Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Il meglio di Flame

  • Adesso basta

    Ciao, il fatto è semplice. Ora non ho voglia di prendere i dati, li trovi sulla World Bank e anche sull'ISTAT che li fornisce alla tale. Dal 1970, leggi sul divorzio ed altro, il numero di divorzi si è incrementato in Italia superando i matrimoni in certi anni, e la tendenza al momento è ancora a crescere, in paesi come il Lussemburgo addirittura i divorzi hanno raggiunto picchi del 90%.

    A preoccupare è il fatto che dal 1970 il 55% della popolazione mondiale, ed approsimativamente la stessa % in Italia, erano femmine, il 45% erano maschi.

    Erano passati 20 anni dalla fine della guerra.

    Da allora le nascite delle femmine sono e stanno diminuendo, a favore delle nascite dei maschi al punto tale che ora il 55% della popolazione sono maschi contro un 45% di femmine, che continuano a diminuire.

    Sostanzialmente, questo vuol dire che se ogni anni nascono 1.000 persone, 550 sono maschi e 450 sono femmine, quindi 100 maschi sono destinati a rimanere singoli fin dalla nascita.

    Ovviamente ci sono i dettagli, tra chi è gay/lesbica, chi non si vuole sposare, ma in linea generale ci sono più maschi che femmine.

    Il dato peggiora a causa dell'eta, dove per le femmine, superati i 30 anni le possibilità di sposarsi scendono del 30% e del 25% per i maschi.

    A 40 anni le femmine hanno un 20% di possibilità di sposarsi contro un 30% dei maschi. Questo perché i maschi invecchiano più lentamente.

    Ovviamente le femmine agli inizia hanno la vita più facile, in Italia poi, ho letto il termine fighe di legno, ma vi dico una cosa sulle Italiane, fanno tanto le preziose che non le vogliono neanche all'estero e si offendono per niente, a me stanno facendo bannare perché dico femmina come fosse un insulto. Se la tirano così tanto che magari mi riportano anche per aver usato il termine femmine parlando di statistiche. Se non vi sta bene scrivete una lettera al PdR e chiedetegli di cambiare il termine femmine che avete scritto sul passaporto. In nessun paese del mondo il termine femmina viene visto come insulto. E io rischio di essere bannato, per aver detto maschi e femmine. Bene, ho letto insulti peggiori in questo forum ma mai è successo niente [torpiloquio editato dalla moderazione]

    Unica buona notizia è che tu hai ancora l'80% di possibilità di sposarti entro i prossimi 9 anni. E che in Italia i matrimoni durano più a lungo che negli altri paesi europei.

    Solo da adesso sta nascendo uno studio di FB sugli impatti sociali dei social network, ma su internet sappiamo, almeno quelli che lo usano bene, quello che sta succedendo.

    In pratica stanno cambiando i metodi del corteggiamento e molte perone si ritrovano tagliate fuori al punto tale che si stanno creando community piene di misogini e femministe misandriche e piene di odio verso i maschi. Non ti do i link di queste community, perché ci trovi pessimi incontri e pessimi materiali.



    riot
  • App per le routine, non ci dovrebbero essere delle agevolazioni?

    Suvvia siamo seri va....... =))
    Mareriot
  • Dirlo o non dirlo?

    Mi fate ridere! 
    Nessuno di voi è Asperger!
    Charade paranoico ci sarai tu. Ma va va...
    Saluti.
    Nemo
  • Qual e' il vostro mese preferito?

    Sciocchezze, di che non lo sai e basta quando non sai qualcosa. Quest estate avevamo ben 9 gradi in piu e me lo ricordo benissimo visto che ero in contatto con persone romane. E sarebbe meglio la smettessi con quest atteggiamento “solo io ho ragione”
    Nemo
  • Due birre, grazie

    ho avuto risposte da LifeIs. Molto accurate. Di certo non da te, alterato già dall'inizio. La seconda discussione è nata perchè tu non mi hai dato il tempo di esporre altri possibili dubbi, nella prima. Quindi casomai sei stato tu a non rispettare il mio tempo. E io non [modificato dal moderatore] mi prostro di fronte a nessuno. Comunque tranquillo, dammi il tempo di rispondere per mp a una persona e puoi anche bannarmi
    marco3882Nemo
  • Qual'è la città più LGBT friendly di Italia?

    Il sociologo Fabio Corvisiero non sarà ne gay ne trans. Lasciamo che siano le trans a parlare e non gli “studiosi” al posto loro. Please
    riot
  • Cercare di ricevere attenzioni dalla ragazze! Voi lo fate o ve ne fregate?

    @Domenico Mi piacerebbe dire che mi sia tirato indietro per non beccare l'ennesimo richiamo ma la realtà è che sono occupato quindi rispondo a tratti. 
    Tornando al discorso Domenico, ed anche nrkey,non condivido quel pensiero perché mi sembra sia una visione molto relativa pessimistica ed inesatta.
    riot
  • Perché noi Italiani siamo scemi?

    Allora innanzi tutto "scemi" piano con le parole.
    Ma chi lo dice che sono loro scemi e non noi? tu? noi? tante persone? io ho imparato a non dare mai dello "scemo" a chi la pensa diversamente da me sarebbe qualcosa di molto vicino all'intolleranza politica e ben lontano dal concetto di democrazia pensare che delle perosne siano "sceme" perche la pensano in una maniera diversa da me.
    A mio avviso bisogna prendere atto che le altre persone vedono le cose in maniera diversa da noi, che le fa arrivare a conclusioni e prendere decisioni che io magari non capisco, o non condivido e magari penso che siano "sceme" ma non le persone! magari lo sono le loro idee, le decisioni o le azioni ai nostri occhi perche dal nostro punto di vista sono tali e chi lo dice tra noi due chi ha ragione? quindi per me soprattutto, piano con le parole!
    non c'è nessuno "scemo" ci sono solo persone che sulla base delle loro esperienze e delle loro nozioni e della loro capacità di ragionamento si fanno una opinione che vale tanto e come quella degli altri. caso mai occorre domandfarsi e ragionare bene sul fatto che FORSE non sono bene informati oppure non lo siamo noi e hanno ragione loro... chissà.
    Intanto il titolo di studio medio dell'elettorato di certi partiti conferma la definizione "scemo" che è appropriata a questo periodo politico, seconda cosa "Noi" vediamo le cose in una prospettiva diversa ma non le vediamo deformate, non vediamo un asino dove i neurotipici vedono un gatto. Le persone che agiscono senza informarsi seguendo l'impulso in una faccenda così importante come il voto, come puoi chiamarli se non scemi? Non si tratta di punti di vista, di destra e sinistra normali, ma di partiti con un programma politico ridicolo e fuori da ogni cognizione a prescindere dal posizionamento.

    riot
  • Nein Nein Nein. La storia infinita della prof di tedesco e me

    Il mito di “farcela” il mito del successo.. allora van gohg faceva schifo perché finché era in vita “non ce l ha fatta”? Non era degno di dipingere? Se aspetti il consenso della società puoi morire, questo si. Vivere in funzione dell approvazione altrui è ridicolo. Forse tu preferisci raggiungerla con mediocri mansioni.non so che mestiere tu faccia ma dev essere una cosa poco creativa di sicuro. Si vede che non sai che tutto il meglio deriva dall’errore e dall’uscita dagli schemi.le persone non sono tutte uguali e non hanno gli stessi bisogni. Non possono entrare tutte nello stesso quadrato e se non ci entrano non sono “fallite”. comunque non si stava parlando di “adattamento “ ma di repressione. Violenza gratuita. Ingiustizia. “Resistenza psico fisica” ma dove siamo, nei marines? E poi chi ce le paga le cure per l emicrania che la violenza sociale ci fa venire, la bella società che tanto vuoi accondiscendere? Bella società sempre più razzista, classista, sessista e violenta. Mettiti la tua cravatta e vai.prego
    Nemo
  • Domandina per voi,ma siate sinceri...!


    Scusate se mi intrometto.Sono neurotipica, mamma di neurodiverso. Molto probabilmente non capisco mio figlio come voi non capite cosa significhi essere neurotipico. La bellezza della nostra condizione, saremo magari più ignoranti eh, è che le persone che ci circondano funzionano come noi e quindi non disperdiamo grosse energie per adattarci. Oggi ho pensato, con tutta sincerità, che avrei preferito un figlio ciuccio, scapestrato, ma comunque neurotipico. Perché? Perché comunque avrei potuto parlargli apertamente, rimproverarlo senza cercare di capire se ho applicato le regoline aba che il supervisore ci indica anche a casa. Evidentemente però voi siete più lievi di lui e queste difficoltà i vostri genitori non le hanno mai avute.
    riotJAA005
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online