Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Qualcuno si innamorerà di noi?Aspie, innamoramento e ossessione

Questa discussione è stata creata dai commenti divisi da: La mia aspie-azione quotidiana.
"Nulla esiste finché non ha un nome".
Lorna Wing
«1345

Commenti

  • RemiNoreRemiNore Veterano Pro
    Pubblicazioni: 990
    @Jin_Nemo_Oudeis leggo e penso: "sì, qualcuno si innamorerà di noi"; e allo stesso tempo penso "ovvio che abbiano paura di noi". Che ne pensi?
    Jin_Nemo_Oudeis
  • modificato January 2018 Pubblicazioni: 566
    @Samala la tua domanda ha molte possibili risposte. Quel "si, qualcuno si innamorerà di noi" può significare tutto e niente, ma probabilmente nel senso più classico di amore, l'aver dato amore a qualcuno, e senza rendersene conto, essere rimasti per sempre nel suo cuore dopo averlo spezzato.
    Ma se parli di un canale di trasmissione empatica covalente, potrebbe volerci più di una vita per incontrare l'isotopo giusto, e probabilmente accadrebbe senza preavviso. Chissà com'è, quando entri a contatto con qualcuno, e sai che non puoi sfuggirgli. E lo sa anche lui.
    (Invece tralascio la questione dell'amore programmato, non è una cosa in cui credo. L'emozione suppongo vada vissuta sul momento, non programmata.)

    Io non credo nella paura, però a volte uso quella parola in senso figurato. Ha paura solo chi non è onesto con se stesso. Se qualcuno ha paura, probabilmente non avrò interesse a sentire le sue ragioni, fintanto che non smette di apparire, e inizia ad "essere". Sarebbe tutto più semplice, se le persone fossero meno codarde. Se si togliessero quella maschera che negli anni si sono costruiti, e negli anni è diventata sempre più spessa.

    È possibile che abbia frainteso la domanda, e in quel caso, se intendevi un discorso generalizzato, penso che le persone non amano gli aspie, perché vedono il mondo in modo diverso. Il pensiero neurotipico non prevede forme di pensiero alternative, sentire punti di vista nuovi è disturbante e destabilizzante. Il pensiero aspie è molto vario.

    Mi piacerebbe sentire cosa ne pensi tu.
    Post edited by Jin_Nemo_Oudeis on
    Tutto appare sempre un po' diverso
    quando lo si esprime, un po' falsato, un po' sciocco, sì, e anche questo è
    bene e mi piace moltissimo, anche con questo sono perfettamente d'accordo,
    che ciò che è tesoro e saggezza d'un uomo suoni sempre un po'
    sciocco alle orecchie degli altri.
    -Siddharta
  • RemiNoreRemiNore Veterano Pro
    Pubblicazioni: 990
    @Jin_Nemo_Oudeis Il mio "isotopo giusto" (ti cito), l'ho trovato tempo fa, ma l'ho anche perso perché mi ha tradita. Forse un giorno proverò un riavvicinamento, ma adesso mi pare prematuro. Andando avanti nella mia vita, ho ricevuto dell'altro amore (di qualche tipo...) che è rimasto nel mio cuore che ha anche spezzato, sembra per "paura": la paura di fare del male alla sua famiglia (ha 2 figli) e la paura di relazionarsi con una persona neurodiversa. Codardia o no, di fatto un insieme di paure sono bastate per chiudere i ponti e cancellarmi dalla sua vita.
    Da quello che dici, sembra sia impossibile che un NT si innamori di noi. Forse hai ragione.
  • modificato January 2018 Pubblicazioni: 566
    @Samala se per te amore e' guardarsi negli occhi, allora cio' che cerchi e' un neurotipico, se per te amore é guardare nella stessa direzione, stai cercando un neurodiverso. Capisci cosa intendo?

    Spero di non girare il coltello nella piaga dicendoti questo, ma forse non hai realizzato che in quel preciso momento in cui ti ha tradita, lui ha considerato legittimo ciò che stava facendo. In quel momento ha pensato che poteva farlo, e lo ha fatto. Questa non é un'opinione, é il dato di fatto.
    Le persone sono ripetitive, agiscono in modo ciclico. Cosa ti fa pensare che non lo rifarà?

    Io ti sconsiglio di frequentare uomini sposati, non conosco i dettagli, ma 98 volte su 100 finisce con una delusione. Un matrimonio non finisce mai per colpa di uno solo.

    Secondo me ti serve una pausa. Per capire cosa vuoi davvero da un uomo.
    L'isotopo giusto non tradisce se tu vuoi una relazione monogama. Tu pensavi fosse idrogeno, invece era ossigeno!
    Per me te lo sei semplicemente idealizzato. Nulla di più. Toglilo dal piedistallo, e rattoppati le ferite.
    Antares
    Post edited by Jin_Nemo_Oudeis on
    Tutto appare sempre un po' diverso
    quando lo si esprime, un po' falsato, un po' sciocco, sì, e anche questo è
    bene e mi piace moltissimo, anche con questo sono perfettamente d'accordo,
    che ciò che è tesoro e saggezza d'un uomo suoni sempre un po'
    sciocco alle orecchie degli altri.
    -Siddharta
  • RemiNoreRemiNore Veterano Pro
    Pubblicazioni: 990
    @Jin_Nemo_Oudeis Non lo so, forse per me l'Amore è proprio Ossessione. Per quello fatico ad allontanarmi da quello che ho provato in passato.

    Non è così semplice, la nostra storia aveva raggiunto un punto problematico per via della distanza e forse il suo tradimento è stato un fatto necessario per l'evoluzione del rapporto in un non-rapporto e permettermi di crescere da sola. 10 anni di rapporto monogamo (sicuro almeno da parte mia) con una persona che amava naturalmente le mie stranezze e un po' meno le mie insicurezze che hanno portato all'inevitabile fine. Ah questa insicurezza, mia instancabile compagna!

    Il fatto di cacciarmi in storie con donne sposate o comunque impegnate, è stato forse il modo più naturale di preservare la mia solitudine. Questa sì che è codardìa; è un modo di non prendermi nessuna responsabilità credo. O forse la solita insicurezza che crede che io non sia all'altezza di un amore equilibrato.

    Sì, la pausa me la sto prendendo, ma nel frattempo mi sto anche deprimendo. Mi sembra tutto così complicato

    A questo punto credo sia ufficiale che ti ho trascinato in un Off-Topic... Chiedo venia, mi sono lasciata prendere...
  • Pubblicazioni: 566
    Prenditi una pausa. E' inutile guardare attraverso specchi d'acqua increspati. 
    image
    rondinella61SoleElenaj
    Tutto appare sempre un po' diverso
    quando lo si esprime, un po' falsato, un po' sciocco, sì, e anche questo è
    bene e mi piace moltissimo, anche con questo sono perfettamente d'accordo,
    che ciò che è tesoro e saggezza d'un uomo suoni sempre un po'
    sciocco alle orecchie degli altri.
    -Siddharta
  • SophiaSophia SymbolSenatore
    Pubblicazioni: 5,902
    Samala ha detto:


    @Makaira Mi rivedo molto nell'aspetto della tua profonda sensibilità e delle ossessioni. In particolare riguardo alle ossessioni penso di avere però un'opinione differente rispetto alla tua. Nel dettaglio, vorrei tanto non essere così ossessiva come sono e mi piacerebbe imparare ad approcciare la vita in maniera diversa, più leggera, lasciando andare i pesi che mi stanno logorando.
    @UnconventionalLover @lollina potreste darmi dei consigli su come lavorare sulle mie ossessioni? Sono in cura da uno psicoterapeuta ma sembra che le cose non stiano per nulla migliorando forse anche perché sono così affezionata alle mie ossessioni che non faccio molto per allontanarmene. Grazie mille in anticipo per i vostri suggerimenti :-)

    @Samala credo che un modo possa essere cercare di spostare l'attenzione su altre cose che ti interessano e provare a darti delle regole.

    Puoi provare a compilare una lista in cui scrivi le modalità di comportamento che dovresti utilizzare nei confronti della persona di tuo interesse. Non so ad esempio, provare a darti una regola circa il numero di messaggi da inviare, o circa le modalità di approccio.

    Non so se ho centrato la tua richiesta. Forse ho bisogno di esempi per capire cosa intendi per ossessione e quali atteggiamenti disfunzionali metti in pratica.
    WendyOrsoX2
    "Nulla esiste finché non ha un nome".
    Lorna Wing
  • RemiNoreRemiNore Veterano Pro
    modificato January 2018 Pubblicazioni: 990
    @lollina grazie. Mi sa che hai centrato il problema. Ci proverò, ma solitamente non sono così "disciplinata"...
    Per me ossessione è pensarla s-e-m-p-r-e. Quando ci sentivamo, pensare ai nostri discorsi e scriverle. Adesso che non ci sentiamo più, penso alle vecchie conversazioni. In questo periodo benedico il lavoro
    Sophia
    Post edited by RemiNore on
  • Marco75Marco75 Moderatore
    Pubblicazioni: 2,048
    Anch'io ho una sorta di ossessione, quando mi interesso a una persona (non so se usare la parola innamoramento, perché non sono sicuro di capire cosa sia), ma è tutta interna. Non esterno nulla. Idealizzo, e regolarmente resto scottato. O perché non sono minimamente corrisposto, quindi resta tutto nella mia testa, oppure perché quel qualcosa che nasce è fragile, fragilissimo, e io mi ci aggrappo disperatamente, facendone una specie di ragione di vita.
    Ho detto altrove che, in quest'area, ho la maturità emotiva di un quindicenne, ed è esattamente così. Come forse ho già avuto modo di dire, nella mia vita ho avuto un'unica pseudostoria durata 4 mesi, una cosa sviluppatasi a sprazzi e bocconi e mai realmente "partita". Nonostante sia stato poco più del nulla, di fatto, dopo ci sono stato male per quasi un anno.
    Se questo è ciò che succede quando finisce "poco più del nulla", non sono sicuro di voler sperimentare quello che gli altri chiamano amore. Fermo restando che, alla mia età, le possibilità si restringono sempre più, pure in caso non credo che sarei in grado di gestire e reggere un'eventuale crisi. Credo che mi annienterebbe, letteralmente.
    Temo che la mia vita, in quest'area, abbia ormai preso questa direzione. Pazienza.
    WendySirAlphaexaWBorg_AndatoValentarondinella61Ryunosukeale82Andato_52mandragola77amigdalawoodstock
    "There are those that break and bend. I'm the other kind"

    Cinema, teatro, visioni
  • RyunosukeRyunosuke Membro Pro
    Pubblicazioni: 74
    @Marco75

    fino alla quart'ultima riga avrei potuto scrivere quasi le stesse parole che hai scritto, con qualche differenza: ho avuto un'unica relazione prima dei 30 anni, che è durata meno di un anno (ora ho superato i 40) e quando è finita non sono stata molto male (ma sono stata peggio per cose che erano successe solo nella mia testa o appena abbozzate nella vita reale).

    Ho spesso pensieri del tipo che non vado bene alle altre persone e che nessuno vorrà mai stare con me. Ma adesso li voglio scacciare via, questi pensieri, almeno razionalmente. Voglio pensare che per me ci possono essere delle possibilità, voglio pensare che posso essere capace di correre dei rischi. So che continuare a pensare di restare soli è come una profezia che si autoavvera.
    Marco75rondinella61SophiaWendyamigdala
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online