Vota Spazio Asperger ONLUS per supportare i nostri progetti
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Spazio Asperger è attivo anche su Facebook.

Per raggiungere la nostra pagina con gli argomenti più discussi del giorno, news e immagini cercate "spazioasperger.it"

Per un gruppo indirizzato a ricerca e terapia cercate "Ricerca e terapia nello Spettro Autistico"

Il meglio di Non-capisco

  • Silenzioso cuore

    Silenzioso e l'amore che sopporta
    Silenzioso l'amore che subisce
    Silenzioso l'amore che piange di notte
    Silenzioso l'amote che non dorme
    Silenzioso l'amore che fa male alle schiena
    Silenzioso l'amore che dona luce
    Silenzioso l'amore che dona pace
    Silenzioso l'amore che aspetta
    Silenzioso l'amore che si dà solo a Dio
    Silenziodo l'amore dei gigli
    Silenzioso l'amore che apre gli occhi la prima volta.
    Silenzioso il mio mondo senza mondo.
    underbalenavera68ilsensodellombra
  • Apparizioni Asperger

    La signora ti ha detto l'unica cosa davvero importante per i nostri figli: di non vederli - e di conseguenza trattarli - come malati. E' la cosa che mi da più fastidio di queste diagnosi precoci. Ho sempre una grande paura: che non riusciamo a crescerli autonomi.

    Delle volte quando leggo dei forum di genitori di adulti mi viene da piangere. Pazienza quando leggo di genitori di adulti non verbali e con importanti ritardi, perchè sono convinta che non c'entrino con i nostri bimbi, ma purtroppo ci sono anche genitori di ragazzi ad alto funzionamento e li mi cascano le braccia. Addirittura alcuni prendono l'accompagnamento, hanno l'amministratore di sostegno e non hanno neanche ottenuto di risultare idonei a lavorare, neanche nelle categorie protette e stanno a casa senza fare nulla, anche perchè ovviamente essendo non gravi ai centri diurni non ci vogliono andare. Poi leggo degli adulti in questo forum e le cose non mi tornano. Non riesco a capire cosa sia l'alto funzionamento. Perchè l'unica cosa chiara è che si parla di due situazioni diverse, molto diverse. Non riesco a capire se si tratta di persone cresciute con visioni diverse - e cioè in un caso rese di fatto handicappate dalla mancanza di autonomia e dai troppi aiuti - oppure se sono situazioni diverse di fondo. Comunque quello che mi colpisce fortissimo è che preferisco di gran lunga leggere di aspie che parlano - anche delle loro difficoltà - che non leggere dei genitori attraverso i cui occhi i figli sembrano sempre gravemente disabili.
    Blunotte_Lilith_clalui
  • Difficoltà per un AS a prendersi cura di sé

    Veramente queste non sono cose tipiche della sindrome di Asperger.
    Per essere Asperger ci vuole ben altro. 
    Molti uomini sono semplicemente svogliati o pigri e non si lavano.
    CharadePimpirina
  • Dirlo o non dirlo?

    si
    vera68
  • Come ti senti oggi? Da -10 a +10

    -10
    Non ne posso più.
    Faithvera68AntaresSniper_OpsFelipe
  • E possibile chè anchè sè il faschismo è anti costituzionale in italia esistono partiti faschisti?

    ah sì giusto allora ammazimoli da piccoli, così eliminiamo il problema
    Arpia
  • Scoperti i geni che innescano l'autismo

    Magari è la volta buona che trovano una cura, considerato anche che nel url è descritta come una "malattia".
    speranza82
  • L'asperger oltre Greta Thunberg

    Che cosa succederebbe se la diagnosi di Greta fosse sbagliata.
    Charade
  • Chi me lo fa fa'?

    O ssapev...

    @ tutti
    Finché spara ai miei puntini e si perde solo il senso della frase è poca cosa... Se ci dovesse essere qualche cafonata nei miei post io non c'entro niente...

    vera68
  • in questa società ipersessualizzata, mi prendono in giro o mi insultano


    Cara fairy...

    Lascia che ti racconti una storia.

    Alcuni anni fa, quando stavo in Francia, mi sono iscritto a uno spazio Asperger francese.
    Non l'avessi mai fatto. Mi ritrovai presto isolato, oltre che in quanto autistico che gli altri autistici isolano come fanno i "normali", a volte anche di più, e per i valori che invece di valori oggi sono diventati una diversità molesta, per il mio essere italiano tra i francesi, che quando cercava di parlare con loro sembrava fare il professorino senza saper parlare.

    Ma all'improvviso, apparve lei... Una persona trovava non gentili i modi degli altri. E prese le difese mie contro i moderatori! Tutta arrabbiata. Quelli la moderarono, e lei chiese che la disiscrivessero! "Questa è pazza come me..." "Se la disiscrivono come la contatto più?" Le mandai un messaggio col mio indirizzo mail poco prima, e poi fu disiscritta (e ovviamente chiesi che disiscrivessero anche me, ti pare che io rimango se hanno disiscritto lei?). Non sapevo se l'aveva letto...

    Poco dopo mi arrivò la sua mail. Mi diceva che quella era la sua. Che sembravo un essere umano...
    Io le dissi che mi sembrava la persona più buona che avessi mai trovato in più di trent'anni.
    Parlammo per molto tempo. Tutto il giorno. E quando si faceva tardi mi diceva lei che era tardi e non stava bene chattare a quell'ora... "Condividiamo sia l'Amore che il Pudore?"

    Poi cominciò...
    Mi permetto di raccontare questo allo scopo di trasmettere un'esperienza, così da evitarla ad altri, in questo topic dedicato al pudore. Senza dire né nome né nick, né suo né mio, non è che si può risalire a una persona, potrebbe essere una storia inventata.
    Mi disse "Posso chiederti quanti anni hai?"
    E lei "Io ho 36 anni ma sono ancora come una bambina"... Perché lo diceva? La prima cosa che mi faceva pensare era che lo dicesse perché credeva che un suo corpo giovane e un suo fare da 'baby' potessero essere determinanti per un mio interesse nei suoi confronti. Tu non so perché lo dici, ma la prima cosa che mi fai pensare se lo dici è che tu l'abbia detto per questo, e che quindi ti sta bene (che poi l'età c'entra molto poco, vedi quelle signore di più di 80 anni che fanno palestra il cui corpo giovane come ragazze è piuttosto testimonianza di rispetto per la salute fisica e di tante virtù mentali).

    La foto per sapere che faccia avessimo. Io le mandai la faccia. "Voilà, sei bello." "Perché dici che sono bello?" "Perché sei bello!"
    Lei la foto degli occhi, "per ora ti mando questo" (Che sarebbe? Lo strip-tease?) Cui seguì una foto integrale, con gli occhi chiusi (vestita, attillata).

    Ci metteva mesi prima di concedere un 'appuntamento' a qualcuno, un po' come dici tu (anche se io non le avevo chiesto niente, avevo solo chiesto dove sarei dovuto andare per andare a trovare la mia amica).
    Parlava di matrimonio, che le sarebbe piaciuto avere figli. E poi diceva cose simili a "Non dico che mi deve sposare". Interpretandolo come un non voler aspettare il matrimonio prima di stare insieme, l'ho fatto anch'io, e ho preso la tranvata più devastante della mia vita. L'attesa fino al matrimonio sarebbe stata una verifica, che è necessaria.
    Anche lei "non aveva avuto molti uomini". Poco prima era stata con un altro, e diceva che si erano lasciati perché lui non riusciva ad accettare che ancora non si fosse legata, che le ci volesse tempo per affezionarsi. Nota bene, già stava con lui. Tu dici "le volte che sono andata oltre al bacio era per non perdere la persona". Cosa ti aspetti di far pensare con questa frase? A me fai pensare che allora oltre che i baci fai tutte le cose anche senza sapere se quella persona possa essere veramente la tua, e quando lo scopri dopo ovviamente la lasci dopo aver fatto tutto, magari anche l'altra persona ha pensato che tu la volessi e poi si è ritrovata illusa dopo aver fatto tutto. Un'altra persona con cui era stata era la persona con cui conviveva... Viveva a casa del suo "migliore amico", ci era stata ma "non andavano bene insieme". Non facevano niente... Secondo lei questo per un suo futuro compagno sarebbe dovuto essere normale...

    Io cercai di credere in una nostra amicizia. E le specificai esplicitamente che al massimo a una mia amica potevo fare le coccole (all'epoca pensavo così, oggi penso che neanche quelle).
    Lei disse che le coccole la mettevano a disagio. Che invece "non aveva problemi con il sesso". Che era "selvaggia". "Sei pieno di vita"...

    Allora le dissi che io mi sentivo a disagio e non me la sentivo di parlare.

    E lei "Aaa!" "Sei un mostrooo!" "Non voglio parlarti mai piùùù!"

    Perché? Per il mio pudore? Perché non voglio farmi male?

    I neurotipici che non sono fessi come me probabilmente l'avrebbero capito subito...

    Tu saresti l'unica col pudore?
    A me non fai pensare questo. Io penso che hai un pudore, e lo apprezzo, ma non è pudore... Se sei sincera nel tuo pudore (e trovi valide le mie osservazioni), allora considererai che quello che dici e che fai piuttosto contribuisce molto a quello che ti dicono e ti fanno questi uomini.
    Un uomo che parla di valori lo evitano perché se poi è un maniaco è un uomo. Una donna che dice quello che dici tu attira più uomini di una prostituta sulla strada. Ho addirittura paura che quello che dici possano essere proprio delle tecniche per attirarli a te... E li attiri. Perché pensano "più fa la santarella più è zoccola", ti preferiscono perché così non sono stati con la zoccola ma con una santa, poi ti lasciano perché non sei zoccola. Ma non sei neanche veramente santarella. E finché non lo sarai veramente rimarrai in questo limbo, con uomini che non devono sposarti, l'avrai detto stesso tu...

    Arpia
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586
Un pizzico di autismo? Ma quale? Aiutaci a scoprirlo con la ricerca online