Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Rapporti con le altre donne

13

Commenti

  • DomenicoDomenico Andato
    Pubblicazioni: 3,935
    A me colpisce un altra cosa: non sembra esserci solidarietà da parte delle donne NT nei confronti delle ND ma queste ultime sembra si danno per la maggiore a orientamenti sessuali alternativi all'eterosessualità.

    Credo dica molto sugli uomini di oggi; a proposito, esistono ancora?
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • MileleMilele Membro
    Pubblicazioni: 16
    Sempre, dalle compagne di scuola, al capo e fino alle sconosciute.
    Probabilmente lo sentono a pelle.
    C'è da dire che la stragrande maggioranza di femmine neurotipiche provano invidia quasi sempre verso lo stesso sesso.
    Entrano proprio in competizione (sul fisico non ne parliamo) e secondo me molto dipende sia dal bisogno di ricevere le attenzioni rivolte solo a loro ( se le ragazze normali o aspie poco poco socializzano meglio con i maschi, quelle le hanno già messe sulla lista nera) e sia dal fatto che la diversità non la accettano e non la comprendono proprio.

    Diffidate delle amicizie che vedete che si costruiscono, soprattutto in poco tempo e con intensità (della serie che vivono in simbiosi).
    Sono sempre basate sulla falsità e sulla manipolazione, spesso proprio delle ragazze più deboli o aspie, oppure sono tutte di comodo (alle spalle se ne dicono di tutti i colori).

    Tanto di cappello a chi invece ha delle buone amiche, neurotipiche/neurodiverse che rispettano e sono autentiche... una vera fortuna!



  • LupaLupa Veterano
    Pubblicazioni: 202
    Giadaniel ha detto:

    Una volta leggevo che la donna Aspie è una leader nata. Voi che ne pensate?



    Posso parlare solo della mia esperienza di forse Aspie perché altre non ne conosco, o per lo meno non so se lo sono, ma a me sembrano tutte nt :D
    Io passo dall'assoluta indifferenza/invisibilità quando non voglio che mi scoccino all'essere carismatica quando mi ci metto, ma per quanto riguarda me il prendere le redini della situazione credo sia una forma di controllo e un modo per mantenere comunque le distanze. Solo con gi affetti più stretti assumo sembianze umane e ho un rapporto alla pari.
  • LupaLupa Veterano
    Pubblicazioni: 202
    Domenico ha detto:

    A me colpisce un altra cosa: non sembra esserci solidarietà da parte delle donne NT nei confronti delle ND ma queste ultime sembra si danno per la maggiore a orientamenti sessuali alternativi all'eterosessualità.


    Credo dica molto sugli uomini di oggi; a proposito, esistono ancora?
    Gli uomini non c'entrano molto con gli orientamenti alternativi delle donne. Una donna si orienta verso le donne semplicemente perché le piacciono le donne.
    Diresti a un uomo etero che è etero solo perché non ha trovato l'uomo gay giusto?
  • DomenicoDomenico Andato
    Pubblicazioni: 3,935
    Non proprio: direi che ho forti motivi di pensare che non ci vuole nulla a una donna per darsi a esperienze omosessuali (essere lesbica è un altra storia e sono d’accordo con te).
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • LupaLupa Veterano
    Pubblicazioni: 202
    Domenico ha detto:

    Non proprio: direi che ho forti motivi di pensare che non ci vuole nulla a una donna per darsi a esperienze omosessuali (essere lesbica è un altra storia e sono d’accordo con te).

    Su questo posso essere in parte d'accordo, nel senso che penso anch'io che per le donne sia più facile accogliere e accettare anche solo la propria curiosità verso un'esperienza omosessuale. Ma continuo a non capire cosa c'entrano gli uomini :)
  • DomenicoDomenico Andato
    Pubblicazioni: 3,935
    Dunque è un discorso articolato quello che ho in mente ma per sintetizzare credo ci sia verità nei discorsi riguardo la crisi del maschio.

    Diciamo che con lo sgretolamento progressivo della mentalità patriarcale (ma non scomparsa) e la diffusione degli orientamenti sessuali i rapporti tra i sessi e i generi si è parecchio complicata: viviamo in tempi pionieristici per tanti versi e vengono a mancare molte certezze una volta comode e date per scontate.

    Che ne pensate? :)
    EstherDonnelly
    Piuttosto che maledire il buio è meglio accendere una candela - Lao Tze
  • AmelieAmelie Pilastro
    modificato 25 March Pubblicazioni: 5,334
    .
    Post edited by Amelie on
  • LupaLupa Veterano
    modificato 25 March Pubblicazioni: 202
    Domenico ha detto:

    Dunque è un discorso articolato quello che ho in mente ma per sintetizzare credo ci sia verità nei discorsi riguardo la crisi del maschio.

    Diciamo che con lo sgretolamento progressivo della mentalità patriarcale (ma non scomparsa) e la diffusione degli orientamenti sessuali i rapporti tra i sessi e i generi si è parecchio complicata: viviamo in tempi pionieristici per tanti versi e vengono a mancare molte certezze una volta comode e date per scontate.

    Che ne pensate? :)

    Credo di capire cosa vuoi dire ma credo anche che il discorso sull'identità maschile in crisi, sulle identità di genere non tradizionali e sugli orientamenti sessuali/affettivi siano discorsi separati. Non capisco per esempio in che modo accettare che possano esistere altri generi oltre a maschile e femminile o accettare che l'omosessualità sia una delle tante variabili della sessualità umana possano collegarsi a una crisi della virilità. L'apertura verso altre possibilità non equivale alla distruzione o all'esclusione di quelle già esistenti.
    Siamo abituati a parlare di rapporti tra i sessi: sarebbe molto più salutare parlare di rapporti tra persone.
    EstherDonnelly
    Post edited by Lupa on
  • EstherDonnellyEstherDonnelly SymbolPilastro
    Pubblicazioni: 2,734
    @Lupa il fatto è che stiamo imparando che non sono collegate. Fino a qualche anno fa essere omosessuali era REALMENTE considerato poco virile; non era il pensiero di una minoranza arretrata, era l'unico pensiero.
    Parliamo spesso di quanto sia ridicolo che un uomo che ha sempre vissuto con questa mentalità sia così oppositivo a queste "novità", ma la verità è che è perfettamente coerente.
    Domenico
    ❤️
    but the Earth refused to die
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online