso un dolore che è addirittura fisico. Credo risieda principalmente nella mancata accettazione dei propri errori.
    neonero
  • CoreuteCoreute Veterano
    Pubblicazioni: 403
    sì, lo penso anch'io @bianca, per me, almeno, è proprio così
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online